Tutti i siti e i servizi Web federali accessibili dal pubblico dovranno essere cifrati, spiega il memorandum, così da garantire la sicurezza e la protezione per la privacy che i cittadini americani si aspettano quando interagiscono con i portali governativi.

Al momento la maggioranza dei siti Internet usa il protocollo in chiaro HTTP, dice il documento, un fattore che pone dei rischi sul fronte della riservatezza e per il possibile abuso delle informazioni sensibili che gli utenti scambiano con le autorità.

Inizialmente proposto dal Chief Information Officer (CIO) della Casa Bianca, Tony Scott, e ora contro-firmato da Obama, il memorandum sullo standard “HTTPS-Only” si prefissa infine l’obiettivo di eliminare le “inconsistenze” tra le varie agenzie governative nell’ambito della gestione delle comunicazioni telematiche con dati sensibili.

Via | The Register

1 CommentoDi' la tua

Il tuo indirizzo email non sarà mostrato pubblicamente. I campi obbligatori sono contrassegnati da *

..e allora renzi è un virus

matteo
matteo