In questa versione della Python extension sono stati introdotte diverse migliorie, ad esempio è stato reso notevolmente più performante e stabile ptvsd, ovvero il Python debugger che è arrivato alla versione 4.0. Il team di Microsoft ha realizzato un nuovo debug engine basato sul progetto open source pydevd, che ha integrato in ptvsd. Tale engine, oltre a garantire prestazioni migliori, porta anche il supporto a varie librerie di terze parti cosi da poter agevolare maggiormente i lavori di sviluppo delle applicazioni.

Il nuovo Python debugger dispone anche del supporto ai Logpoints, dunque ora sarà possibile aggiungere i vari print statement senza arrestare le esecuzioni. Direttamente dall'editor si può cliccare col tasto destro del mouse sul margine e selezionare "Aggiungi Logpoint...".

Novità anche per il Remote debugging che ora è molto più semplice da usare ed implementare. Prima di questo update era necessario installare l'esatta versione di ptvsd usata in locale per Visual Studio Code sul remote server e successivamente bisognava modificare il proprio progetto per abilitare tale funzionalità. Adesso invece è possibile installare la versione 4.0 di ptvsd e attivare il remote debugging direttamente da shell:

pip install --upgrade ptvsd
python3 -m ptvsd --host 1.2.3.4 --port 3000 -m myproject

Una volta che il remote server è stato avviato è possibile dare il via al remote debugging modificando il proprio file launch.json ed impostando l'host e il numero della porta.

Aggiornamenti anche per il Language Server che è ancora presente sotto forma di anteprima. Questo componente è in sostanza un Python analysis engine preso direttamente da Visual Studio. Permette di offrire un miglior supporto alle typeshed definition e in questa build ha ricevuto diversi miglioramenti come la possibilità di eseguire correttamente il merge dei dati del typeshed e della libreria Python.

Via Microsoft

CommentaDi' la tua

Il tuo indirizzo email non sarà mostrato pubblicamente. I campi obbligatori sono contrassegnati da *