C'è stato un tempo non molto lontano in cui dovunque volgevi gli occhi sul web ti imbattevi in una tag cloud. Le liste delle etichette applicate ai contenuti organizzate e mostrate in base al loro peso erano diventate pressoché ubique, specie sui blog. Su HTML.it non abbiamo mancato di occuparcene, con articoli nella sezione CSS (Tag cloud con i CSS e Tag cloud con i CSS e Javascript), e tante altre risorse che coprono svariati linguaggi. àˆ una mia impressione o se ne vedono molte di meno in giro? In tanti casi ho comunque verificato che le nuvole delle etichette hanno perso rilievo nell'interfaccia dei vari siti. Il che mi ha fatto sorgere dubbi, innanzitutto sulla reale utilità  della catalogazione dei contenuti in base ai tag come ausilio alla navigazione per il visitatore. Non è che come certi pulsanti stilosi anche le tag cloud finiranno presto tra i memorabilia della gloriosa fase 2.0 del nostro amato web?

Continua a leggere Tag cloud: ancora valide o il prossimo relitto 2.0?

Categoria: Web Design

Seguitemi anche se il titolo del post vi fa solo aggrottare la fronte. Pochi minuti fa ho visitato per la prima volta in vita mia la pagina di Facebook dedicata all'advertising. Sapevo che Facebook gestiva le inserzioni "tipo" Google Adsense - perdonatemi l'impropria associazione di idee. Perà non ero mai andato oltre. E credo di non essere, una volta tanto, dentro una minoranza. (more...)

Continua a leggere La temperatura del web in Italia? -2.0°C (meno due punto zero)

Categoria: Web Marketing

Ormai non sono poche le occasioni in cui mi trovo a leggere dei commenti ad un post, da tutte le diverse angolazioni: da autore, da utente medio, da lettore assiduo, da curioso occasionale. E ogni commento, una volta letto e digerito, trascina sempre verso di sé alcune domande: Devo fidarmi di quello che leggo? Chi scrive cerca di contribuire alla discussione o di farsi dare ragione? Il commento è sincero o (letteralmente) dettato da fattori esterni? L'autore del commento è davvero chi dice di essere? (more...)

Continua a leggere Fiducia e User Generated Content

Categoria: Contenuti e Web Writing

MadMimi è un servizio Web 2.0 che assiste l'utente nella creazione e nella gestione di campagne di e-mail marketing. Roba già  vista per molti versi, ma uno dei punti di forza segnalati dai creatori consiste nella possibilità  di creare rapidamente e facilmente dei template molto accattivanti e personalizzati. Non modelli prefabbricati, insomma, ma maggiori possibilità  di flessibilità  nell'organizzazione dei contenuti grazie ad un'interfaccia a base di drag&drop, Ajax e moduli configurabili già  vista su servizi simili (anche se non destinati all'e-mail). MadMimi è gratuito per campagne fino a 100 utenti. Spettacolare il primo commento apparso su Ajaxian, da dove ho tratto la segnalazione: Finally i can see "Enlarge your penis" emails designed in a Web 2.0 fashion...

Continua a leggere MadMimi, e-mail marketing a tinte pastello

Categoria: Software e Servizi

Ho un account Linkedin pieno di inutili sconosciuti. Messenger? Lo uso al posto del telefono per comunicare con mia moglie. Non uso FaceBook, non uso MySpace. Poi sento che il social networking è ormai quotidianità  sui luoghi di lavoro, che a breve faremo i colloqui online e non esisterà  un luogo fisico dove muoversi (il workspace volgarmente detto ufficio o scrivania), ma un'area virtuale condivisibile con chiunque, ovunque, in ogni momento, da qualsiasi dispositivo. Lavoreremo in videoconference dal cellulare durante la passeggiata mattutina con il nostro cane. Quando? Si parla di secoli? Di anni? O accade già  e non me ne sono accorto? Qual è la vostra concreta esperienza di Lavoratori 2.0 ?

Continua a leggere Lavoratori 2.0: chi, come, dove?

Categoria: Lavoro

CMSwire, una delle migliori testate on line riguardanti i Content Manager, ha recentemente pubblicato un articolo, intitolato non a caso "The Vulnerability of Web 2.0 Technologies", dedicato ai rischi derivanti da applicazioni create per il Web 2.0. Il post si basa sui dati raccolti dall'"Application Security Trend Report for Q4 2007" stilato dalla Cenzic Inc. che in molti punti si schiera apertamente contro l'utilizzo di piattaforme Open Source e in particolare contro quelle realizzate in PHP. (more...)

Continua a leggere Tecnologie Web 2.0 e vulnerabilità 

Categoria: CMS

La grande attenzione internazionale su un blog engine ricco di funzionalità  come WordPress non deve far pensare che la creatura di Matthew Mullenweg sia l'unica soluzione possibile per la creazione di blog. Tra i CMS nativamente creati per il Web 2.0 abbiamo un meritevole progetto tutto italiano chiamato dBlog che, pur non essendo noto quanto WordPress, ha comunque riscosso un buon successo registrando oltre 130 mila download dalla data del suo rilascio. (more...)

Continua a leggere dBlog, blog engine in ASP made in Italy

Categoria: CMS

Se siete capitati al Cisco Expo 2008, avrete sentito parlare di organizzazione dello spazio di lavoro attraverso i cosiddetti software as a services. A pensarci bene, il workspace del lavoratore medio vive oggi di hardware, periferiche, scarsa integrazione e di un rapporto verso le web application più informativo che pratico. Esistono soluzioni che permettono di comunicare all'interno e all'esterno dell'azienda soltanto attraverso l'utilizzo di un browser. Conference call, video conferenze di nuova concezione, gestione dei tempi senza la variabile dello spazio. Eppure, le care vecchie telefonate da apparecchio fisso (e non in VOiP) e i viaggi di lavoro (invece che videoconferenze) non sembrano subire - almeno in Italia - alcuna contrazione. Voi come gestite il vostro spazio di lavoro e i rapporti con l'esterno? Chi usa Skype - o altri applicativi 2.0 - abitualmente, e chi invece rimpiange le cabine telefoniche?

Continua a leggere Organizzazione del lavoro 2.0

Categoria: Lavoro

La scuola, la formazione professionale e la ricerca sono alcuni dei settori in cui vengono richiesti più spesso siti Web basati su piattaforme open source; infatti, un po' per mancanza di fondi e un po' per la particolarità  di questi settori non finalizzati al lucro, la didattica e l'open source vanno spesso a braccetto nell'intento comune di diffondere la conoscenza. DrupalEd è una variante di Drupal appositamente studiata per la gestione di contenuti finalizzati agli istituti educativi, se avete allargato la vostra clientela anche al settore del "Pubblico", utilizzarlo potrebbe essere una grossa comodità ; la sua struttura modulare lo rende adatto all'impiego in differenti progetti nell'ambito della didattica. (more...)

Continua a leggere DrupalEd: il Drupal per la didattica

Categoria: CMS

StyleIgnite ha pubblicato di recente Analysis of Web 2.0 Design & Layout Trends, un'analisi degli elementi che maggiormente caratterizzano il design del Web 2.0. Vi sono infatti alcuni elementi comuni, tra cui l'uso di sezioni orizzontali cromatiche che si estendono su tutto il viewport e il layout fisso a centro pagina. Questa tendenza è anche illustrata benissimo in Wide Web 2.0 Style su Tutorial Blog. Tempo fa ho pubblicato un articolo su questa tipologia di layout, e mancando un termine per descriverlo l'ho soprannominato Layout falso-liquido. Altre caratteristiche che maggiormente contraddistinguono il design del Web 2.0: l'uso di tab, bottoni gloss, spotlight e liste su più colonne. Queste ultime vengono principalmente usate nei footer: e sul tema un altro articolo d'ispirazione che merita una lettura è 35 footer designs. Ma come fare ad uscire dai soliti clichè del Web 2.0, restare originali e moderni allo stesso tempo? A dare una risposta ci prova How to destroy the Web 2.0 look, che caratterizza alcuni siti in controtendenza ma comunque molto gradevoli e moderni. I tratti comuni: l'uso di texture, dell'effetto wicked worn e vintage e di ornamenti.

Continua a leggere Il layout nell’era Web 2.0

Categoria: Web Design