html5media analizza la pagina per verificare la presenza di tag video e controlla se il browser è in grado di riprodurre i file in essi contenuti utilizzando un lettore multimediale HTML5. Se il vostro browser non supporta il tag video di HTML5, esso è dinamicamente sostituito con Flowplayer, che fornisce la stessa funzionalità  del tag video originale ma in Flash. (more...)

Continua a leggere Tag <video> in tutti i principali browser con html5media

Categoria: Scripting

Siamo nel campo degli esperimenti, dei proof of concept, credo però siano esempi sufficienti per farci dire eppur (qualcosa) si muove. Il primo esperimento è quello di un player audio basato su HTML5, CSS3 e jQuery creato da Scott Andrew e presentato qui sul suo blog. Con il secondo esperimento ci spostiamo sul video. Ecco SublimeVideo HTML5 Video Player. Non è perfetto in tutto (e mi pare pure logico), funziona al momento solo su Chrome 4+, Safari 4.04+ e sulle nightly builds di WebKit (con cui è possibile sfruttare la modalità  full screen appena introdotta, su Safari e Chrome ci si deve accontentare della modalità  full window), ma chi ha IE (in attesa della soluzione di fallback basata su Flash) può testare il tutto usando Chrome Frame. Firefox? In entrambi i casi, di nuovo, questione di formati: non supporta MP3 e MP4 (anche se nel caso di SublimeVideo la compatibilità  con il browser di Mozilla è in cima alla lista delle funzionalità  da aggiungere nelle prossime release).Give it to my father ,he said it is good Buy cialis online? Generic drugs are copies of brand-name drugs that have exactly the same dosage.

Continua a leggere Audio e video player in HTML5

Categoria: Web Standards

Tags: , ,

Come era facile prevedere, la notizia della sperimentazione da parte di Google di un YouTube in HTML 5 che fa a meno di Flash, ha suscitato reazioni discordanti. Chi, per un motivo o per l'altro, nutre una sorta di avversione per il formato di Adobe, ha esultato. Hanno esultato pure quanti vedono nella mossa un modo per attirare attenzione sull'erede di HTML 4. Hanno esultato molto meno quanti, andando oltre il markup, hanno valutato la cosa da un altro punto di vista: quello dei formati video. La versione di YouTube in HTML 5, infatti, funziona solo su Safari e Chrome. E non perché Firefox non renda correttamente il tag video, ma perché il browser di Mozilla supporta il formato open Ogg Theora e non il codec H.264 (come Safari e Chrome). Christopher Blizzard ha spiegato in un lungo intervento sul suo blog la posizione di Mozilla, andando a toccare dal suo punto di vista il cuore del problema: la scelta di Google è contraria ai principi stessi dell'open web, in quanto il formato proprietario H.264 non è compatibile in alcun modo con gli standard del royalty free che da sempre hanno caratterizzato la storia e lo sviluppo del WWW. Posizione di principio. Chi voglia usare il codec H.264 deve versare annualmente un costo di licenza pari a 5 milioni di dollari e secondo Mozilla questa è una barriera insopportabile non tanto per il costo in sé, ma perché bloccherebbe l'ingresso sul mercato di player alternativi. Tutto rispettabile, non v'è dubbio. Ma non rischia questo idealismo di minare seriamente l'avanzata di Firefox?

Continua a leggere Se l’idealismo ucciderà  Firefox

Categoria: Web Standards

Tags: , ,

Nei giorni scorsi Google aveva ricevuto un'ondata di richieste perché continuasse le sue sperimentazioni sull'uso dei video serviti con HTML5 invece che Flash, un invito che andava anche nella direzione dell'affermazioni di standard aperti per questa tipologia di contenuti. Giusto ieri, sul blog di YouTube, un post che introduce interessanti novità  per gli utenti del più popolare tra i siti di video sharing. Prima: andando su questa pagina e disponendo di un browser che supporta il video HTML5, si può optare per passare alla versione HTML5 del sito. Con delle limitazioni: non sono visualizzabili i video con inserzioni pubblicitarie, non è possibile fruire della modalità  full screen, non è possibile sfruttare alcune delle funzionalità  sperimentali presentate, sempre per YouTube, su questo sito denominato TestTube. Ciascuno di voi potrà  trovare tra queste funzionalità  quella che più interessante. Di rilievo è sicuramente Feather, anche in questo caso in versione beta e attivabile dalla pagina principale: Il progetto "Feather" è studiato per offrire alle pagine di visualizzazione video di YouTube la minore latenza possibile. Cià è possibile tramite una severa limitazione delle funzioni disponibili per lo spettatore e tramite l'utilizzo di tecniche web avanzate per ridurre la quantità  totale di byte scaricati dal browser. Si tratta di un progetto in corso che potrebbe non funzionare per tutti i video. Buona visione a tutti.

Continua a leggere YouTube e HTML5

Categoria: Software e Servizi

Tags: , ,

Dal momento che su Mac l'uso di Flash è spesso disastroso in termini di consumo di risorse (specie a livello di CPU), i signori di NeoSmart hanno ben pensato di allestire un visualizzatore di filmati di YouTube interamente realizzato sfruttando le features per il multimedia di HTML5. Come si può notare, è sufficiente copiare e incollare l'URL del filmato per goderselo senza il supporto di Flash e potendo contare anche su un link per il download diretto in formato MP4. Qualcuno potrà  opinare che è quanto meno scomodo andare su YouTube, copiare, incollare, etc. Bene su TUAW, Tj Luoma ha messo a disposizione una bella bookmarklet cliccando sulla quale, mentre si è su YouTube, si viene reindirizzati al viewer di NeoSmart. Eccellente! Inutile aggiungere che il viewer in questione funziona solo sui browser che supportano l'elemento video.

Continua a leggere Usi creativi (e utili) di HTML5

Categoria: Web Standards

Tags: , ,

Una delle novità  introdotte da HTML 5 su cui già  ora assistiamo ad un'ampia convergenza nel supporto da parte dei principali browser è l'elemento video. Le ultime versioni di Safari, Opera, Firefox e Chrome consentono tutte di incorporare filmati usando il nuovo tag. I vantaggi che offre rispetto ai metodi attualmente usati, a parte l'indipendenza dal Flash Player per quello che è oggi il formato di gran lunga prevalente, sono ben riassunti in questo articolo di Ars Technica: primo fra tutti è la possibilità  di una più stretta integrazione con il markup HTML unita al fatto che i video potranno essere facilmente manipolati con Javascript e CSS. A tal proposito l'articolo cita la demo presentata qualche mese fa da Chris Blizzard di Mozilla e di cui abbiamo parlato anche su queste pagine. (more...)

Continua a leggere Si fa presto a dire video…

Categoria: Web Standards

Tags: ,

In attesa che qualcuno prima o poi rilasci un plugin per jQuery che ti fa il caffè e te lo serve sul vassoio ancora fumante, accontentiamoci di creazioni particolari come questa. Come qualcuno di voi ha potuto notare, su YouTube e con certi filmati in genere piuttosto lunghi e/o legati ad accordi con partner speciali, è possibile applicare un effetto particolare che consiste nel creare un'area di attenzione intorno al video 'sfumando' tutto quello che c'è intorno. Insomma, un click sulla lampadina e si fa buio in sala. Il tutorial, completo di codice da scaricare e demo, spiega come ottenere lo stesso effetto (o quasi) con il popolare framework Javascript. A dimostrazione di quanto una roba del genere possa essere desiderabile, aggiungo che tutto si può ottenere anche con un'apposita estensione per Firefox.

Continua a leggere Buio in sala… con jQuery

Categoria: Sicurezza

Tags: , ,

Su Ars Technica è disponibile il resoconto della presentazione svolta da Chris Blizzard di Mozilla alla Linux Expo e dedicata ad alcune nuove funzionalità  implementate su Firefox 3.1. Di molte ero a conoscenza e su alcune vi abbiamo anche informato puntualmente, ma vederle in azione e immaginare le potenzialità  che portano con sé è un'altra cosa. Per esempio, una cosa è dire che Firefox 3.1 supporta gli elementi HTML5 audio e video (nei formati open Ogg Vorbis e Theora), una cosa è verificare cosa si può fare quando i dati di esecuzione del video vengono usati come base per interazioni con Javascript come quella mostrata in questa demo (è necessaria la versione 3.1b2 di Firefox). E il consiglio è anche quello di dare un'occhiata al video della presentazione incorporato nell'articolo di Ars Technica. Sono anche disponibili le slide dell'intervento di Blizzard.

Continua a leggere Le meraviglie di Firefox 3.1

Categoria: Software e Servizi

Post sponsorizzato àˆ online la nuova versione di BE IT un vero e proprio portale video dedicato a sviluppatori, professionisti IT e web designer. L'idea è stata quella di raccogliere il grande patrimonio multimediale realizzato dagli esperti Microsoft e farne una risorsa tecnica di alto livello. àˆ possibile seguire veri e propri corsi di formazione gratuiti e rimanere aggiornati sulle innovazioni tecnologiche di Redmond. Ma oltre ai webcast tecnici è possibile anche assistere ai momenti più importanti degli eventi Microsoft grazie ai filmati delle demo e delle presentazioni, presenti nella sezione "Eventi da Rivivere" . Il primo evento da seguire in diretta è senz'altro quello della presentazione di Windows 7 il 25 febbraio, alle 14.30. L'interazione è garantita dalla possibilità  di votare i webcast preferiti, condividere filmati con colleghi e conoscenti e creare classifiche. Il sito è suddivido in due macrosezioni tematiche: developer - naturalmente collegata con MSDN - contiene approfondimenti sulle tecnologie legate allo sviluppo di applicazioni, sia in ambito in desktop, sia per il mondo Web o mobile professionisti IT - sinergica con TechNet - fornisce gli strumenti per dimensionare ed ottimizzare l'adozione di tecnologie Microsoft all'interno di infrastrutture IT, oltre ad un aggiornamento costante sulle tecnologie più recenti e le piattaforme applicative «Abbiamo deciso di realizzare questo portale dedicato ad un'audience strategica per la nostra azienda, quella tecnica.» sono parole di Davide Alemani, Digital Marketing Group Lead di Microsoft Italia, che continua:«I professionisti IT, web designer e gli sviluppatori software rappresentano, infatti, il nostro principale interlocutore, a cui vogliamo restare vicini con un continuo scambio di valore.» Microsoft, con il nuovo BE IT, punta ad affermare una nuova esperienza di comunicazione e formazione, rivolta al mondo in sempre più rapida evoluzione degli sviluppatori, designer e professionisti IT, basata sullo scambio più diretto dei video e sull'interattività  del Web 2.0.

Continua a leggere Microsoft rilancia BE IT, la formazione per sviluppatori e professionisti IT é video

Categoria: Eventi e segnalazioni

Vi segnalo questa interessantissima sezione del sito BE IT in cui sono presenti numerosi contenuti formativi tra cui utili WebCast per autoformarsi sulle diverse tecnologie di sviluppo di casa Microsoft quali WPF, ASP.NET, ASP.NET Dynamic Data, Visual Studio 2008, Silverlight 2 e tante altre. E' disponibile inoltre un comodo motore di ricerca per rintracciare solo i contenuti di proprio interesse. Oltre ad i WebCast vi sono anche i video di numerosi eventi che si sono tenuti durante i Microsoft Days dello scorso anno. Ciliegina sulla torta, tutti i video sono in italiano e liberamente visualizzabili, solo i contenuti marcati come "Premium" richiedono la registrazione (gratuita) di un Windows Live ID. A quest'altro indirizzo, invece, sono presenti i contenuti di TechNet dedicati ai professionisti IT.

Continua a leggere WebCast in italiano per sviluppatori

Categoria: Microsoft Dev

Tags: ,