Una rondine non fa primavera. Forse due sì? Si può parlare di moda? àˆ una tendenza che vale la pena seguire? Nel giro di pochi giorni mi ritrovo a segnalare una soluzione per l'editing di siti web che appartiene ad una categoria ancora non ben identificata (da qui il titolo). Non sono propriamente CMS (soprattutto nel caso di cui sto per parlare), e non mi viene altra definizione se non quella usata dai creatori di Unify: un content editor. Come Perch (di cui abbiamo già  parlato) la creatura di Unit Interactive viene presentata come la soluzione ideale per quei siti che non necessitano di un CMS full optional per gestire modifiche e aggiornamenti ai contenuti. A differenza di Perch non è una soluzione che gira sui server del produttore, ma un'applicazione da scaricare e caricare sotto forma di cartella sul nostro spazio web. Basta poi definire con l'aggiunta di una classe ad hoc le aree editabili e il gioco è fatto. Quello che i due prodotti hanno in comune è che entrambi nascono come progetti concepiti e sviluppati da web agency: evidentemente si tratta di risposte a problemi ed esigenze nate dal rapporto diretto con una certa tipologia di clienti. Per testare Unify in questa fase beta privata ci si può iscrivere direttamente sul sito ufficiale.

Continua a leggere La moda dei quasi-CMS

Categoria: Software e Servizi

Credo sia una situazione complicata in cui la maggior parte di quelli che per lavoro realizzano per i clienti siti basati su CMS va ad infilarsi: educare il cliente all'uso dell'editor WYSIWYG che quasi mai manca a corredo del sistema di gestione dei contenuti. Riflette sul tema in questo intervento sul suo blog Jonathan Cristopher, mettendo sul piatto quelli che secondo me sono i punti chiave della questione. Da una parte clienti che a volte pretendono una specie di replica di Word, magari perché l'hanno vista sul sito dell'amico, e non hanno idea del potenziale effetto negativo che può avere sul design generale del sito l'abuso di uno strumento simile. Dall'altra l'esigenza del designer di vedere salvaguardato il proprio lavoro e che giustamente non sopporta che siano imputati alla propria incapacità  eventuali usi impropri dell'editor. the great depression essayUn prima, cruciale decisione da prendere, quindi, consiste nello scegliere cosa dare in mano al cliente a lavoro ultimato. Una versione il più possibile full optional dell'editor o una ridotta all'osso e semplificata nelle funzioni? Voi come vi regolate in situazioni analoghe?

Continua a leggere Educare all’uso degli editor WYSIWYG

Categoria: Software e Servizi

Se la vostra azienda ha bisogno di una rispettabile presenza sul web e di nient'altro, realizzate un sito con una sola pagina. Potrete sempre aggiungerne altre successivamente, ma scommetto che non ne avrete bisogno. online resume writerQuesto il suggerimento semplice semplice e a mio avviso efficacissimo in un gran numero di casi di Des Traynor sul blog di Contrast. Via complicati sistemi a template, al bando CMS sovradimensionati. Se quello che si vuol far sapere sono le classiche info di contatto con un semplice elenco di prodotti e servizi, una sola pagina ben organizzata e graficamente curata può da sola fare il lavoro. Tutti d'accordo? Vi siete mai trovati a suggerirlo come approccio? Che poi, a pensarci bene, potrebbe essere anche una bella sfida in fatto di design...

Continua a leggere Una pagina basta

Categoria: Web Design

Quanto è giusto, corretto, intelligente, furbo (aggiungete tutti gli aggettivi che volete) evidenziare tra i punti di forza di una web agency o di uno sviluppatore freelance la capacità  di produrre siti con codice HTML e CSS valido? Se lo chiede, criticando questo tipo di strategia, Anthony J. Zinni.Tre le obiezioni e tre i punti su cui poggiano: 'dovrebbe essere scontato', 'lo propongono tutti', 'non importa al cliente'. Io non so quanto sia diffusa questa pratica né mi permetto di giudicarla. Pensate che siano osservazioni valide?

Continua a leggere Vendere codice valido

Categoria: Web Standards

Devo dire che leggendo l'ultimo alertbox di Jakob Nielsen (Top-10 Application-Design Mistakes), essendo reduce dalle mie quotidiane scorribande tra le web app di nuova generazione, mi sono ritrovato più volte ad annuire e assentire con ripetuti movimenti in avanti del capo. Per qualcuno sarà  acqua calda, su alcuni punti si potrà  opinare, ma rimane una lettura da tenere presente.

Continua a leggere Nielsen sulle applicazioni web

Categoria: Web Design

Proprio l'altro giorno Fabio Sutto si chiedeva e chiedeva da queste pagine quale sia il livello di fiducia nella comunicazione online da parte delle aziende italiane, ragionando sul fatto che tante di queste aziende sembrare preferire ancora strumenti di marketing tradizionali rispetto a quella rete verso cui a parole tutti mostrano interesse, se non entusiasmo.Per venire incontro alle esigenze delle tante aziende che volessero avere a disposizione un vademecum per verificare la bontà  dei propri investimenti sulla rete e avere in mano "un utile strumento di lavoro per valutare le strategie più corrette di approccio al web", Gianpaolo Lorusso ha appena pubblicato la seconda versione della Guida allÂ’autovalutazione del tuo web. Per scaricare il PDF (30 pagine) è necessario fornire nome e indirizzo e-mail. La guida non è redistribuibile liberamente sul web (almeno senza aver preventivamente contattato l'autore).

Continua a leggere Una guida per valutare al meglio un progetto web

Categoria: Web Design

La mia esperienza rispetto all'oggetto di questo post non è significativa. Ho al massimo messo su per qualche amico una copia di Wordpress o Movable Type o Drupal per siti di piccole dimensioni che facessero da 'vetrina' e che al contempo fossero facili da aggiornare (leggi: se hai qualcosa da aggiungere, non chiamarmi la domenica mattina alle 7...).In tutti i casi in questione, trattandosi di persone non avvezze alla realizzazione di siti e pagine web, ho sempre notato lo stupore e la gioia dipingersi sul loro volto di fronte all'editor WYSIWYG. Sarà  che spesso le icone ricordano molto quelle di Word, ma tutti hanno subito capito cosa fare e come farlo.Con nessuno di loro mi sono ovviamente posto il problema delle conseguenze possibili derivanti da un uso scriteriato dell'editor, né a livello estetico, né rispetto alla validità /bontà  del codice generato. In fin dei conti non avevo investito nulla per ottenere un risultato decente sotto entrambi questi aspetti.Immagino sia diversa la situazione quando il raggiungimento di buoni risultati in termini di codice pulito, strutturato, accessibilità , layout perfetto, etc, costi ore di lavoro. Immagino che in questi casi ci si possa premurare di istruire il cliente sul modo migliore per coniugare facilità  di aggiornamento e rispetto della qualità  iniziale.Jonathan Christopher sostiene che da questo punto di vista gli editor WYSIWYG possono risultare letali se non ben usati, soprattutto per la libertà  che consentono nella formattazione.Le alternative esistono, aggiunge, ma possono risultare spesso troppo complesse per gente a cui si vorrebbe evitare il contatto diretto con le asperità  del codice.Vi ponete in genere il problema del mantenimento della qualità ? E sotto questo aspetto cosa pensate degli editor WYSIWYG?

Continua a leggere Quando il cliente deve mantenere la qualità  del sito

Categoria: Web Design

Leggo su Mashable che è possibile iscriversi alla fase di beta testing di MoFuse (in attesa di ricevere l'invito potete guardarvi, sempre su Mashable, uno screencast dimostrativo). Si tratta di un servizio che, a partire dal feed RSS, è in grado di generare automaticamente la versione mobile di un sito (con tanto di lauti guadagni possibili grazie alla versione per il mobile di AdSense).Mi sono chiesto istintivamente quanto avrà  senso tra un po' di anni la mitica tagline di A List Apart. Mi sono chiesto, cioè, se tra qualche anno ci saranno ancora persone who make websites.

Continua a leggere Creare la versione mobile di un sito con MoFuse

Categoria: Software e Servizi

Un post di Web Worker Daily è dedicato a Taskee, uno strumento che nelle intenzioni dei creatori dovrebbe supportare il web designer nella cruciale fase di test del sito con il cliente. Più che una vostra valutazione su questa applicazione, mi piacerebbe avere un giudizio sull'idea.Sintetizzo il contenuto del post per chi non voglia sbattersi con l'inglese. Intanto, che problema risolverebbe Taskee? Abbiamo completato un lavoro, lo sottoponiamo in anteprima all'attenzione del cliente, lo istruiamo sulle cose di base e lo invitiamo ad annotare eventuali malfunzionamenti, bug, cose che non vanno. Come ce le facciamo comunicare? Se il cliente non è proprio un geek, molto probabilmente dovremo affidarci alla posta elettronica (se ci va bene...). Scomodo vero? E qui arriva Taskee.Ci si registra al sito, ci vengono fornite due righe di codice Javascript da inserire nelle pagine del sito da testare. Il cliente naviga, legge, fa cose, incontra un problema, clicca sul pulsante 'Open' (in alto a destra) e ci segnala il tutto utilizzando un pannello ad hoc che contiene tutte le funzionalità  necessarie per rispondere e seguire l'evoluzione dei test. Potete provare direttamente sul sito. Che ne dite?

Continua a leggere Un’applicazione web per semplificare il testing dei siti

Categoria: Software e Servizi

Una delle letture più interessanti che ho fatto di recente è l'ultimo articolo su Digital Web Magazine, ovvero Redesigning the ExpressionEngine Site, in cui l'autore espone il suo processo di sviluppo per il recente redesign del sito di Expression Engine. Se è vero che quello che osserviamo in un sito è il risultato, è davvero interessante scoprire da sviluppatori come altri l'hanno ottenuto, anche solo per confrontare la propria metodologia o trarre utili suggerimenti.Ho raccolto negli ultimi tempi alcune letture sul workflow dello sviluppo web, e ne approfitto per presentarvele. Il primo è il recente sito Design Workflows che racchiude anche molte interviste a noti blogger e designer, principalmente orientate proprio sul workflow. A cui aggiungo alcuni articoli tra i miei bookmark: (more...)

Continua a leggere Il workflow di un sito web

Categoria: Web Design