Google+, il social network creato da Big, continua ad arrancare. Nonostante le numerose iniziative dell'azienda di Mountain View per attrarre utenza, i concorrenti continuano a mietere numeri incredibilmente più alti. E anche chi nel mondo dei social si è affermato relativamente da poco, come nel caso di Pinterest, ottiene performance maggiori. È quando emerge dall'annuale ricerca condotta da Shareaholic, il Social Media Traffic Report, su traffico e referral. (more...)

Continua a leggere Google+ battuto da Facebook, Twitter e Pinterest sui referral

Categoria: Motori di ricerca

Non è la prima volta che Facebook, il più grande social network al mondo, viene raggiunto da ordinanze giudiziarie. Dopo la circolazione di alcuni voci secondo cui il cofondatore di Facebook, Mark Zuckerberg, copià da altri l'idea di Facebook, salta fuori un cittadino newyorkese, Paul Ceglia, che sostiene di aver diritto a qualcosa come l'84% di quote di proprietà  del famoso social network. Ceglia sostiene di essere in possesso di un contratto firmato per la progettazione e l'implementazione del sito web. Sostiene inoltre che i termini del contratto erano ben chiari: aveva diritto non solo ad un compenso, ma anche ad una percentuale giornaliera fino a quando il sito non sarebbe stato ultimato (secondo i calcoli risulta appunto che tale percentuale sia pari all'84% della società ). (more...)

Continua a leggere Facebook cambierà  proprietario?

Categoria: Eventi e segnalazioni

Griffe e alta moda: lo sbarco sul web sembra ormai cosa fatta e consolidata. Molto interessante l'articolo sul Sole 24 Ore, con una carrellata delle strategie in corso da parte dei marchi più noti. Da un Gucci che "ha lanciato un social microsite dedicato agli occhiali da sole per i più giovani a 165 euro" con la partecipazione dell'onnipresente Aston Kutcher, ad un Armani che ha lanciato una "piattaforma mobile per l'e-commerce tramite iPhone, Android e Blackberry" fino ad un Burberry che crea una " piattaforma digitale artofthetrench, un social network su cui tutti i possessori dell'iconico impermeabile possono caricare le proprie foto e votare quelle degli altri". (more...)

Continua a leggere Quando le griffe vanno online

Categoria: Web Marketing

Credo che ciascuno di noi abbia qualche volta fantasticato sul software che non c'è e che invece vorrebbe avere sotto mano ogni giorno. Beh, è quello che ho pensato leggendo la presentazione sul blog dei Mozilla Labs del progetto Raindrop. Curato dal team di sviluppo di Thunderbird, Raindrop intende proporsi come una rivisitazione estrema della classica in-box dei programmi di posta elettronica. Di fatto un centro unificato per la gestione di conversazioni e messaggi provenienti ormai non solo dalla cara vecchia e-mail, ma distribuiti su una miriade di piattaforme, a partire dai social network: Per molti di noi significa dover controllare un numero sempre maggiori di posti in cui potremmo aver ricevuto nuovi messaggi. Il risultato è che non sappiamo mai di aver processato tutti i messaggi importanti, perché la nostra e-mail è sovraccaricata dal rumore prodotto da messaggi e informazioni che oscurano i messaggi reali provenienti da persone reali. Gli screenshot e i video incorporati nel post di presentazione sono molto utili per comprendere il livello della sfida nel realizzare un'interfaccia adeguata allo scopo che un'applicazione come Raindrop intende perseguire. Al momento non sono disponibili installer ufficiali per poter testare quello che è ancora un semplice prototipo, ma i più avventurosi potranno seguire le istruzioni presenti su questa pagina per farsi una prima idea.

Continua a leggere Mozilla Raindrop

Categoria: Software e Servizi

Magari puntava ad essere il social network numero uno ma con il boom di Facebook lo scenario è drasticamente cambiato: MySpace non sta conoscendo i suoi giorni migliori. I rumors danno l'azienda intenta a valutare il taglio di varie sedi in Europa - in particolare Roma, Parigi, Madrid - e nella stessa San Francisco (fonte: paidContent.org), con conseguente perdita di numerosi posti di lavoro. (more...)

Continua a leggere Se MySpace puntasse tutto sulla musica?

Categoria: Web Marketing

Nonostante le interessanti potenzialità , i social network non sono ancora stati in grado di convincere gli inserzionisti a investire "seriamente" su di loro. Ed è lecito chiedersi se si tratta solo di questione di tempo oppure se, strutturalmente, Facebook & co non siano proprio in grado di diventare strumento di advertising. E proprio Facebook riguardano le ultime cifre che segnalano, per il 2008, un - 20,8% rispetto alle previsioni di spesa (210 milioni contro 265): per l'anno in corso le proiezioni vedono un ulteriore calo. Possiamo quindi concludere che la pubblicità  sui social network non diventerà  mai fenomeno rilevante? Non ne sono convinto. Ora come ora l'advertising 2.0 non funziona con grandi performance ma, sospetto, è soprattutto un problema di modalità . Si stanno replicando i modelli utilizzati finora: probabilmente non basta. àˆ lecito pensare che i social network richiedano "linguaggi" differenti: quali? Ragionamoci insieme.

Continua a leggere Social network e pubblicità : un incontro difficile

Categoria: Web Marketing

Ne abbiamo già  parlato in questo post, ma questa notizia e questa notizia hanno recentemente riportato Facebook al primo posto nella chart dei post da scrivere. (more...)

Continua a leggere Facebook Wants You… ma chi vuole Facebook?

Categoria: Software e Servizi

La notizia da cui prendo spunto non riguarda un'azienda come tante: parliamo del New York Times. E l'idea è decisamente interessante: crearsi un social network dedicato. Senza appoggiarsi a realtà  già  esistenti, il NYT ha scelto di aprire uno spazio proprio, chiamato TimesPeople, con lo scopo di: Follow friends, co-workers, journalists and other Times readers. Discover and share articles, blog posts, multimedia and reader comments. (more...)

Continua a leggere Un social network ad immagine e somiglianza

Categoria: Web Marketing

L'industria "xxx" ha sempre avuto un successo inavvicinabile sul variegato pubblico internettiano. L'argomento è talmente noto che non solo non è tabu, ma consente - ad esempio al corriere.it - di aprire articoli con frasi tipo questa: Facebook e MySpace battono i siti porno. (more...)

Continua a leggere Cosa fanno milioni di persone online e perchà© é importante

Categoria: Lavoro

Il 2.0 è il trend internet del momento ma, da solo, il numero magico non basta a garantire successo e lunga vita. Yahoo ha deciso così di chiudere Mash, un'applicazione UGC in fase beta da circa un anno. Il progetto aveva spunti interessanti: un social network in grado di unire (mash appunto) i servizi web più comuni in un'unica pagina, con annessi profilo, risorse e strumenti di condivisione. (more...)

Continua a leggere Non é tutto 2.0 quello che luccica

Categoria: Software e Servizi