Dopo anni di utilizzo, avendone seguito lo sviluppo sin dalle primissime release, ho praticamente smesso di usare NetNewsWire per consultare i feed RSS che seguo quotidianamente. Non ho certo tradito l'eccellente programma creato da Brent Simmons per un'altra soluzione desktop, semplicemente sono passato a Google Reader. Se ho abbandonato qualcosa, dunque, è proprio l'approccio dell'applicazione desktop. Molto ha influito nel corso di questi mesi la questione della sincronizzazione dei feed: quando li consulti da 3/4 postazioni diverse diventa cruciale. àˆ vero che NetNewsWire offre la possibilità  di sincronizzare i dati anche con Google Reader (ma solo dallo scorso mese di settembre), è vero che ha una versione iPhone, ma alla fine ho varcato il Rubicone, una finestra aperta in meno sulla Scrivania, concentrare tutto il possibile nel browser. Tra l'altro, andando poi alla ricerca di una buona applicazione per Google Reader per iPhone, ho scoperto soluzioni ottime ed efficaci: cito MobileRSS perché è quella che alla fine ho adottato e perché è gratuita. In certi casi, valutando queste app, sono arrivato alla conclusione che a livello di interfaccia e facilità  d'uso sono meglio delle controparti web tradizionali. Esagero volutamente, ma se in certi ambiti l'interfaccia verso il WWW si trasformasse di default in una magnifica iPhone app credo che tutti ne trarremmo vantaggi :). E voi? Per leggere i vostri feed preferite applicazioni desktop o usate il browser?

Continua a leggere Il posto migliore dove leggere i feed RSS

Categoria: XML/RSS

Tags: ,

Unsurprising, non sorprendente, non inaspettato. Con questo aggettivo Steve Rubel commenta il risultato di uno studio svolto da HubSpot su un gruppo di 605 blog aziendali legati a clienti della società . Il dato non sorprendente sarebbe quello legato al fatto che per un sottoscrittore di feed RSS ce ne sarebbero 12 abbonati alla newsletter del blog preso in esame. Questo in media, ovvio. Guardando ad esempio a settori come quello del software o del marketing/SEO, si scopre che il rapporto è praticamente alla pari. Per voi questo dato è sorprendente o no? Per me sì, anche se recentemente sto tornando ad apprezzare la comodità  della newsletter.kamagra london

Continua a leggere La rivincita della newsletter?

Categoria: XML/RSS

Periodicamente, negli ultimi mesi, si ripete sui siti tecnologici anglofoni la mesta cerimonia funebre del glorioso formato RSS. Basta poco per suscitare il cordoglio. Questa volta è toccato ad una notizia apparentemente insignificante: uno dei cofondatori di FeedBurner, Dick Costolo, ha lasciato Google per accasarsi come manager a Twitter. Sull'onda di TechCrunch, i commenti dello stesso tenore si sono moltiplicati: che si tratti di rimarcare la problematica e poco riuscita integrazione di FeedBurner tra i servizi di Google o di valutare le sorti di chi su RSS aveva scommesso tanto in termini di investimenti, la sostanza non cambia. RSS è morto. àˆ roba 1.0. Ovvio che di questi tempi non sia venuta meno l'esigenza di uno strumento semplice, veloce ed efficace per tenersi aggiornati. C'è chi ormai si affida quasi sempre a Facebook e Twitter, mettendo nel dimenticatoio Google Reader e i suoi fratelli. E voi? Usate questi social network anche come strumento informativo alternativo ai vecchi feed?

Continua a leggere Sull’ennesima morte di RSS…

Categoria: XML/RSS

Tags: , ,

OK, è solo uno dei dati che emergono da una ricerca di Forrester dedicata all'attuale stato di penetrazione tra i navigatori americani dei nostri amati feed. E magari ci si potrebbe anche chiedere perché. Ma il dato su cui vale forse la pena discutere è legato ad una cifra: 11%. L'11% del campione degli intervistati ha infatti risposto di aver adottato questo metodo di aggiornamento e fruizione di contenuti, un dato che rappresenta una crescita rispetto al 3% rilevato tre anni fa dalla stessa Forrester. Solo l'11% direbbe qualcuno. Mi pare di leggere, per esempio, questa sfumatura nella ripresa della notizia che ha fatto Dario Salvelli, mentre Steve Rubel adotta un atteggiamento più realista quando lascia intendere che tutto sommato non è cosa clamorosa: cell phone trakerBut I am also a realist. Feeds are way way too geeky for most and the benefit does not outweigh the learning curve. So I think RSS has peaked. Roba da geek, insomma, questa tecnologia che secondo Rubel potrebbe aver raggiunto il suo picco di adozione. Personalmente non sono molto stupito e se l'11% è rappresentativo dell'intera popolazione di chi usa internet e il web non è poi così male. Detto diversamente, quando si giudicano cose come queste ci si lascia fatalmente influenzare dalle proprie abitudini e ci si dimentica che cià che per noi è essenziale può non esserlo per altri. Normale interrogarsi sui motivi di questa (presunta) mancata esplosione. Colpa del formato in sé e delle modalità  di fruizione che richiede? O di chi dovrebbe promuoverne diversamente e con più efficace la diffusione?

Continua a leggere Alle donne non piacciono gli RSS

Categoria: XML/RSS

Tags: ,

Ho recentemente avuto modo di suggerire su Fucinaweb alcuni comportamenti per tenere la propria casella di posta elettronica sotto controllo. Mi rendo però conto che - a ben pensarci - oggi rischio quasi di perdere più tempo dietro al lettore di feed RSS, che conta ormai più di 400 iscrizioni, che alla posta elettronica. 400 iscrizioni si traducono in media in un centinaio di interventi al giorno, ed è facile immaginare come il numero, se non presidiato, possa presto diventare ingestibile. Negli ultimi mesi sto però cercando di sperimentare un comportamento con qualche buon risultato. Nello scorrere i diversi interventi con Google Reader marco come importanti quelli degni di nota (simbolo della stella) per un futuro approfondimento. Si tratta al massimo di una decina di interventi al giorno, considerando che molti blog sono (purtroppo) personali e quindi si parla anche di argomenti non sempre di interesse professionale. Segue quindi una seconda passata e se l'argomento è davvero interessante, l'intervento è "premiato" e portato sul mio account delicious. Anche così, comunque, difficile che ci metta meno di mezz'ora ogni giorno per queste operazioni. E presto pure attenzione a non esagerare con le sottoscrizioni, che verifico periodicamente. Riuscite, e come, a tenere sotto controllo i vostri feed?

Continua a leggere Inbox zero per i feed RSS

Categoria: Contenuti e Web Writing

Lo spunto per discutere con voi di questa che sembra essere la modalità  di fruizione dei feed meno diffusa (almeno nella mia percezione), mi viene dall'annuncio (via ReadWriteWeb) dell'uscita di Inbox 3.0, l'add-on gratuito per Microsoft Outlook prodotto da Newsgator (ricordo che è la società  che produce quelli che sono ritenuti da molti i migliori aggregatori desktop in circolazione, FeedDemon per Windows e NetNewsWire per Mac). Tra le novità  segnalate per Inbox 3.0 le principali riguardano l'interfaccia (più integrata in quella dell'ultima versione di Outlook) e la gestione/semplificazione delle operazioni più comuni (sottoscrizione, lettura, archiviazione). Tornando al tema generale, per un certo periodo ho provato anch'io a spostare la lettura di alcuni feed su Apple Mail. Trovo infatti che l'idea che sembra essere alla base del binomio RSS/posta non sia assolutamente sbagliata: insieme ai messaggi di posta, il contenuto di certi feed è in fin dei conti parte del flusso di informazioni personali con cui quotidianamente abbiamo a che fare. Ci sta bene insomma nel contesto di un'applicazione di email, la stessa con cui riceviamo una newsletter o altri tipi di bollettini di informazione periodicamente aggiornati. Ho poi rinunciato, soprattutto perché non molto soddisfatto dell'implementazione della funzionalità  sul programma di Apple. In fin dei conti, è questione quindi di abitudini personali nella gestione delle informazioni. Quanti di voi associano la consultazione dei feed a quella della posta? E in che cosa la trovate una modalità  più consona alle vostre abitudini?

Continua a leggere Leggere i feed RSS nel programma di posta

Categoria: XML/RSS

Tags: , ,

Il numero di iscritti al feed RSS di un sito Web è un parametro molto importante per giudicarne il successo ed il seguito di lettori. Sono diversi i blog, soprattutto in lingua inglese, che mostrano statistiche FeedBurner da urlo: decine (se non centinaia) di migliaia di lettori via RSS sono un patrimonio inestimabile per un blogger. Vediamo le opzioni disponibili per aumentare il numero di subscriber offrendo un "premio" in cambio dell'iscrizione. (more...)

Continua a leggere Aumentare gli iscritti al feed RSS con WordPress

Categoria: CMS

Thingamablog è un'applicazione di blogging open source multi piattaforma, in quanto scritta in Java, e installabile su un client per pubblicare il proprio blog con poco sforzo. A differenza di molte altre soluzioni, Thingamablog non necessita di particolari requisiti come CGI, PHP o Asp, ma solamente di un semplice piano di hosting (anche gratuito) senza database, in quanto la predisposizione delle pagine web avviene in modalità  offline: basta un un accesso FTP per pubblicare le pagine aggiornate sul proprio spazio web. (more...)

Continua a leggere Thingamablog, il blog in pochi minuti

Categoria: CMS

CMSwire, una delle migliori testate on line riguardanti i Content Manager, ha recentemente pubblicato un articolo, intitolato non a caso "The Vulnerability of Web 2.0 Technologies", dedicato ai rischi derivanti da applicazioni create per il Web 2.0. Il post si basa sui dati raccolti dall'"Application Security Trend Report for Q4 2007" stilato dalla Cenzic Inc. che in molti punti si schiera apertamente contro l'utilizzo di piattaforme Open Source e in particolare contro quelle realizzate in PHP. (more...)

Continua a leggere Tecnologie Web 2.0 e vulnerabilità 

Categoria: CMS

(musica e applausi) Ladies & Gentlemen! (silenzio) Voi tutti sapete quanto importanti sono per noi gli RSS. Voi tutti sapete quanto è importante per tutti noi il lavoro dietro le quinte di quanti assicurano lo sviluppo e la crescita di questa tecnologia. Voi tutti sapete quanto gli RSS sono entrati nelle nostre vite cambiando radicalmente il nostro rapporto con il web e con i contenuti. Quello che voi non sapete, è con quanto orgoglio annunciamo l'entrata del nostro Simone Carletti nell'RSS Advisory Board! (applausi, il pubblico si alza in piedi, volano alcune rose sul palcoscenico) Tanto per intendersi: il W3C sta all'HTML come l'RSS Advisory Board sta agli RSS. Prima della sua scalata, Simone era il più titolato autore di post per Edit in quanto ad RSS e Feed. Ora, dopo la consacrazione nell'olimpo degli standard... Simone continuerà  ad essere il più titolato autore di post per Edit in quanto ad RSS e Feed. Complimenti e in bocca al lupo, Simone!

Continua a leggere Ladies & Gentlemen… (annuncio importante)

Categoria: XML/RSS