Continuiamo ad approfondire l'argomento del ROI (il ritorno sull'investimento). Oggi analizziamo il calcolo del ROI delle campagne su AdWords. Il discorso per AdWords in realtà è leggermente diverso rispetto a quello che abbiamo affrontato qualche giorno fa su Facebook Ads. Infatti se si utilizza AdWords per pubblicare annunci sulle SERP (le pagine dei risultati delle ricerche su Google), difficilmente lo si fa per ottenere "brand awarness". (more...)

Continua a leggere Google AdWords: come calcolare il ROI

Categoria: Web Marketing

Tags: ,

Non tutti sanno che Google Analytics consente di tracciare in modo estremamente preciso le visite in ingresso da link su siti esterni, grazie ai cosiddetti "tag UTM". (more...)

Continua a leggere Google Analytics: tracciare i link in ingresso con gli UTM

Categoria: Web Marketing

Questo è il primo di una serie di articoli dedicati al ROI (che, come credo sappiate, è il Return On Investment, ovvero il calcolo della resa di un investimento). (more...)

Continua a leggere Facebook Ads: come calcolare il ROI?

Categoria: Web Marketing

Il Web advertising è sostanzialmente la forma di monetizzazione più diffusa su Internet, un settore in grado di generare un giro d'affari miliardario e capace di ricomprendere diverse modalità di promozione differenziate sulla base dell'utenza, del media e del dispositivo di riferimento; non di rado però ci si chiede quanto gli investimenti destinati alla pubblicità online siano giustificati dai numeri realmente prodotti. A tale domanda si è cercato di dare risposta tramite una recente inchiesta di Bloomberg. (more...)

Continua a leggere Web advertising e traffico “gonfiato”, le dimensioni di un fenomeno in crescita

Categoria: Web Marketing

Persino uno, come chi scrive, poco avvezzo a tali questioni è in grado di capire la formula che è alla base del concetto di ROI (Return on investment). Sicuramente più complicato è trovare la formuletta magica per misurare quello che Seth Godin chiama Return on design. Posto che il design può certamente avere un impatto sul successo o sull'insuccesso di un'applicazione, di un sito o, in genere, di un prodotto, e che il design stesso prevede una qualche forma di investimento in tempo e/o denaro, rimane difficile calcolare con una semplice operazione matematica il ritorno positivo o negativo. Cià rende poi complicata la scelta delle decisioni da prendere: investire di più? E in che direzione? Godin individua però quattro aree in cui ci si potrebbe grosso modo trovare: quella del ritorno negativo, quella neutra in cui il design non ha di fatto un impatto apprezzabile, quella del ritorno positivo, quella in cui un design di qualità  è di fatto il prodotto. Il suggerimento è quello di cercare di comprendere con la massima precisione possibile in che situazione ci si trova (e a quale si vorrebbe pervenire). Solo a quel punto si potranno assumere decisioni sensate e agire di conseguenza. Per dire, stabilito che ci si trova nel secondo scenario, uno potrebbe accontentarsi della situazione e decidere che non vale la pena fare ulteriori investimenti. Avete mai elaborato dei metodi per stabilire il return on design?

Continua a leggere Quando e quanto investire nel design?

Categoria: Web Design

Dunque, ovviamente Web Marketing è un'espressione che significa tutto e niente, quindi il titolo potrebbe sembrare un po' troppo vago. Che intendo? Un ipotetico cliente vorrebbe maggiore visibilità , ma ha pochi soldi. Diciamo 500 euro, ma tanto non credo cambierebbe molto se fossero 600 o 700. Il sito lo ha già .Alcuni ritengono che con cifre di questo tipo sarebbe meglio lasciar perdere, altri ritengono che qualcosa di potrebbe fare e forse sarebbe giusto fare.Non do alcuno spunto. Fate voi. Che ne pensate? Sì? No? Dipende? Da cosa?

Continua a leggere Web Marketing con 500 euro. Si può?

Categoria: Web Marketing

Quanti visitatori arrivano nel nostro negozio dopo aver visitato il nostro sito?UnÂ’azienda sÂ’è posta questa domanda nellÂ’ambito di un progetto di ristrutturazione del proprio sito. Stanno realizzando delle landing specializzate per ognuno dei prodotti. Le landing puntano direttamente alla form di acquisto e mediante un meccanismo software registrano i dati di provenienza, il motore e la chiave di ricerca digitata. Cià che sfugge, però, è chi non comprando nulla sul sito, decide di andare in uno dei negozi sparsi sul territorio italiano. (more...)

Continua a leggere Lo sconto come sistema per verificare chi arriva dal sito

Categoria: Web Marketing

Tags: ,