Ha appena esordito su ICTv un format tutto nuovo dedicato alla programmazione. Si chiama Code It. Il primo appuntamento, curato da Nunzio Fiore, è dedicato alla creazione di una home page a tab con il framework Ext.js. Ecco in anteprima il video. Buona visione. leapard 10.5

Continua a leggere Code It, i video di ICTv dedicati alla programmazione

Categoria: HTML.it

Una curiosità  che vi segnalo velocemente, a beneficio di quanti volessero saperne di più sulle origini degli strumenti con cui quotidianamente lavorano.àˆ una semplice raccolta di link a risorse e biografie dei creatori di trenta linguaggi di programmazione.

Continua a leggere Chi ha creato quel linguaggio?

Categoria: Scripting

Al tema abbiamo accennato qualche altra volta (mi limito a ricordare questo intervento di Gianni Malanga relativo al mondo Microsoft). Ora lo poniamo in forma di sondaggio e discussione aperta. Quali naming conventions usate quando programmate? Mixate italiano e inglese (getArticolo), solo inglese (getItem) o solo italiano (dammiArticolo)? Quali altre convenzioni, magari dettate solo dalla vostra esperienza, usate? Grazie a Roberto per lo spunto ;-)how to get the girl

Continua a leggere Quali regole di naming usate?

Categoria: Scripting

Oltre a leggere un numero assai elevato di tutorial di qualità  in giro per il web, è anche piacevole sfogliare di tanto in tanto qualche buon manuale di programmazione o web design, magari scritto da qualche guru del settore. Rimanendo in tema con i recenti post (Libri di carta sempre aggiornati di Antonio e Ma qualcuno legge libri di programmazione? di Cesare) butto sul tavolo un'altra questione riguardo ai libri cartacei. Sono parecchie volte ormai che giro per diverse librerie in cerca di qualcosa di specifico, e perché no, di "nuovo". Eppure mi ritrovo sempre davanti decine di libri targati "Il linguaggio PHP", "Il linguaggio Javascript" o ancora "L'HTML". Non un libro dedicato a componenti più specifiche ed avanzate come ad esempio JSON, i framework, Wordpress o Joomla o ancora su tecnologie nuove come AIR, Silverlight e cosi via. Tuttavia le collane straniere straripano di libri dedicati alla programmazione ed alle sue meccaniche più evolute ed avanzate, basta fare un giro sui principali portali di e-commerce o sui siti ufficiali degli editori per rendersene conto. Qui non si tratta dell'aggiunta progressiva di nuovi capitoli come proposto da O'Reilly, soluzione che peraltro condivido, ma proprio di assenza di materiale nella nostra lingua. Secondo voi questo è uno dei motivi per cui sempre più utenti acquistano libri online dall'estero, oltre a quello del prezzo?

Continua a leggere Quanto sono specifici i libri di programmazione nelle librerie italiane?

Categoria: Lavoro

In questi giorni stavo curiosando un po' di risorse sull'argomento Ruby e RubyCocoa, con l'intento di cominciare a sfruttare le API messe a disposizione dal framework Cocoa per la programmazione di applicativi su Mac OSX. Nonostante Objective-C sia il linguaggio principale per lo sviluppo di applicazioni per Mac, negli anni anche Ruby ha saputo far valere le proprie ragioni. Ma non è di questo che volevo parlarvi. Passando da RubyCocoa Resource sono approdato al sito di Tim Burks ed ho scoperto l'esistenza di un linguaggio di programmazione che ignoravo del tutto: Nu. Nu is an interpreted object-oriented language. Its syntax comes from Lisp, but Nu is semantically closer to Ruby than Lisp. Nu is implemented in Objective-C and is designed to take full advantange of the Objective-C runtime and the many mature class libraries written in Objective-C. Nu code can fully interoperate with code written in Objective-C; messages can be sent to and from objects with no concern for whether those messages are implemented in Objective-C or Nu. (more...)

Continua a leggere Nu: un linguaggio a metà  tra Ruby e Objective-C

Categoria: Ruby

Non sono un programmatore, per cui l'importanza di concetti come ereditarietà , oggetto prototipo e via dicendo l'ho semplicemente intuita nel corso del tempo editando e traducendo articoli per HTML.it.Andrea Giammarchi (che evidentemente il giorno di Pasqua non ha di meglio da fare :) ) ha scritto su questi argomenti un corposo documento che sintetizza in una sola pagina aspetti del linguaggio spesso poco compresi (sono parole sue) da molti programmatori. Buona lettura.

Continua a leggere Ereditarietà  e prototipi in Javascript

Categoria: Scripting

Per la serie "Divagare ogni tanto fa bene", ma anche "Chi siamo noi per non rilanciare su Edit questa discussione in corso su Reddit"...Qual è la musica più adatta per accompagnare il nobilissimo esercizio della programmazione? Ma va bene anche per il design, ovvio.

Continua a leggere Musica per le mie orecchie (di programmatore)

Categoria: Scripting

Alex Russel ha da poco scritto CSS 3: A Giant Serving Of FAIL, un intervento in cui illustra quanto i CSS 3 siano poco flessibili e modulari. Sarebbe bello, dice, se si potesse scrivere qualcosa del genere: @define hlColor red; @define hlBgColor yellow; @define oUpdateColor #3f5070; (more...)

Continua a leggere Variabili e modularità  con i CSS

Categoria: CSS

Riporto (traducendo) l'incipit di questo post di Abhijit Nadgouda: Qual è il modo il modo migliore per imparare a programmare? Creare programmi, ovvio! Io credo che un blog engine sia uno dei pochi strumenti software che usa tutte le basi della programmazione per il web e che è al tempo stesso sufficientemente facile da capire. Cosa più importante, dà  anche la possibilità  di imparare qualcosa di più della semplice programmazione: parlo dei concetti, delle moderne tecnologie e dell'architettura che sono alla base del nuovo web. Tutti d'accordo?

Continua a leggere Un’applicazione per blog come palestra per imparare a programmare

Categoria: Software e Servizi