Quali sono i linguaggi di programmazione meno popolari che offrono opportunità di lavoro agli esperti o a chi avesse voglia di imparare tutto il necessario per diventarlo? Un elenco aggiornato lo propone Dice.com, sito specializzato nella ricerca&offerta di lavoro hi-tech che ha quindi accesso a uno sguardo privilegiato sul settore. (more...)

Continua a leggere I linguaggi meno popolari che danno lavoro

Categoria: Lavoro

La prestigiosa pubblicazione dell’Institute of Electrical and Electronics Engineers (IEEE) ha realizzato una “app” Web che mette in fila i linguaggi di programmazione più popolari, o quantomeno quelli più discussi in seno alle fonti on-line selezionate per stilare la classifica. (more...)

Continua a leggere I linguaggi di programmazione più popolari secondo IEEE

Categoria: Software e Servizi

Ottimizzare la velocità di caricamento di un sito Web è il metodo più rapido per incrementare visite e la permanenza dell'utente. Nel 2013 il peso di ogni singola pagina web è cresciuto del 37%, con un totale di 1.7 MB e 96 richieste HTTP per accesso, un fatto che tende a scoraggiare l'utente soprattutto in un periodo di affermazione della navigazione mobile. Non solo più pesante è una pagina maggiori sono i tempi d'attesa - bastano 2 secondi perché l'utente si irriti e passi altrove - ma ad aumentare è anche il consumo di banda mensile, sempre limitata nei contratti telefonici. Come migliorare la propria performance, andando quindi incontro alle esigenze del navigatore? (more...)

Continua a leggere Consigli per ridurre il peso delle pagine Web

Categoria: Web Design

Non tutti lo conosceranno, ma Scratch è una delle piattaforme più interessanti per insegnare ai bambini la programmazione al computer, il tutto giocando e divertendosi. Elaborata dal 2006 dal MIT di Boston, la suite si è diffusa a macchia d'olio ed è lo strumento di punta per avvicinare i più piccoli all'universo dello sviluppo informatico, dato l'animo interattivo e appassionante che riunisce scienza, matematica, arti, musica e molto altro ancora. Grazie al CampusLaCamilla di Concorrezzo (Monza e Brianza), nasce il primo corso Scratch dedicato a studenti dai 7 ai 14 anni. (more...)

Continua a leggere Un corso Scratch per bambini al CampusLaCamilla

Categoria: Eventi e segnalazioni

Il Basta! Italia si conferma un evento di grande interesse per i professionisti del software, questo grazie agli interventi, all'altezza delle aspettative e agli ospiti di altissimo livello. La KeyNote di Dino Esposito è assolutamente degna di nota.Con lui abbiamo ripercorso gli ultimi 10 anni della storia della programmazione: abbiamo riso delle vecchie "guerre di religione" tra linguaggi (il tutti contro tutti tra c++, Delphi, VisualBasic e quanti altri) e riflettuto sulle ragioni che, negli anni, ci hanno portato a scartare e poi a rivalutare teorie e concetti dell'Informatica con la 'I' maiuscola. La riflessione più interessante è infatti quella sulla "complessità " delle applicazioni. In sintesi Dino sottolinea come alla fine degli anni '90 e negli anni 2000 non fosse tanto necessario applicare tutte le teorie che la Scienza dell'Informazione già  contemplava ampiamente (OOP, OOD, design pattern, etc.): era necessario piuttosto produrre rapidamente. Di qui il successo degli ambienti di sviluppo RAD in quegli anni. (more...)

Continua a leggere Basta! Senza software si torna al medioevo, parola di Dino Esposito

Categoria: Eventi e segnalazioni

Non so quanti di voi abbiano mai letto questa celebre frase dello scrittore di fantascienza americano Robert Anson Heinlein. La riporto qui a beneficio di tutti: Un essere umano deve essere in grado di cambiare un pannolino, pianificare un'invasione, macellare un maiale, guidare una nave, progettare un edificio, scrivere un sonetto, tenere la contabilità , costruire un muro, aggiustare un osso rotto, confortare i moribondi, prendere ordini, dare ordini, collaborare, agire da solo, risolvere equazioni, analizzare un problema nuovo, raccogliere il letame, programmare un computer, cucinare un pasto saporito, battersi con efficienza, morire valorosamente. La specializzazione va bene per gli insetti. Ora provate a restringere il discorso intorno al mondo dello sviluppo e della programmazione. Magari qualcuno potrà  commentare che la specializzazione è cosa buona e auspicabile anche in ambiti diversi da quello strettamente entomologico :) Funziona? Conviene? La consigliereste a chi inizia a muovere i primi passi nell'intricato universo del software e dei linguaggi di programmazione?

Continua a leggere La specializzazione va bene solo per gli insetti?

Categoria: Lavoro

Credo che per l'ultimo fine settimana di quasi vacanza ci si possa concedere di giocare un po' :) Perché i risultati dell'indagine proposta sul blog di Dolores Labs sono ben lungi dal rappresentare qualcosa di scientifico. Ci si è affidati ai tweet di un po' di persone per tentare di estrapolare dei dati sul livello di soddisfazione che si trae dall'uso di questo o quel linguaggio di programmazione. Felici, allora, quelli che usano Perl, decisamente meno quelli che usano COBOL. In mezzo gli altri. Soprattutto se si ha dimestichezza con più di un linguaggio credo qualche confronto si possa fare: quale linguaggio riesce a fare di voi dei programmatori felici?

Continua a leggere Uso quel linguaggio… e sono felice

Categoria: Lavoro

Ehmmm... non vorrei scatenare una guerra, con tutta sincerità  vi assicuro che fino a due giorni fa ignoravo che potesse essere argomento di flame o cose simili :). Esiste o non esiste una differenza di fondo tra linguaggi di scripting e linguaggi di programmazione? E se sì, quel è? àˆ addirittura possibilire stabilire delle gerarchie? Due giorni fa, infatti, ho letto questo post con cui Jeff Atwood riprendeva le considerazioni svolte da Larry Wall (il creatore di Perl) in un vecchio intervento intitolato "Programming is Hard, Let's Go Scripting". Aggiungo solo il commento di Simon Willison... Che tristezza! Non posso credere che la falsa distinzione tra "scripting" e "programmazione" sia ancora oggetto di discussione. ...e vi passo la palla.

Continua a leggere Scripter o programmatore?

Categoria: Scripting

Oltre che per scopi puramente lavorativi, a mio avviso un web designer o programmatore deve essere motivato da un'ampia dose di passione verso l'arte della scrittura di codice. Scrivere codice è un po' come preparasi alla pittura su di una tela completamente bianca: si è limitati solamente dalle proprie capacità  creative (oltre che ovviamente dai limiti insiti nella tecnologia utilizzata, che vanno sempre conosciuti). Ma estendiamo il campo senza limitarci alle tecnologie web, includendo tutti i linguaggi di programmazione, siano C, C++, Ruby, Python, Perl, etc: qual è il linguaggio con cui vi trovate più a vostro agio e, soprattutto, per quali motivi? (more...)

Continua a leggere Questo linguaggio mi piace perchà©…

Categoria: Scripting

Il titolo dell'intervento di d'bug, 5 lessons every Web developer must learn, è - a dire il vero - un po' pretenzioso e il contenuto a volte troppo facile da condividere, ma a volte vale la pena ripetersi. Ecco in breve i 5 punti: Non sei sempre la persona più intelligente nella stanza: considera le diverse alternative invece di puntare i piedi sulla tua L'esperienza conta, soprattutto quella dei colleghi Non esiste la bacchetta magica, e non esiste il linguaggio di programmazione senza difetti Le novità  non sono sempre così eccitanti Non combattere tutte le battaglie: a volte limitati a esprimere la tua opinione Troppo banale?

Continua a leggere 5 lezioni per ogni sviluppatore web

Categoria: Scripting