Si sono da poco concluse le elezioni politiche 2008 e i siti web di partiti e personaggi politici sono stati utilizzati come strumento essenziale per la propaganda elettorale. Sfogliando qualche sito qua e la, è facile individuare quelli che hanno scelto soluzioni open source per rappresentare la propria identità  o il proprio partito. Partiamo dal sito del neo ministro Mara Carfagna che, nonostante la rimozione di molti tag e commenti nel codice sorgente, utilizza Joomla 1.0.x con il template OneMoreThing di RocketTheme accuratamente "customizzato" (tranne l'immagine di anteprima del template che ne svela l'origine) ma non fa uso di alcuna tecnica SEO, fattore che rende difficoltosa la ricerca del sito, se non avendo prima visitato altri siti non ufficiali. Curiosa è anche la customizzazione (o pulizia) dell'interfaccia amministrativa. (more...)

Continua a leggere Joomla utilizzato da maggioranza e opposizione

Categoria: CMS

Per i politici italiani la rete Internet è sempre più importante. Inviti ai blogger per le feste di partito? Briciole. Ministri che curano un sito web? Macché. Illuminate proposte di legge in materia? Figuriamoci. Semplicemente la Camera mette mano al [nostro] portafoglio e...Tratto da Il Tempo: Nel 2005 la Camera ha speso circa 4 milioni di euro di informatica. Hardware e software. Bastano? Non bastano. LÂ’ordine del giorno 2/26, firmato dal capogruppo dellÂ’Udeur Fabris e altri colleghi, chiede "un piano di acquisizione di strumenti informatici portatili di ultima generazione, ad esempio i palmari Blackberry, da assegnare ai singoli deputati al fine di permettere loro di svolgere al meglio la loro attività ". Accettato. I deputati avranno i minicomputer. Costo, intorno ai 469 euro al pezzo. Per 630 parlamentari. Basta? Non basta.LÂ’ordine del giorno 2/21 del deputato Jannone (Fi) e altri, chiede "la predisposizione dellÂ’impianto Internet wi-fi senza fili (e senza costo, ndr) nellÂ’aula della Camera". Accettato. LÂ’onorevole Grillini (LÂ’Ulivo) non lascia. Raddoppia. E ottiene, con lÂ’ordine del giorno 2/13, che Internet wi-fi sia esteso anche al Transatlantico. Basta? Non basta. Se lÂ’Aula e il Transatlantico sono sistemati, i Gruppi parlamentari non possono essere da meno. Sicché i deputati questori accolgono lÂ’odg 2/23 Fabris (Udeur) per "un significativo incremento degli stanziamenti per lÂ’adeguamento informatico".Di fronte a tutta questa tecnologia, però, il membro della Camera rischia di trovarsi spiazzato. Niente paura. Ci pensa lÂ’onorevole Fratta Pasini (Fi). Ordine del giorno 2/22. Data "la crescente informatizzazione dellÂ’attività  dei parlamentari si chiedono corsi di informatica per i deputati". Non passa, invece, la linea informatica open source: "da segnalare alcune proposte no global. Quella firmata da Caruso di Rifondazione che, per fare un dispetto al capitalista Bill Gates, chiede alla Camera di 'usare i software open source. Economici e più sicuri degli altri'. Bocciato...".

Continua a leggere Per i politici Internet é davvero fondamentale

Categoria: Eventi e segnalazioni

di

E' interessante notare il progressivo avvicinamento tra le tematiche di Internet e le tematiche politiche. Gli spunti di avvicinamento sono molteplici, ed è una conseguenza del tutto naturale il fatto che i due poli si guardino con crescente interesse. Internet è ormai un fenomeno imponente, consolidato, con i suoi problemi che solo un impegno politico è in grado di derimere; nel contempo Internet ha ormai costituito una massa critica che ha un suo peso non indifferente, il che non può che attrarre l'attenzione di chi sul consenso delle masse erige la propria attività  quotidiana; Internet inoltre è un vero e proprio motore di opinioni e dibattiti, e la politica dal canto suo ha il compito di regolamentare un mondo che giorno dopo giorno apre problematiche nuove. Eppure l'approccio reciproco, anche se ovvio, non è così naturale. Ci è voluto un po' di tempo prima che le due parti trovassero un tavolo di discussione. Per questo motivo è quantomeno interessante l'incontro organizzato da Blogosfere presso la Camera dei Deputati (Sala del Cenacolo, Vicolo Valdina 3/A, Roma) dal titolo "Elezioni e Internet: convergenze parallele? La rete, la comunicazione mobile e la campagna elettorale 2006". Modererà  l'incontro il giornalista di Rai 3 Giovanni Floris. àˆ annunciata la presenza dell'On. Paolo Gentiloni (Presidente commissione vigilanza Rai e resp. comunicazione La Margherita), dell'On. Antonio Palmieri (Resp. comunicazione Forza Italia), di Luca De Biase (NOVA, supplemento de Il Sole 24 ore), di Marco Montemagno (Amministratore Delegato Blogosfere) e di Carlo Erminero (Presidente CE&Co.). Un apposito blog è stato aperto per presentare l'evento e proprio i blog potrebbero essere uno dei più stuzzicanti argomenti che l'evento potrebbe affrontare. (more...)

Continua a leggere Politica e web

Categoria: Eventi e segnalazioni