La minificazione del CSS, detta anche "compressione", è una tecnica serve per ridurre ai minimi termini il codice stesso. Minimizzare quest'ultimo significa rimuovere spazi vuoti, new line, commenti, delimitatori di blocco e tutto ciò che risulta superfluo dal punto di vista funzionale. Si tratta quindi di un processo che riduce il sorgente rimuovendo da esso elementi inutili. (more...)

Continua a leggere Tools per la Minificazione di CSS

Categoria: CSS

L'articolo si presenta come una beginner's guide all'ottimizzazione del caricamento degli script o di librerie come jQuery. Tanti trucchi, magari noti ai più ma che è sempre bene tenere a mente. Una sezione dell'articolo è dedicata ad una libreria che molto favore sta riscuotendo tra gli sviluppatori in merito alla risoluzione dei problemi di performance nel caricamento di Javascript, LABjs. Sul tema (si parla anche di requireJS) vi segnalo l'articolo Javascript: ottimizzare le performance di caricamento di Marco Solazzi, uscito un paio di settimane fa nella sezione Javascript di HTML.it.

Continua a leggere Ottimizzare il caricamento di Javascript

Categoria: Scripting

HTML5, per Google, non è solo lo spunto per creare utilissime risorse per gli sviluppatori, è da tempo adottato con profitto in numerosi dei servizi di Big G. E sempre più lo sarà . Stando alle parole di Adam de Boor, uno degli ingegneri responsabili di Gmail, riportate da Computerworld, il servizio di posta di Google potrebbe presto avvantaggiarsi a livello di performance e usabilità  generale delle nuove funzionalità  introdotte con HTML5 e CSS3. Per il linguaggio di markup si tratta essenzialmente di sfruttare al meglio le nuove API previste per lo storage e lo scambio dei dati, mentre per i CSS3 si punta alla sostituzione con le nuove proprietà  definite nella specifica di effetti finora ottenuti via Javascript/DOM. Quest'ultimo passaggio, secondo i test svolti da Google, porterebbe ad un miglioramento delle prestazioni e del rendering della pagina pari al 12%. Poco? Forse no per chi ha come obiettivo ultimo, sempre parole di de Boor, quello di far caricare Gmail in meno di un secondo.

Continua a leggere Gmail, HTML5, CSS3 e le performance

Categoria: Web Standards

echo e print sono due costrutti fondamentali di PHP e nell'uso quotidiano sono praticamente identici. echo "Edit il blog di HTML.IT"; print "Edit il blog di HTML.IT"; La differenza fondamentale risiede nel fatto che echo è in grado di stampare una o più stringhe, mentre print ne gestisce una per volta. echo "Edit ", "il ", "blog ", "di ", "HTML.IT"; print "Edit il blog di HTML.IT"; Inoltre tra i due c'è un impercettibile, ma in alcuni constesti determinante, o almeno avvertibile, scarto tra le prestazioni: echo infatti sarebbe circa il 20% più veloce di print. Personalmente, uso sempre echo: è più breve da scrivere, mi permette di stampare più stringhe contemporaneamente senza ricorrere alla concatenazione e pare abbia qualche vantaggio in termini di performance. E voi, quale usate? E perché?

Continua a leggere echo vs. print

Categoria: PHP e Open Source

Inutile nasconderlo: sarà  per le numerose novità  previste, sarà  per i tempi biblici del rilascio, sarà  per il trambusto suscitato dall’affare Oracle-Sun, quel che è certo è che l’attesa per Java SE 7 è grande, e le recenti parole di Mark Reinhold in un Oracle TechCast hanno avuto una notevole eco in rete. Molte delle novità  annunciate, racchiuse in sottoprogetti (con codename quali Jigsaw, Coin, Type Annotations, ecc.) erano già  nell’aria da tempo, ma il fatto che arrivino conferme ufficiali da addetti ai lavori come Reinhold, software engineer impegnato in OpenJDK, non può che essere accolto come un buon segno per chi aspetta il rilascio di Dolphin. (more...)

Continua a leggere Verso Java 7: performance e linguaggi dinamici

Categoria: Java

A leggere le diverse raccolte di best practices sul miglioramento delle performance nel caricamento di pagine e siti web, sembrerebbe che le responsabilità  maggiori su questo fronte ricadano sugli sviluppatori: sta a loro, in fin dei conti, applicare metodi e tecniche. Secondo Steve Souders, però, anche i produttori di browser possono fare molto. Per esempio iniziando a modificare il comportamento dei loro software su tanti infopharm.com aspetti che hanno un impatto sulla velocità  di caricamento delle risorse. Quali siano questi aspetti Souders lo specifica in questo interessante articolo (interessante anche per gli sviluppatori, che se non possono intervenire nella soluzione del problema specifico, possono almeno prendere coscienza delle tante insidie alla velocità  con cui devono confrontarsi). Che si tratti di migliorare il supporto per il download parallelo degli script o dell'incorporamento dei font esterni con @font-face o dell'interazione tra fogli di stile e iframe, di lavoro ce n'è tanto da fare.

Continua a leggere Browser e performance

Categoria: Software e Servizi

Zend e Acquia, l'azienda del creatore di Drupal, hanno presentato i risultati dei benchmark effettuati per individuare l'ambiente server ideale per il deployment di Drupal, la piattaforma open source per la pubblicazione sociale. Sono stati confrontati sia su Linux che Windows le principali tecnologie dedicate alle perfomance come Zend Server, APC e "Windows Cache Extension for PHP". Inoltre sono state valutati i vari livelli di caching disponibili, normale ed aggressivo, oltre che Pressflow il quale contiene il backporting del full page caching di Drupal 7. (more...)

Continua a leggere L’ambiente server ideale per Drupal

Categoria: PHP e Open Source

Difficile stare dietro a tutti gli annunci di Google in questi giorni. Tra tanto altro, Big G ha pure trovato modo e tempo di presentare Speed Tracer. Si tratta di un'estensione per Chrome che consente di svolgere una diagnosi dei problemi che possono impedire un caricamento e una resa veloce/performante della pagina (sul sito, oltre che la documentazione completa del tool, è disponibile anche questa interessante sezione con esempi di scenari reali su cui operare grazie all'uso dell'estensione). Speed Tracer analizza in particolare tutto quanto è legato all'esecuzione di codice Javascript, alla resa del layout via CSS, alla manipolazione del DOM, alle richieste Ajax, etc. Ricordo che un'estensione simile ma non identica nelle funzionalità  (richiede l'accoppiata Firefox/Firebug) è YSlow, a suo tempo rilasciata dal team di sviluppo di Yahoo. Cià detto, l'enfasi posta da questo e altri annunci che declinano in vari modi il concetto di velocità , mi porta a fare una considerazione: tutto buono e giusto, e ogni sviluppatore dovrebbe magari prestare tutta l'attenzione possibile ai dettagli che possono migliorare la fruizione delle pagine del sito in termini di performance, ma esiste spesso un problema a monte di fronte al quale questa corsa al risparmio di pochi nanosecondi mi fa un po' sorridere. C'è un sacco di gente per cui la banda larga è ancora utopia. Molta più di quanto si pensi. Ecco, più che una cosa come Speed Tracer, io promuoverei come obbligatorio per chi i siti li fa l'adozione di un simulatore dei 56kbps :) Tenete conto di questo dato nel momento in cui sviluppate siti e applicazioni web o è chiedere troppo? canada levitra online

Continua a leggere Più veloci della luce (ma dipende…)

Categoria: Web Design

Abbiamo parlato altre volte su questo blog di Steve Souders e della sua attività  sul versante dell'ottimizzazione della velocità  nella resa di siti e applicazioni web. Il nostro, divenuto per certi versi su questo tema quello che Jakob Nielsen è per l'usabilità , ha pubblicato un seguito del suo primo libro, High Performance Web Sites, quello che conteneva le famose 14 regole per rendere il più possibile performante un sito. Il titolo è Even Faster Web Sites. Il sito ufficiale del libro comprende una sezione ricca di esempi dedicati all'ottimizzazione di Javascript, Ajax e anche CSS (l'ultimo capitolo), con tanto di confronti sul filo dei ms tra varie tecniche e metodi. Una pecca: gli esempi non sono corredati dai listati con il codice usato, per cui si deve far ricorso al view source (sì, lo so che tutto è pensato per essere abbinato alla lettura del libro, però un piccolo sforzo si poteva fare ;) ). Per una sintesi del Souders-pensiero, poi, ecco fresca fresca questa lunga intervista rilasciata a James Turner di O'Reilly.

Continua a leggere Siti sempre più veloci

Categoria: Scripting

Rilasciata da Getify Solutions con il supporto e la collaborazione di Steve Souders, LABSjs è una libreria che consente di ottimizzare il caricamento degli script collegati ad una pagina. Dal post di presentazione: Oltre a far sì che gli script Javascript vengano caricati in parallelo (per quanto è possibile), gli script stessi vengono caricati in parallelo con le altre risorse incorporate nella pagina. Cià significa che tutte le risorse della pagina saranno caricate nello stesso tempo piuttosto che dover aspettare che una finisca di essere caricata per passare alla successiva, cosa comune nell'implementazione del tag script su molti browser.cialis no rx Oltre ad evidenziare i vantaggi della libreria, il post offre soluzioni anche per i possibili effetti collaterali derivanti dal suo uso.

Continua a leggere Ottimizzare il caricamento degli script con LABSjs

Categoria: Scripting