La possibilità di affacciarsi al grande pubblico della Rete è certamente democratica: chiunque, anche approfittando delle numerose piattaforme a tema, può condividere pensieri, opinioni, fotografie, video o quant'altro. Ottenere una reale audience, tuttavia, è decisamente più difficile: non è detto che ciò che si propone sia effettivamente interessante per una porzione di pubblico ampia, inoltre la concorrenza non è solo enorme, ma anche decisamente spietata. Quali sono gli ostacoli più frequenti nel costruire un gruppo di fedeli follower e, ancora, quali le strategie per cercare di incrementare il proprio pubblico? (more...)

Continua a leggere Incrementare l’audience online: ostacoli e consigli

Categoria: Contenuti e Web Writing

Di questo servizio che nelle intenzioni di Google dovrebbe rappresentare la terza gamba (dopo AdWords e Analytics) della sua offerta rivolta ai gestori di siti che vogliano capitalizzare al meglio i loro contenuti in termini economici, abbiamo parlato nel momento in cui veniva aperta la fase (non aperta a tutti) di beta testing. Cito da quel post: Il servizio consentirà  di creare differenti versioni di una landing page, che saranno poi servite in maniera assolutamente casuale agli utenti. Tenendo traccia del modo in cui gli utenti stessi interagiscono con queste differenti versioni della pagina, fornirà  poi dati in grado di far scegliere al propriatario/gestore del sito il miglior layout (o almeno quello più efficace dal punto di vista dell'advertising). Da ieri, pur mantenendo l'etichetta di beta Website Optimizer è aperto a tutti i titolari di un account AdWords. Potete partire dalla home page per ottenere informazioni utili sul funzionamento del sistema, ma un'ottima introduzione (in italiano) è questo post pubblicato un mesetto fa sul blog di Robin Good.

Continua a leggere Google Website Optimizer aperto a tutti

Categoria: Web Marketing

Immaginate di avere un piano cartesiano con il rank sulle ordinate (Y) ed il tempo sulle ascisse (X).Quando pubblicate un nuovo post, tempo 0, lo stesso si posiziona dopo due giorni (X1 = 2) in 3 posizione (Y = 98, dato che 100 è il massimo).Passano un paio di settimane senza variazioni sulle ordinate (cioè il post resta lì), poi il post precipita al punto 0. Tradotto sulle coordinate cartesiane, abbiamo Y = 0 e X2 = 16 (circa).Passano ancora due settimane ed il post risale alla 8 posizione (Y = 93). X3 intanto è diventato 30.Adesso, se operate in un settore pulito, senza influenze sospette, noterete che per il vostro blog ogni nuovo post vede applicata la stessa curva. In sostanza, partite in alto (soprattutto in certi momenti dellÂ’anno), quindi ci restate, scendete a precipizio, risalite alla vera posizione che vi spetta (di solito leggermente più bassa di quella che avevate inizialmente) e da lì sarà  linea piatta.A questo punto, due possibilità : tentate di modificare il post per risalire la china; in base alla curva, fate un nuovo post per la chiave in esame, ogni X2 giorni circa. Con questo sistema, avete sempre un post al top delle vostre possibilità  per la chiave in esame.

Continua a leggere Curva di visibilità  di un nuovo post

Categoria: Motori di ricerca