Si chiama Cruz ed è l'ultimo arrivato nel panorama dei browser per Mac OS X (è richiesta la versione 10.5 o superiore del sistema operativo). Il motore di rendering è WebKit, cosa che garantisce all'utente le stesse capacità  in termini di supporto degli standard offerte dall'ultimo Safari. Le differenze rispetto al browser di Apple si concentrano nell'area delle funzionalità  avanzate e dell'interfaccia: custom essay writing service supporto nativo per gli script basati su Greasemnokey; estendibilità  tramite plug-in; modalità  full screen; supporto per TinyUrl; creazione di finestre di applicazioni; possibilità  di creare a attivare barre laterali personalizzabili. E tanto altro, per cui vi rimando al sito ufficiale. In home page trovate anche una serie di utili screencast.

Continua a leggere Cruz, un nuovo browser per Mac

Categoria: Software e Servizi

Ieri ho letto su oss|blog che dovrebbe presto essere disponibile IEs 4 Mac, una versione appositamente creata per Mac OS X di IEs 4 Linux, la soluzione creata da Sérgio Luà­s Lopes Jàºnior per installare ed eseguire facilmente su Linux il browser di Microsoft.In realtà , un porting (provvisorio) di IEs 4 Linux per Mac esiste già . Si chiama ies4osx ed è opera di Mike Kronenberg, lo stesso che sta lavorando su IEs 4 Mac. Pur avendo Parallels e Bootcamp con Windows XP e, rispettivamente, IE7 e IE6, l'ho voluto provare. Funziona, l'installazione è semplicissima, anche se mi sono limitato a scaricare solo IE6.Dovendo giusto testare una cosa sulle PNG trasparenti su Explorer ho però subito verificato un problema. (more...)

Continua a leggere Sono affidabili i browser “virtuali”?

Categoria: Software e Servizi

Usi Mac OS X? Ti piace Gimp? Trovi scomodo, irritante, sgradevole etc. etc. che per usare questo gioiello di programma devi appoggiarti a X11? Beh, allora tieni incrociate le dita, perché presto potrebbe arrivare una sorpresa.Via Digg ho letto di questo messaggio apparso sulla mailing list degli sviluppatori di Gimp. Pare che qualcuno sia riuscito a compilare il programma come applicazione nativa per Mac OS X. Ecco uno screenshot.

Continua a leggere Gimp su Mac senza X11

Categoria: Grafica

Tags: ,

A fine ottobre sono stato qualche giorno a Londra e ne ho approfittato per fare un salto all'Apple Store in Regent Street. A colpirmi non sono stati tutti quegli iPod messi lì sui tavoli, i Mac Book connessi a internet liberamente utilizzabili e nemmeno lo stupefacente Cinema Display da 30". In venti minuti ho visto ben quattro persone entrare nel negozio e uscire subito dopo con in mano il pacchetto di Parallels Desktop. Badate, non stiamo parlando di uno sfizioso giochino, ma di un software di virtualizzazione per far girare su Mac altri sistemi operativi, roba da geek o poco meno. (more...)

Continua a leggere Nella vita ci vuole coerenza

Categoria: Software e Servizi

Buona soprattutto per gli switchers (quelli che alla fine capiscono, per intenderci ;-)) questa lista di software per il web development su Mac OS X. Si va da MAMP, il mega-pacchetto che si installa in una sua directory ad hoc con Apache, MySQL e PHP, a Locomotive (buon punto di partenza per iniziare a usare Ruby on Rails), passando per editor tipo TextMate e altre utility, molte delle quali segnalate nei commenti.

Continua a leggere Web development su Mac OS X

Categoria: Software e Servizi

Nei giorni scorsi hanno suscitato un certo scalpore gli annunci di Mark Pilgrim e Cory Doctorow di Boing Boing, due nomi celebri della blogosfera internazionale e fino ad oggi fan accaniti di Apple. Entrambi hanno deciso di fare il grande passo dal software commerciale a quello open source abbandonando Mac OS X a favore di Ubuntu.Pilgrim ha pensato bene di dedicare al software fondamentale per Linux/Ubuntu la sua lista degli Essentials per il 2006. Magari può tornare utile a chi voglia seguire lo stesso percorso.

Continua a leggere Il meglio per Ubuntu

Categoria: Software e Servizi

Il bello dei blog è che quando hai un'idea e non hai tempo per buttare giù due parole, c'è sempre qualcuno che ti anticipa e fa il lavoro sporco per te :).Mirko Corli chiude in questo post il cerchio degli interventi dedicati alla dotazione di software per il web design sui diversi sistemi operativi, riprendendo il post di Alessandro Fulciniti su Windows e quello di Francesco De Francesco su Linux.Rispetto alla lista di Mirko, aggiungerei solo un programma e una considerazione.Il programma è SnapNDrag, il mio cattura-schermate di default (free). La considerazione è invece questa: su Mac, IMHO, è il segmento del freeware per il web design ad essere molto meno ricco, per quantità  e qualità , rispetto a Windows. Un aspetto negativo in parte compensato passando dal design allo sviluppo, dove il cuore UNIX di Mac OS X consente di attingere a piene mani ad una smisurata collezione di risorse Open Source.

Continua a leggere Web design sul Mac

Categoria: Software e Servizi

Come molti sanno, al momento dell'uscita dei nuovi Mac con processore Intel, è stato indetto un vero e proprio concorso per premiare chi sarebbe riuscito a far girare sulla stessa macchina e in dual boot Mac OS X e Windows XP. Tutti i dettagli (compresa la guida in italiano) sul sito OnMac.net.Ho seguito con trepidazione tutte le fasi del progetto. Trovavo la prospettiva del dual boot molto allettante per diverse ragioni. Ma.... Nel momento in cui è arrivata la soluzione, ho rinunciato (almeno per ora). Un po' perché il sistema di installazione è ancora decisamente macchinoso, un po' perché non avrei davvero il tempo di infilarmi in un procedimento lungo e che rischia di farmi perdere tempo prezioso, un po' per ragioni legate alla disponibilità  attuale di tutti i driver necessari.Ma soprattutto, mi sono convinto che per le mie esigenze l'ideale non è una soluzione tipo dual boot, ma basata su una qualche forma di emulazione (meglio ancora sarebbe di virtualizzazione). àˆ il sistema, per intenderci, su cui si basano software come VirtualPC (purtroppo non disponibile al momento per piattaforma Mac/Intel).Di fatto, cià di cui ho bisogno è affidarmi di tanto in tanto a Windows per operazioni come test di siti e servizi, o l'utilizzo di un paio di software per cui non ho trovato degni sostituti su Mac. Stando così le cose, è di gran lunga più conveniente un sistema che mi consenta di fare tutto senza lasciare l'ambiente Mac. In attesa di soluzioni più performanti e più stabili (si vocifera che la stessa Apple possa introdurle nella prossima versione di Mac OS X), mi sono affidato a Q, la versione ottimizzata per Mac del noto QEMU. Se si esclude la lunghezza del processo di installazione di Windows XP, tutto ha funzionato e funziona a meraviglia. Unico neo la relativa lentezza con cui gira il sistema operativo di Microsoft (ho dovuto infatti rinunciare, come vedrete, a certe caratteristiche avanzate dell'interfaccia).Ah dicevo di IE7, ecco lo screenshot.

Continua a leggere Ho installato IE7… su un iMac!

Categoria: Software e Servizi

Tags: , , , ,

La storia l'avevamo raccontata in un aggiornamento di un vecchio messaggio. Giudicando fallaci i risultati del test amatoriale "Rm My Mac", Dave Schroeder, un dipendente della divisione Informatica dell'Università  del Wisconsin, aveva attivato un dominio gestito da un Mac Mini per sfidare hacker e affini a provare a penetrare nel sistema ed eseguire un defacement dell'homepage. Il dominio, ora non più attivo, era ospitato dalla Wisconsin University che, appena saputo della faccenda, ha provveduto a rimuoverlo. Il testo che segue si legge nella cache della pagina di Yahoo!: Ieri abbiamo scoperto la sfida Mac OSX, un'attività  non autorizzata dalla Università  di Madison. Non appena il test è giunto all'attenzione del nostro direttore egli ha provveduto a concluderlo. Nessuno è riuscito a "bucare" il server Mac. Cracker hanno però tentato diversi attacchi di Denial Of Service che tuttavia non hanno messo in pericolo la stabilità  della rete universitaria e nemmeno del piccolo computer Apple. I risultati del test si possono leggere su un messaggio di un forum online. Il dato più importante: durante le 38 ore del test non sono stati registrati accessi non autorizzati.

Continua a leggere Mac sopravvive a secondo “hacking test”

Categoria: Sicurezza

La storia è curiosa e i risvolti interessanti. Lo scorso 22 febbraio dalla Svezia viene messo online il sito rm-my-mac. Dall'homepage viene chiesto a chiunque di provare a bucarlo e a cancellare tutto quello che vi si trovi dentro. La gara è stata chiamata Rm My Mac, dove rm è il comando con cui nei sistemi Unix like si cancella un file o una directory. L'hardware era un Mac Mini, il sistema operativo era Tiger aggiornato alle ultime versioni e patch di sicurezza. Sul Mac erano anche installate versioni di Apache, MySQL e un server Ldap per la gestione degli account. L'impavido possessore di Mac aveva anche previsto un sistema per aggiungere automaticamente account Ssh e fornire così accesso alla shell di sistema. Dopo sei ore il sito aveva la homepage modificata. (more...)

Continua a leggere Mac OS X? Si buca in mezz’ora

Categoria: Sicurezza