Quali sono le nuove professioni del mondo del lavoro digitale attualmente più ricercate dalle aziende italiane? In quale settore conviene specializzarsi per avere maggiori probabilità di costruirsi un futuro florido dal punto di vista professionale? (more...)

Continua a leggere I profili digital più cercati dalle aziende italiane

Categoria: Lavoro

Tags:

I social network hanno profondamente modificato le relazioni tra le persone, anche all'interno del contesto lavorativo. Non è però detto che questo tipo di interazione sia sempre proficua e piacevole, sia per il datore di lavoro che per i dipendenti: a parlarne dalle pagine di ReadWrite è Dan Schawbel, esperto di relazioni sociali mediate e della Generazione Y, la fascia d'età più immersa nelle nuove tecnologie pronta ora a lanciarsi nel mondo del lavoro. Il primo dato che balza all'occhio dall'analisi dell'esperto, è come i social network siano più fonte di tensione che d'aiuto in ambito lavorativo. Non solo le interazioni in ufficio si fanno sempre meno faccia a faccia preferendo una comunicazione mediata, anche quando sarebbe più comodo rivolgersi a voce al collega di turno, ma i social media alimentano insoddisfazione e sospetto. Rendendo più labile il confine tra sfera privata e professionale, si vengono a creare situazioni di sconforto per l'obbligo morale di accettare i colleghi di lavoro fra i propri amici, pena litigi e recriminazioni in ufficio. Inoltre, chi decide di mantenere privati i propri profili Twitter, Facebook e Linkedin, è solitamente mal considerato dalla dirigenza, perché la privacy è vista come veicolo per "nascondere qualcosa": commenti sull'azienda, divulgazione di informazioni riservate, la ricerca di lavoro presso un competitor. (more...)

Continua a leggere I social network complicano il lavoro

Categoria: Lavoro

La clausola IE6

17 Maggio

Andy Clarke torna a parlare sul suo blog di contratti da sottoporre al cliente, web standard e supporto di questi ultimi sui vari browser. Del tema ci eravamo già  occupati pure su queste pagine con un'altra segnalazione. La questione si può spiegare in questi termini: è bene o è male inserire nel contratto da sottoporre al cliente una clausola di salvaguardia nel caso in cui, seguendo gli ultimi standard e non supportando pienamente tutti i browser, un sito non appaia uguale su tutti i programmi di navigazione? Clarke è convinto che sia un bene, la sua web agency adotta una clausola simile da un bel po' e il nostro ha pure rilasciato uno schema di contratto liberamente utilizzabile come modello (è distribuito con una Creative Commons). (more...)

Continua a leggere La clausola IE6

Categoria: Web Standards

Dal momento che questo articolo uscito su Business Week ha spopolato su siti come Reddit & Co. frequentati per lo più da geek e people who make websites, mi pare di non cadere nell'off-topic riproponendolo su queste pagine. La cosa, infatti, riguarda un po' tutti, perché un po' tutti passiamo buona parte della giornata in intimo contatto con qualcosa che sin dal titolo viene equiparato ad un killer per la nostra salute: la tipica sedia da ufficio! Sì, tipo quella su cui siete seduti in questo istante, e che magari risponde in toto (sulla carta) ai requisiti della 626 :) (more...)

Continua a leggere Sul corretto posizionamento… della nostra schiena!

Categoria: Lavoro

Tags: ,
di napolux

àˆ da un po' che si sono affermati sulla scena (specialmente sul mercato anglosassone) servizi come quelli offerti dal network Envato: marketplace dove gli sviluppatori possono vendere i propri script e design (template per pagine web, file Flash, script PHP, etc...). Il funzionamento è lo stesso alla base dell'AppStore Apple: l'utente si iscrive, carica i suoi lavori e li vende (di solito per pochi dollari) sulla piattaforma. Il servizio trattiene una percentuale variabile (tra il 30 e il 50%) sul totale del venduto. I casi di successo sono pochi (vista la mole di vendite che bisogna raggiungere per spuntare condizioni più vantaggiose), ma molti utenti utilizzano il servizio per arrotondare le proprie entrate con discreto successo. E ora via al sondaggio: utilizzate servizi come quelli di Envato, iStockPhoto o simili? Con che risultati? Scrivetecelo nei commenti!

Continua a leggere Sondaggio: vendete i vostri lavori sui marketplace?

Categoria: Lavoro

Sì, è così, e sono in tanti a pensarlo. Siamo in ritardo, siamo indietro, ed è ora che ne prendiamo atto e ci comportiamo di conseguenza. Ho assistito ad uno scambio di battute in uno dei tanti “mail group” di cui faccio parte: un giovane programmatore torna in Italia dopo aver vissuto un anno in Inghilterra, raccontando ai membri del gruppo la sua esperienza lavorativa e come ha vissuto la famigerata crisi economica. Il dibattito si accende quando un membro del gruppo fa presente che i giovani italiani devono “darsi una mossa”, che non hanno più “il coraggio di buttarsi davvero e di fare una vera esperienza lavorativa”: non è solo “un problema di mercato sopito o di minime possibilità  lavorative”. Il dibattito si accende, ma prende una direzione che mi ha lasciato davvero l'amaro in bocca. (more...)

Continua a leggere Gli italiani sono sempre in ritardo!

Categoria: Lavoro

Abbiamo appena pubblicato nella sezione Job del sito del Gruppo HTML.it gli annunci relativi alla ricerca di collaboratori per il blog Edit. Quattro le posizioni per cui accettiamo proposte e candidature: Blogger Flash, Blogger Grafica/Web Design, Blogger Java, Blogger PHP. Per ciascuna posizione, oltre a buone capacità  di sintesi e scrittura e ad un'ottima padronanza dell'argomento, si richiede la conoscenza delle novità  che quotidianamente emergono nei rispettivi ambiti. La collaborazione si intende compensata, continuativa e svolta in telelavoro, in autonomia, senza alcun vincolo di luogo e orario. àˆ possibile inviare la propria candidatura anche all'indirizzo e-mail blog@html.it.

Continua a leggere Annunci per la ricerca di collaboratori

Categoria: HTML.it

Tags: ,

Ho letto con curiosità  la lista dei dieci comandamenti sull'ergonomia della postazione di lavoro pubblicata qualche giorno fa su Lifehacker. Con curiosità  e con un pizzico di raccapriccio pensando alle possibili conseguenze a lungo termine, perché a parte il punto 1 (quello dedicato alla vista) posso dire di trascurare con pervicacia tutti gli altri accorgimenti suggeriti (lo sa quel mio amico che ho salutato sghignazzando l'altro giorno quando ho visto il suo portatile poggiato a quei sostegni che sicuramente conoscete). Ma ripeto, sono un pessimo esempio. Quanto curate l'aspetto dell'ergonomia nel vostro lavoro quotidiano? Avete suggerimenti o accorgimenti particolari da aggiungere rispetto a quelli segnalati da Lifehacker? P.S: chi ha scritto il post deve spiegarmi cosa ci trova di ergonomico in alcuni dei mouse mostrati nella foto al punto 7...free trial of cialis

Continua a leggere Quanto sei ergonomico?

Categoria: Lavoro

Tags: ,

C'è già  una manciata di web agency nostrane che hanno inserito il loro profilo su Haystack. L'ultima produzione di 37Signals si propone come un ideale punto di incontro tra offerta e domanda nel settore del web design. Si rivolge quindi essenzialmente a quanti siano alla ricerca di una società  o di un freelance per la realizzazione di un sito, fornendo un'organizzazione delle liste in base a criteri come le aree geografiche e il budget. L'iscrizione per i designer che vogliono comparire nelle liste è gratuita, ma è prevista una versione PRO a $99 che offre sostanzialmente una maggiore visibilità . Di fatto una specie di aggregatore di porfolio e link ai siti di web agency che così hanno l'opportunità  di avere una vetrina di riguardo per promuovere il proprio lavoro. Di riguardo ad un patto però, ovvero a patto che Haystack diventi prima o poi un punto di riferimento per quanti sono alla ricerca di un'agenzia a cui affidare la realizzazione del sito. Per raggiungere questo obiettivo quelli di 37Signals hanno intenzione di battere la via delle inserzioni sul web rivolte al mercato delle piccole e medie aziende, quella della promozione tramite mailing list, etc. Senza dimenticare la nutrita base di clienti collegata agli altri prodotti della società . Così stando le cose, dubito che possa diventare un riferimento in una realtà  come quella italiana, considerando che il potenziale mercato che sarà  battuto sarà  presumibilmente quello anglofono. Cosa ne pensate? Vi pare un'idea buona e, al limite, replicabile?

Continua a leggere Trovare clienti con Haystack

Categoria: Lavoro

Tags: ,

Su CNN Money è stata pubblicata una sorta di classifica di quelle che sono le professioni meno stressanti. Le pagine del sito non sono chiarissime sulla provenienza dei dati, ma a giudicare da frasi come "% who say their job is low stress: 60.0%" si può desumere che siano stati ricavati da interviste o sondaggi. Bene, al quarto posto troviamo la categoria degli sviluppatori di software, con questa motivazione: Scrivere, testare e fare il debug di un nuovo software non è certamente un'attività  prova di stress, ma molti esperti programmatori lavorano secondo tempi flessibili e impostano le loro scadenze per portare a termine un certo compito ogni settimana. C'è anche la possibilità  di poter lavorare da casa, cosa che consente agli sviluppatori di software di evitare stressanti trasferimenti quotidiani sul posto di lavoro. Vi sentite tutti concordi con il 59% che ha tracciato questo scenario tutto sommato roseo? P.S: al quinto posto c'è la categoria dei technical writer :)

Continua a leggere Sviluppare software non é poi tanto stressante

Categoria: Lavoro