Restiamo in tema di browser war perché la notizia di oggi è parecchio interessante (anche perché riguarda Internet Explorer 8). Ebbene, dopo le innumerevoli critiche provenienti da tante parti (e l'accusa di Opera), sembrerebbe che gli sviluppatori Microsoft abbiamo preso un po' più seriamente l'argomento che riguarda la compatibilità  con gli standard. Questo il succo di quanto scritto nell'articolo Compatibility and IE8 apparso su IEBlog: IE8, di default, opererà  come... IE8, ovvero un browser pienamente aderente agli standard che supporterà ; chi voglia far sì che il browser operi in modalità  compatibile con IE7 dovrà  ricorrere al meccanismo del version targetting attraverso un tag meta descritto nell'ormai famoso articolo apparso su A List Apart. Di fatto, rispetto alla proposta iniziale, si tratta di un'inversione U. Non sono di certo mancate le critiche: nei commenti apparsi è chiaro che in molti non apprezzano la presenza della modalità  Quirks mode, che garantirebbe ancora lo sforzo di sviluppare pagine per funzionare con IE6. Altri invece, non approvano l'attivazione della modalità  compatibile con IE7 tramite meta tag, ma preferirebbero che sia impostabile tramite il browser stesso, o ancora meglio, attivata di default. Dal canto suo Microsoft non vuole rinunciare ai moltissimi utilizzatori delle versioni precedenti del proprio prodotto, e sottolinea come ogni browser possegga di fatto un quirks mode. Buona notizia? Una vittoria dei critici? Un segnale della disponibilità  all'ascolto di Microsoft?

Continua a leggere IE8 e compatibility mode

Categoria: Web Standards

L'altro ieri su A List Apart è stato pubblicato Keeping Your ElementsÂ’ Kids in Line with Offspring, un articolo che presenta Offspring, una libreria Javascript per estendere il supporto di alcuni selettori CSS livello 2 e 3 per IE6 ma non solo. L'idea di Offspring è quella di trasformare selettori che usano pseudo-classi del tipo li:first-child nella classe omonima, cioè li.first-child, così da permettere la scrittura di regole comprensibili anche per IE6. Bisognerà  però ridondare la regola, assicurandosi di usare la pseudo-classe e il selettore di classe corrispondente assegnato mediante DOM da Offspring. O almeno, in via teorica. L'autore stesso sostiene che qualcosa del tipo ul#nav li:first-child, ul#nav li.first-child{ /* qui le dichiarazioni necessarie */ } che dovrebbe essere l'approccio preferibile o più logico, in realtà  può causare problemi con Offspring. (more...)

Continua a leggere Offspring, selettori CSS con Javascript

Categoria: CSS

Stavo guardando le ultime statistiche dei browser su Market Share e con mia grande sorpresa ho constatato che in dicembre 2007 la quota di mercato di Internet Explorer 7 ha superato quella di Internet Explorer 6. Rispetto a novembre in cui le due versione del browser detenevano rispettavimanete il 40% e il 36% di diffusione, siamo passati ad un simmetrico 40%/36% in favore della versione 7. Siamo ancora lontani dalla tanto attesa estinzione di IE6, ma ci stiamo sicuramente avvicinando. Che il 2008 sia l'anno buono? E sui vostri siti, come va?

Continua a leggere L’anno della svolta?

Categoria: Software e Servizi

Tags: ,

In molti ricorderanno il progetto IE7 iniziato da Dean Edwards intorno al 2004. Erano i tempi in cui sembrava che Microsoft avesse definitivamente congelato gli aggiornamenti del suo browser e in cui l'unico modo per implementare su IE5 e IE6 pezzi fondamentali dei web standards (rispetto ai CSS, a Javascript e al supporto del DOM, ma anche per le PNG trasparenti) consisteva nell'appoggiarsi a librerie e soluzioni Javascript come quella sviluppata da Edwards. Questo vecchio articolo che scrissi per HTML.it riassume bene lo scenario di quei mesi.L'uscita di IE7 avrebbe dovuto rendere del tutto inutile la libreria di Edwards. Lo sviluppatore inglese ha tra l'altro abbandonato per lungo tempo il progetto, rimasto così, pur essendo complessivamente stabile, alla versione alfa.In realtà , se IE7 ha colmato il gap su diversi fronti, non lo ha certo fatto su tutto e per tutto. Ecco allora il rilancio di IE7.js, appena presentata in versione 2.0 beta. (more...)

Continua a leggere Dean Edwards aggiorna IE7.js

Categoria: Scripting

Tags: , ,

Mentre su HTML.it è stata pubblicata ieri la seconda parte (di cinque) dell'articolo CSS3 a piccoli passi, sul blog di CSS3.info Peter Gasston prova a rispondere alla domanda: Cosa possiamo usare dei CSS3? La risposta breve dell'autore è niente: il punto è che IE6, che detiene una percentuale del 50% circa di utilizzo in rete, ha supporto nullo per i CSS3. IE7, sebbene uscito di recente, ha un supporto molto scadente: praticamente solo per il selettore di attributo di cui ho parlato nell'articolo Link con mini-icone.àˆ pur vero però che browser quali Opera, Firefox e Safari hanno già  un discreto supporto per selettori e proprietà  CSS3. Ed è a parer mio proprio la parte cosmetica delle proprietà  CSS3 che è possibile incominciare ad usare: angoli arrotondati, text-shadow, drop-shadow e multicolonne solo per citarne alcune. Fondamentale però, come ho espresso nell'articolo, assicurarsi di sviluppare con il progressive enhanchement, facendo quindi in modo che i browser capaci siano in grado di beneficiarne, ma garantire soprattutto che sugli altri browser non vengano compromessi aspetti fondamentali quali resa visuale, usabilità , accessibilità  e fruibilità  dei contenuti. (more...)

Continua a leggere CSS3: cosa usare, come usarli

Categoria: CSS

Sicuramente a qualcuno piacerà  questa ennesima galleria di immagini basata su Javascript (le librerie usate sono Moo.Fx e Prototype). Ma se ci dedico un post è per un altro motivo. Leggendo i commenti al post di Ajaxian su cui ho scoperto questa Moo Gallery, ho potuto verificare che anche altri lamentavano la stessa cosa che io avevo subito notato guardando la demo con Safari: la lentezza (soprattutto nello zoom da miniatura a immagine ingrandita). Ho provato con Firefox 2.0: uguale. Poi, seguendo la traccia di uno dei commentatori, ho provato con IE7 sotto Parallels: niente paragoni, veloce, fluido...Curiosità  (chiedo a voi perché il browser di Microsoft lo uso più o meno una volta al mese e non posso fare confronti seri): ma è un caso sporadico o c'è in generale tanta differenza nelle performance con questo tipo di effetti tra IE7 e Firefox 2.0?

Continua a leggere Javascript: chi é il più veloce del reame?

Categoria: Scripting

La rubrica sarebbe quella degli 'A volte ritornano'. Negli ultimi giorni ho incrociato almeno tre post in cui si torna a discutere dell'annosa questione del testo dimensionato in pixel nei CSS. Inutile provare a fare una sintesi, soprattutto perché molti punti chiave sono contenuti nei commenti (tanti). Chi vuole faccia come ho fatto io: se li legga tutti :). Ecco i riferimenti: The problem with pixels IE 7 does not resize text sized in pixels Happy Cog redesigns Dalla lettura traggo tre spunti di riflessione che vorrei condividere con voi. (more...)

Continua a leggere Ancora i pixel…

Categoria: CSS

Avevamo parlato a suo tempo del concorso organizzato da Microsoft per premiare le migliori estensioni (dalle parti di Redmond si chiamano add-ons) per IE7.Vedo solo ora, anche se la notizia è vecchia di qualche giorno, che su IEBlog è stata annunciata la lista dei vincitori.Ad aggiudicarsi il primo premio è stata Inline Search: consente di aggiungere al browser di Microsoft una funzionalità  di ricerca sui contenuti di una pagina molto simile a quella di Firefox.Ricordo a chi non lo sapesse che il posto giusto per tenere sott'occhio gli add-on per Internet Explorer è IEAdd-ons.com.

Continua a leggere Le meglio estensioni per IE7

Categoria: Software e Servizi

Tags: , ,

Se dopo il post Hack vs commento condizionale vi state chiedendo quale dei due sia meglio, in #IEroot — Targeting IE Using Conditional Comments and Just One Stylesheet viene presentata una nuova soluzione, che li usa entrambi per servire regole specifiche alle varie versioni di IE, inclusa IE7, combinando markup aggiuntivo nell'HTML (dei div racchiusi nel commento condizionale) e hack nel CSS. Ironia a parte, se mi è permesso un parere: una soluzione simile è assolutamente da evitare, per diversi motivi.Il primo è che l'uso del commento condizionale per servire elementi aggiuntivi nel markup causa facilmente la perdita di controllo del markup stesso, dato che sfugge al validatore; in secondo luogo si dispone di metodi consolidati per evitare e risolvere bug e difetti di resa su IE, il più delle volte senza la necessità  di hack ma solo usando workaround. Il terzo motivo è che, tutto sommato, IE7 si presenta come un browser robusto e, a parte qualche difetto sporadico (quale l'italicaboo bug) non ci sono grandi bug o difetti di resa, e difficilmente troveremo, se abbiamo fatto le cose a dovere, difformità  di resa con Firefox, Opera e Safari.L'unico vantaggio che posso vedere in una soluzione come IEroot è la centralità  del CSS, un vantaggio che però ha un prezzo troppo alto e soprattutto, ingiustificato.

Continua a leggere IEroot – Hack e commento condizionale per IE

Categoria: CSS

Già  con la versione beta, avevamo riscontrato uno strano bug che affliggeva questo blog con IE7: l'italicaboo bug, che faceva sparire il testo della colonna di destra. Poco tempo fa un lettore mi chiedeva aggiornamenti in merito (grazie a Paolo per avermelo ricordato!), ho così pensato di farvi sapere come abbiamo risolto.àˆ bastato aggiungere position:relative sulla colonna di destra. Non si tratta di un vero e proprio hack, bensì di un workaround: cioè una dichiarazione totalmente innocua sugli altri browser che ha il solo effetto di risolvere il bug. Ora, il fatto è che i bug di IE7 non sono ancora molto documentati, ma l'esperienza maturata con IE6 dovrebbe fornirci una buona base per risolvere problemi e difetti di resa. Altri workaround da tentare in situazioni simili sono overflow:auto e min-height:0.

Continua a leggere Italicaboo bug e altri bug di IE7

Categoria: CSS

Tags: , , ,