Finalmente, dopo tante beta, due RC e un ritardo di un mesetto sulla prima, annunciata, data di pubblicazione, è stato rilasciato NetBeans IDE 6.5. Probabilmente uno dei migliori IDE gratuiti a nostra disposizione. Diverse le novità  della nuova versione ma sicuramente un notevole miglioramento rispetto alla 6.1. Molto interessante la continua, crescente, apertura a diversi linguaggi di scripting e non solo a Java (ricordiamo che NB è sviluppato da Sun Microsystems). Troveremo, infatti, supporto per i più disparati linguaggi, da Ruby (con il completissimo supporto di Ruby on Rails) a PHP, al JavaScript e, udite udite, una Early Access per Python. Su questa pagina potete trovare le note di rilascio della nuova versione. Mentre da qui potete scaricare l'applicazione.

Continua a leggere Rilasciato NetBeans IDE 6.5

Categoria: Software e Servizi

Tags: ,

La scorsa settimana JetBrain ha rilasciato IntellijIDEA 8, la nuova major release per uno degli ambienti di sviluppo più apprezzati nel mondo Java. Contestualmente JetBrain ha annunciato la public preview di RubyMine, una nuova ide per Ruby e Rails. JetBrain non è certo l'ultima arrivata nel mondo Ruby e Rails. IntellijIDEA supporta linguaggio e framework fin dalla versione 7, grazie al plugin Ruby disponibile gratuitamente sviluppato e supportato direttamente da JetBrain. Nelle prove sul campo che pubblicai un anno fa, IntellijIDEA si dimostrà un'IDE di tutto rispetto superata solo da NetBeans per il rapporto qualità /prezzo ed il supporto più evoluto a Rails. (more...)

Continua a leggere JetBrain scende in campo con RubyMine

Categoria: Ruby

Tags: , , ,

Con meno di qualche giorno di scarto rispetto alla roadmap iniziale, il 28 Aprile è stato rilasciato NetBeans 6.1. NetBeans è da sempre uno degli ambienti più conosciuti ed apprezzati per lo sviluppo in Java, ma dalla versione 6.0 hanno saputo trasformare il software in uno dei migliori (se non il migliore) ambiente di sviluppo multipiattaforma per Ruby e Rails, come ho già  avuto modo di dimostrare in altre occasioni. Tra le novità  più attese di NetBeans 6.1, come anticipai qualche settimana fa, il supporto integrato a Mercurial ed il corrispondente plugin per GIT. Quest'ultimo capita quanto mai a fagiolo ora che l'intero repository di Rails è gestito da GIT e buona parte della community sembra preferire questo sistema distribuito rispetto alla più classica alternativa Subversion. (more...)

Continua a leggere Rilasciato NetBeans 6.1

Categoria: Ruby

Dopo il rilascio della versione 6, lo sviluppo di NetBeans procede spedito verso la release 6.1 che, stando alla RoadMap, dovrebbe essere disponibile in versione stable verso il 24 di Aprile. Attualmente, è possibile scaricare NetBeans 6.1 in versione Beta. Utenti GIT e Mercurial drizzate bene le orecchie! Se fino ad oggi NetBeans supportava solo ed esclusivamente Subversion e CVS, a partire dalla release 6.1 l'IDE include un plugin per il supporto di Mercurial. Inevitabile, dato che da dicembre l'intero repository di NetBeans è gestito proprio con questo sistema di source code management. (more...)

Continua a leggere Plugin NetBeans per Mercurial e GIT

Categoria: Software e Servizi

NetBeans, uno dei più diffusi ambienti di sviluppo per Java, è da qualche minuto disponibile in versione 6.0! La nuova release include un carico di novità  spaventoso. Tra tutte, per gli appassionati Ruby, segnalo il miglior ambiente a supporto di Ruby che abbia avuto modo di provare fino ad oggi. Quando iniziai la serie Ruby Diary dedicai un post alla scelta dell'editor per Ruby. (more...)

Continua a leggere 6 volte NetBeans

Categoria: Ruby

Tags: , , ,

La scelta dell'editor è probabilmente una delle primissime attività  con le quali ci si scontra quando si desidera apprendere un nuovo linguaggio. Qualcuno potrebbe anche azzardare dicendo che, a parità  di scelte, l'editor potrebbe essere in grado di veicolare la scelta di un programmatore in una direzione piuttosto che in un'altra. Come per la maggior parte dei programmatori, il mio caso non è stato diverso, così, deciso a cominciare a scrivere qualcosa in Ruby, il primo passo è stata la scelta di un editor. L'offerta non è così ampia come per altri linguaggi (vedi PHP o Java). Non esiste un vero e proprio editor per Ruby (ben felice di essere smentito) ma nella maggior parte dei casi si tratta di editori esistenti (in genere Java) customizzati con plugin per Ruby/Rails. Sono abbastanza puntiglioso nella scelta di questi strumenti. Sebbene qualche folle continui a sostenere che svilupperebbe la nuova versione di Amazon munito esclusivamente di VI o Windows Notepad, per quanto mi riguarda l'editor è un aspetto fondamentale. Nel mio lavoro spesso creo decine e decine di librerie, riutilizzo componenti sviluppati in precedenza e gestisco multipli progetti in contemporanea, interagendo con SVN e server FTP. Più l'editor mi consente di automatizzare processi e razionalizzare le attività , più risparmio tempo e riesco ad essere produttivo concentrando il mio tempo nello sviluppo. Dopo oltre un paio di mesi di test, ecco le mie personali conclusioni. Al momento tre editor si contendono il primato, con un primo e secondo posto abbastanza altalenante. (more...)

Continua a leggere Ruby Diary #02: Quale editor per Ruby e Rails?

Categoria: Ruby

àˆ da poco stato rilasciato Aptana, l'editor open source per HTML, CSS e in particolare Javascript. Il programma è realizzato in Java, ed è quindi disponibile per tutte le principali piattaforme: Windows, Mac e Linux.Come editor Javascript presenta numerose caratteristiche interessanti: possiede infatti molte librerie incorporate, tra cui Dojo, Prototype, Scriptaculous, con la possibilità  di crearne e aggiungere le proprie; dispone inoltre di una reference per il DOM, e in generale si tratta di un editor con tutti i crismi. Presenti diversi tutorial sul blog del sito, e anche tutorial video (screencast) su aptana.tv. Senza dubbio da provare.

Continua a leggere Aptana, l’IDE open source per il web 2.0

Categoria: Software e Servizi

Klorofil

18 Jan

Navigavo sulla rete alla disperata ricerca di un progetto su cui cominciare a darmi da fare quando mi sono imbattuto su qualcosa di veramente interessante: Klorofil.Klorofil è un progetto opensource supportato da una società  indonesiana che si propone l'obiettivo di sviluppare una serie di librerie e strumenti adatti a migliorare e facilitare l'utilizzo di PHP anche in prodotti di tipo enterprise. La stessa Zend, dopo la partnership con IBM, sta cercando di incrementare la percentuale di utilizzatori del linguaggio web opensource per eccellenza in questo campo, e ritengo che molti altri produttori o gruppi di sviluppatori inizieranno a sviluppare prodotti incentrati verso questo obiettivo. Tornando a Klorofil, del quale attualmente non vengono rilasciati i sorgenti dato che ci troviamo ancora in versione alpha con codice poco commentato ed organizzato, spiccano sicuramente alcune feature interessanti (che ho prelevato direttamente dalla loro promettente roadmap): Sistema di compilazione del codice sorgente; Collezione di classi di utilità  varia tra cui strumenti per accesso specifico alle risorse di rete ed ai dispositivi di I/O; gambArt, una GUI indipendente dalla piattaforma ricca di widget e componenti interessanti; Un web application framework (semok) basato su MVC; Supporto per la programmazione 3D; Un IDE completo (presuppongo sviluppato in Klorofil) contenente anche un form editor; Non so se le premesse verranno mantenute, per ora la versione alpha funziona anche se con qualche baco e con eccessivi ralletamenti nella renderizzazione delle interfacce grafiche (dovuti al fatto che, per ora, il rendering della GUI non viene effettuato utilizzando le API di disegno native del sistema operativo). Cercherà di ottenere più informazioni a riguardo e vi terrà informati ...

Continua a leggere Klorofil

Categoria: PHP e Open Source

Ieri sera ero in pizzeria con un amico che ha iniziato a programmare molto prima che io decidessi di dedicarmi a questa attività . Tra i vari argomenti di cui abbiamo dibattuto quello affrontato più frequentemente riguardava l'utilizzo di editor testuali per lo sviluppo di codice oppure l'utilizzo di IDE.La discussione è nata dopo la lettura degli articoli di DEV che preannunciavano le feature della nuova versione di Visual Studio che, a quanto pare, integrerà  in un'unica suite una serie di strumenti necessari a coprire in modo più o meno completo l'intero processo di sviluppo di un software. Secondo gli ingegneri Microsoft (cosa con cui mi trovo parzialmente d'accordo) il software attualmente non si può più permettere lunghi periodi di sviluppo, altrimenti rischia di essere obsoleto al momento del rilascio. Per questo motivo, a loro parere, un IDE dovrebbe integrare una serie di strumenti che facilitino l'organizzazione e la produzione e, di conseguenza, diminuiscano i tempi di ricerca e sviluppo. (more...)

Continua a leggere Ide o editor ?

Categoria: PHP e Open Source