Nuova main release per il progetto Hack, una famiglia di font (o typefont) distribuita sotto forma di design Open Source e specificatamente pensata per l’utilizzo nello sviluppo di software o comunque per la gestione del codice sorgente. (more...)

Continua a leggere Hack 2.0, font per veri programmatori

Categoria: Grafica

Tags: ,

Gli sviluppatori del Sito in Blue starebbero introducendo nella propria piattaforma un nuovo linguaggio di programmazione concepito appositamente per velocizzare le operazioni necessarie per la stesura e i test dei sorgenti; Hack, questo il nome della soluzione studiata da Menlo Park, sarebbe stato collaudato per circa un anno all'interno dei laboratori di Facebook prima di essere rilasciato sotto licenza Open Source. (more...)

Continua a leggere Facebook pensa ad Hack come alternativa a PHP

Categoria: PHP e Open Source

Tags: , ,

Comoda questa lista approntata da Neal Grosskopf sul suo blog. Riunisce in una sola pagina una serie di hack CSS con cui è possibile scrivere regole specifiche per ciascuno dei principali browser sulla piazza. Sì, lo so, non è una pratica consigliata e consigliabile, e lo stesso autore lo chiarisce a inizio post, ma, come si dice, non si sa mai, qualche volta potrebbe tornare tutto utile. android spy software

Continua a leggere Hack CSS per i vari browser

Categoria: CSS

Tags: , ,

L'altro ieri su A List Apart è stato pubblicato Keeping Your ElementsÂ’ Kids in Line with Offspring, un articolo che presenta Offspring, una libreria Javascript per estendere il supporto di alcuni selettori CSS livello 2 e 3 per IE6 ma non solo. L'idea di Offspring è quella di trasformare selettori che usano pseudo-classi del tipo li:first-child nella classe omonima, cioè li.first-child, così da permettere la scrittura di regole comprensibili anche per IE6. Bisognerà  però ridondare la regola, assicurandosi di usare la pseudo-classe e il selettore di classe corrispondente assegnato mediante DOM da Offspring. O almeno, in via teorica. L'autore stesso sostiene che qualcosa del tipo ul#nav li:first-child, ul#nav li.first-child{ /* qui le dichiarazioni necessarie */ } che dovrebbe essere l'approccio preferibile o più logico, in realtà  può causare problemi con Offspring. (more...)

Continua a leggere Offspring, selettori CSS con Javascript

Categoria: CSS

Dopo il futuro dello stile segnalato da Gianluca poco tempo fa, torniamo a parlare di CSS3 con alcune segnalazioni interessanti. La prima è Progressive enhancement with CSS, un bel tutorial per usare da subito alcune proprietà  CSS3 e rendere un menu più accattivante nei browser che le supportano. Sempre di progressive enhancement si parla in CSS Not([hacks]), che illustra un modo per avvantaggiarsi dei selettori CSS3 e creare regole specifiche per i browser capaci. Il recente Stay on :target infine mostra benissimo le potenzialità  di questa pseudo-classe CSS3. Tra le risorse di casa in tema, segnalo infine CSS3 a piccoli passi per chi se lo fosse perso. Buona lettura!

Continua a leggere Segnalazioni sui CSS3

Categoria: CSS

Recentemente, tra i tantissimi mod disponibili per vBulletin, ne ho trovato uno veramente particolare, una via di mezzo tra un gioco online e un astuto sistema per incrementare la partecipazione ai forum di discussione; si tratta di Living Avatars un hack che permette di dare vita agli avatar associati agli utenti. L'idea è molto semplice: i frequentatori del forum avranno la possibilità  di personalizzare il proprio avatar modificandone l'aspetto tramite semplici operazioni di drag&drop operate con il cursore del mouse; sarà  per esempio possibile modificarne l'abbigliamento utilizzando una tecnica molto simile a quella diffusa presso i metamondi come Second Life. (more...)

Continua a leggere Avatars viventi per vBullettin

Categoria: CMS

Tags: , , ,

Joomla search engine friendly patch (o più semplicemente Joomla SEF) è un hack creato per Joomla allo scopo di rendere questo CMS più "attraente" per i motori di ricerca, uno dei limiti "fisici" di molti CMS è infatti quello di non generare pagine dotate delle caratteristiche ottimali per essere indicizzate e ottenere un posizionamento migliore all'interno delle SERP. Joomla SEF è stato "tradotto" anche per adattarsi alle esigenze degli utilizzatori di Mambo e mette a disposizione di questi ultimi (quasi) gli stessi vantaggi garantiti dalla patch originale; ad esempio, consente di definire dei tag "title" adeguati al contenuto delle pagine e agli elementi dei menu con la possibilità  di agire su di essi modificandoli a seconda delle proprie esigenze. (more...)

Continua a leggere Una patch per rendere Mambo più simpatico ai motori di ricerca

Categoria: CMS

Nei molti articoli su HTML.it ho sempre cercato di evitare sia hack che commento condizionale, mantenendo il CSS il più pulito e semplice possibile. In certi casi però servire dichiarazioni e/o regole specifiche per determinati browser sembra necessario per ottenere una consistenza di resa cross-browser. àˆ pur vero che, sebbene si tratti di pratiche di sviluppo che ho sconsigliato più volte, si tratta di strumenti che uno sviluppatore dovrebbe conoscere per poter usare in caso di necessità . àˆ per questo che non molto tempo fa è stato pubblicato l'articolo Hack per IE7 con la relativa tabella di compatibilità . Qui sul blog ho presentato le diverse soluzioni per miniature centrate, tra cui Miniature centrate con i CSS. In questo caso non sono riuscito ad evitare la discriminazione per IE, e ho dovuto usare il commento condizionale. Vorrei proporre qui sul blog l'alternativa che usa invece gli hack. Ecco il remake. (more...)

Continua a leggere Miniature centrate: un remake

Categoria: CSS

Questa è bella. E per quanto mi riguarda nuova. Volevo segnalare Lingua, un nuovo blog engine basato su PHP, MySQL e Ajax di cui ho letto tra i miei feed. Volevo ovviamente dare un'occhiata alla demo per farmi un'idea più precisa. Ma mi sono trovato davanti a questo messaggio:

Continua a leggere Ti ho hackerato il sito. Per il tuo bene

Categoria: Sicurezza

Se dopo il post Hack vs commento condizionale vi state chiedendo quale dei due sia meglio, in #IEroot — Targeting IE Using Conditional Comments and Just One Stylesheet viene presentata una nuova soluzione, che li usa entrambi per servire regole specifiche alle varie versioni di IE, inclusa IE7, combinando markup aggiuntivo nell'HTML (dei div racchiusi nel commento condizionale) e hack nel CSS. Ironia a parte, se mi è permesso un parere: una soluzione simile è assolutamente da evitare, per diversi motivi.Il primo è che l'uso del commento condizionale per servire elementi aggiuntivi nel markup causa facilmente la perdita di controllo del markup stesso, dato che sfugge al validatore; in secondo luogo si dispone di metodi consolidati per evitare e risolvere bug e difetti di resa su IE, il più delle volte senza la necessità  di hack ma solo usando workaround. Il terzo motivo è che, tutto sommato, IE7 si presenta come un browser robusto e, a parte qualche difetto sporadico (quale l'italicaboo bug) non ci sono grandi bug o difetti di resa, e difficilmente troveremo, se abbiamo fatto le cose a dovere, difformità  di resa con Firefox, Opera e Safari.L'unico vantaggio che posso vedere in una soluzione come IEroot è la centralità  del CSS, un vantaggio che però ha un prezzo troppo alto e soprattutto, ingiustificato.

Continua a leggere IEroot – Hack e commento condizionale per IE

Categoria: CSS