Stando a una serie di test condotti di recente, il “Googlebot” responsabile dell’indicizzazione dei contenuti disponibili su pagine Web è dotato di capacità molto avanzate – al punto da rendere quasi superflue le raccomandazioni sui testi da pubblicare “in chiaro” per raggiungere un buon piazzamento del ranking dei risultati delle ricerche eseguite dagli utenti. (more...)

Continua a leggere Google, un bot per accedere a JavaScript

Categoria: Contenuti e Web Writing

Tags: , ,

Leggo sul blog ufficiale di Google che è stato eliminato anche l'ultimo impedimento (cioè l'uso del parametro &id= nella querystring) per l'indicizzazione da parte del motore di ricerca di URL dinamici. Ricordo che quando lessi di questo limite per la prima volta sorrisi etichettando il tutto come un'eventualità  piuttosto remota, per poi sbiancare pensando a un sito di cui ero responsabile che puntualmente usava l'id. Google quindi non pone più alcun vincolo per quanto riguarda URL dinamici: è a questo punto in grado di "digerire" ogni cosa. Ma come si ricorda nell'intervento il consiglio è sempre quello di evitare indirizzi troppo complessi, perché altri spider potrebbero essere meno tolleranti. Oltre a questo, un URL "user-friendly" e di dimensioni ridotte è sicuramente più usabile e facilmente memorizzabile, oltre a rendere il sito più credibile. Come punto di partenza per chi volesse approfondire quest'ultimo aspetto consiglio un intervento di Jesse James Garrett nel sito di Adaptive Path.

Continua a leggere Google non ha (più) paura dei link dinamici

Categoria: Motori di ricerca

Nial Kennedy segnala una serie di novità  nel set di servizi Google destinati ai webmaster. In particolare si sofferma sulla funzionalità  che consente di aumentare o diminuire su un periodo di 90 giorni la frequenza delle scansioni di Googlebot.Ulteriori dettagli sull'Official Google Webmaster Central Blog.Di seguito i link alle FAQ correlate in italiano: Come faccio a sapere quante volte Googlebot ha eseguito l'accesso al mio sito? Come funziona lo strumento per il calcolo della velocità  di scansione? Come faccio a richiedere una modifica del numero di pagine del mio sito di cui Googlebot deve eseguire la scansione?

Continua a leggere Novità  nei servizi Google per webmaster

Categoria: Motori di ricerca

Finalmente, mi verrebbe da esclamare! Google ha comunicato la scorsa settimana la decisione di intervenire su un aspetto estremamente discusso dei risultati di Google: la scelta della descrizione mostrata nelle pagine di risposta. Attualmente, il processo di generazione di una descrizione coinvolge tre analisi 1. la descrizione inserita nei meta della pagina 2. l'analisi della descrizione per il sito creata dagli editori nella directory ODP, ammesso che il sito sia listato 3. l'analisi della corrispondenza delle descrizioni prima citate con la struttura dei contenuti del sito e l'eventuale generazione di una descrizione alternativa. In poche parole, se Google trova una descrizione già  fatta da ODP o dal Webmaster che si addice al sito la usa, in alternativa se la crea da solo. Il problema manifestato da molti è che non sempre la descrizione di Dmoz soddisfa le esigenze del webmaster o può risultare parzialmente incoerente con i contenuti attuali delle pagine. Non so a sindacalizzare i perché o i per come. Le motivazioni possono essere diverse, dal cambio recente dei contenuti nel sito ad un errore umano di un editore. (more...)

Continua a leggere Google e Dmoz, maggiore controllo sulle descrizioni

Categoria: Motori di ricerca

Avete presente BigDaddy? No, non è il film andato in onda ieri sera in TV, ma è uno tra gli aggiornamenti più rivoluzionari di Google famoso per aver (più o meno tragicamente) sconvolto le SERP a partire da Febbraio 2006 fino a Maggio.Ho letto tanti, forse anche troppi post su questo argomento, ma continuo ad apprendere cose nuove ogni giorno. Per esempio, lo sapevate che quasi certamente BigDaddy ha cambiato anche le caratteristiche di Googlebot?Ma sì, molti se ne erano accorti senza essere riusciti a ricomporre tutti i pezzi del puzzle. Da qualche mese una strana useragent corrispondente a Mozilla/5.0 (compatible; Googlebot/2.1; +http://www.google.com/bot.html) ha cominciato a comparire tra i log dei server, sostituendo poco per volta l'ormai consolidata Googlebot/2.1 (+http://www.google.com/bot.html). (more...)

Continua a leggere Googlebot dopo BigDaddy

Categoria: Motori di ricerca

Tags: ,

A metà  marzo Chris Boggs, moderatore di SearchEngineWatch, ha aperto sul forum un curioso thread chiamato Googlebot called me on my Timpani Live Help, ovvero Google mi ha chiamato nel mio Timpani Live Help.Timpani Live è una delle applicazioni che compongono il sistema di assistenza remota di LivePerson, una piattaforma di chat normalmente usata come servizio di assistenza diretto.L'applicazione è basata su JavaScript e questo rende l'evento ancora più curioso poiché è opinione comune che i motori di ricerca non interpretino i contenuti JavaScript. (more...)

Continua a leggere In chat con GoogleBot

Categoria: Motori di ricerca

Se si dovesse stilare una classifica delle domande più ricorrenti nel forum di HTML.it, l'argomento robots.txt avrebbe una posizione nella top20 almeno per quanto riguarda la sezione Motori di Ricerca e Web Marketing. Tralasciando lo step di introduzione al robots.txt ed alle sue funzioni (per approfondimenti rimando all'articolo di Francesco Caccavella), vorrei saltare direttamente a valutare alcuni aspetti di come Googlebot, lo spider di Google, interpreta le direttive presenti nel file. Recentemente il team di sviluppo di Google Sitemaps, nella figura di Vanessa Fox, ha pubblicato un documento estremamente completo per descrivere cosa sia questo mistico file e quali comportamenti sia in grado di seguire lo spider di Google. Da questo articolo vorrei evidenziare un paio di punti chiarendo una volta per tutte alcuni dubbi amletici, con il supporto di una conferma ufficiale. (more...)

Continua a leggere Come Googlebot interpreta il robots.txt

Categoria: Motori di ricerca