Dopo anni di utilizzo, avendone seguito lo sviluppo sin dalle primissime release, ho praticamente smesso di usare NetNewsWire per consultare i feed RSS che seguo quotidianamente. Non ho certo tradito l'eccellente programma creato da Brent Simmons per un'altra soluzione desktop, semplicemente sono passato a Google Reader. Se ho abbandonato qualcosa, dunque, è proprio l'approccio dell'applicazione desktop. Molto ha influito nel corso di questi mesi la questione della sincronizzazione dei feed: quando li consulti da 3/4 postazioni diverse diventa cruciale. àˆ vero che NetNewsWire offre la possibilità  di sincronizzare i dati anche con Google Reader (ma solo dallo scorso mese di settembre), è vero che ha una versione iPhone, ma alla fine ho varcato il Rubicone, una finestra aperta in meno sulla Scrivania, concentrare tutto il possibile nel browser. Tra l'altro, andando poi alla ricerca di una buona applicazione per Google Reader per iPhone, ho scoperto soluzioni ottime ed efficaci: cito MobileRSS perché è quella che alla fine ho adottato e perché è gratuita. In certi casi, valutando queste app, sono arrivato alla conclusione che a livello di interfaccia e facilità  d'uso sono meglio delle controparti web tradizionali. Esagero volutamente, ma se in certi ambiti l'interfaccia verso il WWW si trasformasse di default in una magnifica iPhone app credo che tutti ne trarremmo vantaggi :). E voi? Per leggere i vostri feed preferite applicazioni desktop o usate il browser?

Continua a leggere Il posto migliore dove leggere i feed RSS

Categoria: XML/RSS

Tags: ,

OK, è solo uno dei dati che emergono da una ricerca di Forrester dedicata all'attuale stato di penetrazione tra i navigatori americani dei nostri amati feed. E magari ci si potrebbe anche chiedere perché. Ma il dato su cui vale forse la pena discutere è legato ad una cifra: 11%. L'11% del campione degli intervistati ha infatti risposto di aver adottato questo metodo di aggiornamento e fruizione di contenuti, un dato che rappresenta una crescita rispetto al 3% rilevato tre anni fa dalla stessa Forrester. Solo l'11% direbbe qualcuno. Mi pare di leggere, per esempio, questa sfumatura nella ripresa della notizia che ha fatto Dario Salvelli, mentre Steve Rubel adotta un atteggiamento più realista quando lascia intendere che tutto sommato non è cosa clamorosa: cell phone trakerBut I am also a realist. Feeds are way way too geeky for most and the benefit does not outweigh the learning curve. So I think RSS has peaked. Roba da geek, insomma, questa tecnologia che secondo Rubel potrebbe aver raggiunto il suo picco di adozione. Personalmente non sono molto stupito e se l'11% è rappresentativo dell'intera popolazione di chi usa internet e il web non è poi così male. Detto diversamente, quando si giudicano cose come queste ci si lascia fatalmente influenzare dalle proprie abitudini e ci si dimentica che cià che per noi è essenziale può non esserlo per altri. Normale interrogarsi sui motivi di questa (presunta) mancata esplosione. Colpa del formato in sé e delle modalità  di fruizione che richiede? O di chi dovrebbe promuoverne diversamente e con più efficace la diffusione?

Continua a leggere Alle donne non piacciono gli RSS

Categoria: XML/RSS

Tags: ,

Da qualche giorno questo blog ospita una piccola variazione al template grafico. Nulla di eclatante, eppure qualcosa che farà  felice chi ne vuole sapere un po' di più della vita professionale di chi scrive per Edit. Cliccando sul nome dell'autore in testa all'intervento si è ora diretti verso una pagina che contiene un breve profilo, l'indirizzo del blog o sito personale e l'elenco degli articoli più recenti. (more...)

Continua a leggere Dietro le quinte di Edit

Categoria: HTML.it

Tags: , ,

Ho recentemente avuto modo di suggerire su Fucinaweb alcuni comportamenti per tenere la propria casella di posta elettronica sotto controllo. Mi rendo però conto che - a ben pensarci - oggi rischio quasi di perdere più tempo dietro al lettore di feed RSS, che conta ormai più di 400 iscrizioni, che alla posta elettronica. 400 iscrizioni si traducono in media in un centinaio di interventi al giorno, ed è facile immaginare come il numero, se non presidiato, possa presto diventare ingestibile. Negli ultimi mesi sto però cercando di sperimentare un comportamento con qualche buon risultato. Nello scorrere i diversi interventi con Google Reader marco come importanti quelli degni di nota (simbolo della stella) per un futuro approfondimento. Si tratta al massimo di una decina di interventi al giorno, considerando che molti blog sono (purtroppo) personali e quindi si parla anche di argomenti non sempre di interesse professionale. Segue quindi una seconda passata e se l'argomento è davvero interessante, l'intervento è "premiato" e portato sul mio account delicious. Anche così, comunque, difficile che ci metta meno di mezz'ora ogni giorno per queste operazioni. E presto pure attenzione a non esagerare con le sottoscrizioni, che verifico periodicamente. Riuscite, e come, a tenere sotto controllo i vostri feed?

Continua a leggere Inbox zero per i feed RSS

Categoria: Contenuti e Web Writing

Lo spunto per discutere con voi di questa che sembra essere la modalità  di fruizione dei feed meno diffusa (almeno nella mia percezione), mi viene dall'annuncio (via ReadWriteWeb) dell'uscita di Inbox 3.0, l'add-on gratuito per Microsoft Outlook prodotto da Newsgator (ricordo che è la società  che produce quelli che sono ritenuti da molti i migliori aggregatori desktop in circolazione, FeedDemon per Windows e NetNewsWire per Mac). Tra le novità  segnalate per Inbox 3.0 le principali riguardano l'interfaccia (più integrata in quella dell'ultima versione di Outlook) e la gestione/semplificazione delle operazioni più comuni (sottoscrizione, lettura, archiviazione). Tornando al tema generale, per un certo periodo ho provato anch'io a spostare la lettura di alcuni feed su Apple Mail. Trovo infatti che l'idea che sembra essere alla base del binomio RSS/posta non sia assolutamente sbagliata: insieme ai messaggi di posta, il contenuto di certi feed è in fin dei conti parte del flusso di informazioni personali con cui quotidianamente abbiamo a che fare. Ci sta bene insomma nel contesto di un'applicazione di email, la stessa con cui riceviamo una newsletter o altri tipi di bollettini di informazione periodicamente aggiornati. Ho poi rinunciato, soprattutto perché non molto soddisfatto dell'implementazione della funzionalità  sul programma di Apple. In fin dei conti, è questione quindi di abitudini personali nella gestione delle informazioni. Quanti di voi associano la consultazione dei feed a quella della posta? E in che cosa la trovate una modalità  più consona alle vostre abitudini?

Continua a leggere Leggere i feed RSS nel programma di posta

Categoria: XML/RSS

Tags: , ,

Chi gestisce un blog di medio-grandi dimensioni sa benissimo che ricevere un email ogni volta che un commento viene messo nella coda di moderazione è molto scocciante, ma purtroppo ci sono sempre un sacco di persone pronte a scrivere qualcosa di inappropriato (per non dire altro). Centinaia e centinaia di email alla settimana per essere avvisati ogni volta, rischiano di intasare la vostra corrispondenza, mentre l'utilizzo di feed RSS potrebbe costituire un utile ausilio che vi permetterebbe di gestire il tutto comodamente in un unica lista. Esiste infatti modMunch, un comodo plugin per WordPress, che vi permette di creare queste funzionalità  in maniera riservata aggiungendo anche un codice personale segreto per non permettere ai vostri lettori di visualizzare il contenuto dei commenti in moderazione. (more...)

Continua a leggere Moderazione ma usando i feed

Categoria: CMS

Ricordo che tanti anni fa, quando FeedBurner era un'utopia e parlare di marketing abbinato a quelle strane icone arancioni poteva sembrare una barzelletta, scrissi per HTML.it un articolo introduttivo su RSS, argomento al quale dedicai parecchi interventi anche sul mio blog personale.La domanda più frequente che mi veniva rivolta da chi voleva saperne di più era: "Ma non perdo visitatori al sito?". Ecco, mi è tornato in mente quella specie di tormentone leggendo di questa iniziativa presa a suo tempo (febbraio 2007) da Chris Garrett. Regala un e-book a chi sottoscrive il feed o a chi vuole ricevere gli aggiornamenti via mail. Il link per scaricare il PDF, infatti, è presente solo nel feed, in fondo a ciascun item (di cui viene fornito il testo completo). Un incentivo alla sottoscrizione, insomma.Se tutti fossero come Chris Garrett, potrei ricavarne l'impressione che i tempi del "Ma non perdo visitatori al sito?" sono ormai definitivamente passati. àˆ davvero così? Alzi la mano chi per un (fedele) abbonato al feed in più è disposto a rinunciare ad una manciata di hits in ShinyStat o Google Analytics.

Continua a leggere Ti iscrivi al feed? Ti regalo un e-book…

Categoria: XML/RSS

La notizia dovrebbe essere, come da annuncio ufficiale, che all'interno dei Google Webmaster Tools sono ora disponibili le statistiche relative ai sottoscrittori dei feed RSS pubblicati da un sito nei servizi della stessa Google (Google Reader, iGoogle e Orkut).L'occhio mi è però caduto anche su un'altra cosa relativa alla modifica dell'interfaccia di Webmaster Tools: No more tabs! Navigate through the new sidebar. Inversione di tendenza, insomma, con una specie di ritorno al passato. Siete pure voi un po' stanchi delle ormai ubique tabs?

Continua a leggere Google mostra le statistiche sugli abbonati ai feed

Categoria: Motori di ricerca

Praticamente tutti i blog hanno un feed RSS. E tutti, in un modo o nell'altro, offrono diverse opzioni al visitatore per sottoscrivere questo feed. Molti visitatori occasionali però (per esempio quelli che arrivano dai motori di ricerca) per un motivo o per l'altro non procedono all'inserimento del feed nel loro aggregatore: magari sono solo concentrati sul contenuto specifico che hanno cercato e trovato, magari non badano alla presenza della piccola icona arancione, etc. Cosa fare per invogliarli?Mike Davidson propone in questo post una soluzione pratica (con tanto di codice) basata sull'uso dei cookies e su PHP. Lo script verifica se sul computer di chi arriva sul sito è presente un cookie che attesta l'iscrizione al feed; se il cookie non è presente viene mostrata in alto, sulla pagina, una barra che invita a sottoscrivere il feed (o a ricevere gli aggiornamenti via mail).Per chi usa Wordpress, apprendo dai commenti al post che esiste un plugin che fa esattamente la stessa cosa, anche se con modalità  leggermente diverse rispetto alla visualizzazione dl messaggio.

Continua a leggere Iscrivetevi al feed, per piacere…

Categoria: XML/RSS

Tags: ,

Fino a un po' di tempo fa avremmo forse dato a questa notizia un'enfasi maggiore: Bloglines è stato per un certo periodo il feedreader web più noto e usato. Oggi la realtà  è cambiata, e le statistiche di Feedburner (anche per per questo blog) parlano chiaro. Il servizio è infatti rimasto praticamente immutato rispetto agli esordi, mentre la concorrenza sfornava novità  a raffica. Che dire allora, forse l'uscita di questa beta della nuova versione può essere commentata con l'immagine dei buoi scappati dalla stalla, etc, etc. Troppo tardi insomma. Una prova però si può sempre fare, magari si torna tutti al vecchio amore...Via Read/Write Web.

Continua a leggere Bloglines lancia una nuova versione (beta)

Categoria: Software e Servizi