Unsurprising, non sorprendente, non inaspettato. Con questo aggettivo Steve Rubel commenta il risultato di uno studio svolto da HubSpot su un gruppo di 605 blog aziendali legati a clienti della società . Il dato non sorprendente sarebbe quello legato al fatto che per un sottoscrittore di feed RSS ce ne sarebbero 12 abbonati alla newsletter del blog preso in esame. Questo in media, ovvio. Guardando ad esempio a settori come quello del software o del marketing/SEO, si scopre che il rapporto è praticamente alla pari. Per voi questo dato è sorprendente o no? Per me sì, anche se recentemente sto tornando ad apprezzare la comodità  della newsletter.kamagra london

Continua a leggere La rivincita della newsletter?

Categoria: XML/RSS

Credo che ciascuno di noi abbia qualche volta fantasticato sul software che non c'è e che invece vorrebbe avere sotto mano ogni giorno. Beh, è quello che ho pensato leggendo la presentazione sul blog dei Mozilla Labs del progetto Raindrop. Curato dal team di sviluppo di Thunderbird, Raindrop intende proporsi come una rivisitazione estrema della classica in-box dei programmi di posta elettronica. Di fatto un centro unificato per la gestione di conversazioni e messaggi provenienti ormai non solo dalla cara vecchia e-mail, ma distribuiti su una miriade di piattaforme, a partire dai social network: Per molti di noi significa dover controllare un numero sempre maggiori di posti in cui potremmo aver ricevuto nuovi messaggi. Il risultato è che non sappiamo mai di aver processato tutti i messaggi importanti, perché la nostra e-mail è sovraccaricata dal rumore prodotto da messaggi e informazioni che oscurano i messaggi reali provenienti da persone reali. Gli screenshot e i video incorporati nel post di presentazione sono molto utili per comprendere il livello della sfida nel realizzare un'interfaccia adeguata allo scopo che un'applicazione come Raindrop intende perseguire. Al momento non sono disponibili installer ufficiali per poter testare quello che è ancora un semplice prototipo, ma i più avventurosi potranno seguire le istruzioni presenti su questa pagina per farsi una prima idea.

Continua a leggere Mozilla Raindrop

Categoria: Software e Servizi

Credo che se analizzaste la vostra casella di posta principale, il quadro sarebbe molto simile a quello rappresentato nel grafico riportato qui sotto. àˆ quanto è venuto fuori dall'analisi svolta sulla sua casella da Alistair Croll, che proprio da cià prende spunto per tracciare il profilo del client di e-mail ideale. (more...)

Continua a leggere Il client di e-mail per futuro

Categoria: Software e Servizi

Tags:

Che la scelta del nome di dominio sia un passo cruciale in qualunque progetto di comunicazione sul e per il web non lo scopriamo oggi. Ci sono però delle cose curiose che davvero non riesco a spiegarmi. Avete fatto caso a quante aziende (e non parlo solo della ferramenta sotto casa...) hanno il loro bel nomeazienda.it o simile, con tanto di fantasmagorico sito, e poi usano indirizzi e-mail tipo nomeazienda@libero.it o @virgilio.it o @hotmail.it, etc? Perché? Non è certo da questi particolari che si giudicano un'azienda e i suoi prodotti/servizi, né mi spingo a dire che si tratta di una cosa "poco professionale", etc, però mi rendo conto che istintivamente la cosa non mi colpisce favorevolmente. E mi chiedo percià perché, una volta che con la semplice registrazione si sia dimostrato di intuire l'importanza del nome di dominio, non si faccia tante volte il passo successivo per gli indirizzi e-mail... Pigrizia? Noncuranza?

Continua a leggere Indirizzi e-mail con il nome dell’azienda

Categoria: Web Marketing

Abbiamo più volte tessuto le lodi del lavoro di CampaignMonitor rispetto a tutto cià che ruota intorno alla comunicazione commerciale via mail. Partendo dagli studi sul supporto di HTML e CSS nei vari client fino a quelli sulla loro diffusione, la società  ha sempre offerto ottimi spunti di analisi per tutti. L'ultima fatica è un report sulle statistiche d'uso delle applicazioni desktop e web-based. I dati sono aggiornati al mese di febbraio 2009 e mostrano anche i trend di crescita e decrescita negli ultimi 6 mesi. Una nota fondamentale. Le statistiche vengono rilevate attraverso immagini contenute nei messaggi. Questo fatto premia i client che mostrano di default le immagini stesse e possono naturalmente penalizzare quelli che seguono la via opposta (primo tra tutti GMail).

Continua a leggere Un report sull’uso dei client di posta elettronica

Categoria: Software e Servizi

Campaign Monitor, la società  americana attiva nei servizi per l'e-mail marketing e che da tempo si distingue per le utilissime analisi sul supporto degli standard web nei vari client di posta, ha reso noti i risultati dell'ultimo studio svolto sull'ampia platea delle applicazioni di mail desktop e web based. Ad essere testato è stato questa volta il supporto per i formati di video, da FLV a QuickTime fino a WindowsMedia e MPEG. home remedies for genital warts'>home remedies for genital wartsCon enorme sollievo e soddisfazione posso annunciare a tutti i lettori di Edit che i tempi per le video-mail sono ancora lontani visto il supporto quasi nullo offerto da tutti i client testati per qualunque forma di video. Ad oggi, parole di Campaign Monitor, il modo più affidabile per inserire qualcosa di animato in un messaggio di posta consiste nell'uso di una... GIF animata :).

Continua a leggere No, le video-mail, no…

Categoria: Software e Servizi

Tags: ,

Qualche tempo fa Cesare aveva postato un articolo che trattava le statistiche di utilizzo dei vari client di e-mail web e desktop-Based, con il grafico che incoronava vincitore (a sorpresa) il prodotto di casa Yahoo!. I client di e-mail disponibili sono comunque molti, basti pensare a GMail e Hotmail, per non parlare dei client desktop come Outlook e l'open source Thunderbird di Mozilla, oltre a Apple Mail. Ognuno di questi prodotti presenta caratteristiche, vantaggi e feature differenti. A tale proposito vi chiedo: qual è a vostro avviso il migliore client di e-mail presente sulla piazza e per quali motivi? La vostra scelta si appoggia più spesso ad un client basato sul web o ad un'applicazione fissa sul desktop?

Continua a leggere Qual é il migliore client di e-mail?

Categoria: Software e Servizi

Tags:

Sinceramente è la prima volta che mi imbatto in statistiche sull'uso dei vari client di e-mail (desktop e web-based), anche se i risultati non mi sorprendono. Il post di Sitepoint da cui traggo la notizia invita ovviamente a non interpretare i dati in maniera assoluta, ma come significativi rispetto a macro-tendenze d'uso. Un po' come si dovrebbe fare con quelle per i browser senza stare ogni mese a discutere su cali e ascese dello 0,2%. best cheap cigarLo studio è stato svolto da Litmus su un campione di oltre 3 milioni di destinatari di e-mail. Su questa pagina trovate i dati completi suddivisi per ambito business e consumer. In quest'ultimo segmento la fotografia è quella rappresentata da questo grafico.

Continua a leggere Statistiche sui client di e-mail

Categoria: Software e Servizi

Tags:

Opera 9.6 è da poco disponibile per il download nella sua versione definitiva. Dando un'occhiata alla lista delle novità  si nota che quelle evidenziate dalla software house norvegese si concentrano su componenti extra rispetto alla navigazione web: il modulo dedicato ai feed RSS e quello per la posta, con l'introduzione del cosiddetto Low Bandwidth Mode, un'opzione che consente di scaricare solo la prima parte di un messaggio e-mail per effettuare un controllo più rapido della posta in arrivo.definition essay success Cià detto, mi è venuto subito in mente che Opera non ha negli anni modificato il suo approccio: quello di browser multifunzione che aspira a riunire in un unico programma diverse funzionalità . Mi chiedo, e la domanda non suoni provocatoria: ma c'è qualcuno che si legge la posta con Opera? Detto in maniera diversa vorrei capire se un approccio siffatto, quello da suite per intenderci, di browser tuttofare che ormai sembra essere stato quasi del tutto abbandonato, abbia ancora un suo appeal.

Continua a leggere Cosa usiamo di Opera

Categoria: Software e Servizi

Tags: , ,

Ebbene sì, esistono, i commenti condizionali per servire stili ad hoc per il popolare client di posta di Microsoft. In rete non ho trovato altri riferimenti, nemmeno negli articoli ufficiali di MSDN, oltre al post apparso in questi giorni su Sitepoint e che pertanto sembra essere all'origine della scoperta. In pratica, volendo servire regole di stile specifiche per il programma di Microsoft, si userà  questa sintassi: <!--[if gte mso 9]> // Qui vanno le regole per Outlook 2007 <![endif]--> Per approfondire potete fare riferimento anche a questo intervento di Campaign Monitor Blog, che aggiunge anche utili screenshot ed esempi. Ricordo anche che il sito di questo ottimo servizio per la creazione e gestione di e-mail commerciali ospita una completa reference sul supporto dei CSS nei vari client di posta.

Continua a leggere Commenti condizionali… per Outlook

Categoria: CSS