Brutto da dire ma l'abbinamento "Italia" - "Internet" lascia ancora a desiderare. Lo dice, anzi lo conferma, il rapporto 2009 dell’Osservatorio Italia Digitale 2.0, segnalando problemi di tipo sia infrastrutturale sia (peggio ancora) di natura culturale. (more...)

Continua a leggere Italia, la strada é lunga

Categoria: Eventi e segnalazioni

"Devo guardare una cosa su Internet ma non ho il pc..." Non avete idea di quante volte abbia sentito quest'affermazione in famiglia & dintorni. Schiere di zii, mamme, nonni, genericamente over50 (ma non solo) per conto di quali, a seconda dei casi, mi sono iscritto a una newsletter di cucina, ho acquistato un libro, ho cercato lavoro. Non credo di essere l'unico figlio/nipote che fa da intermediario tra attempati parenti e mezzi digitali. Ma questo ruolo mi ha fatto riflettere. Alcune note. (more...)

Continua a leggere Tutto ha un prezzo

Categoria: Web Marketing

Non posso non segnalarvi una due giorni quantomeno interessante nella Langa piemontese: il primo giorno si parla di turismo e vino, il secondo giorno si parla di Wireless. Fate voi, a me interessano entrambi.Lasciando semmai il primo giorno agli interessi degli esperti del settore, vorrei qui segnalare l'importante convegno del giorno seguente. Titolo: "Banda larga e servizi telematici nelle zone rurali e turistiche". Chissà  perchè, ma ho il sospetto che si parlerà  anche di Telecom Italia. Questi gli ospiti che hanno già  confermato la presenza al convegno: Stefano Quintarelli, presidente AIIP; Marco Piai, membro del direttivo Assoprovider; Carlo Alberto Morosetti, vice caporedattore TG2 Economia; Vittorio Pasteris, redattore de La Stampa Web; Maurizio Gotta, presidente dell'Associazione Anti Digital Divide.Sarà  proprio l'associazione Anti Digital Divide (ed il braccio operativo Include) ad ospitare l'evento in collaborazione con il sindaco di Diano d'Alba Claudio Cardinale. Il convegno si terrà  alle ore 15 di Domenica 24 Settembre nello splendido contesto di Diano (l'ombelico del Dolcetto) e del Settembre langarolo. Segue un Lan Party celebrativo con portatile in una mano e calice nell'altra.

Continua a leggere Dalle radici al futuro, dal vino al wireless

Categoria: Eventi e segnalazioni

di

Attivata da Telecom Italia offrendo una spalla su cui piangere agli utenti senza ADSL.Bloccata per esplicita richiesta Assoprovider.Discutibile e discussa, con ADD che in difesa dell'utenza ha attaccato la stessa Assoprovider difendendone i principi ma condannandone la forma di lotta attuata. Ripristinata da AGCOM. àˆ questa la storia della flat Telecom Italia per gli utenti a 56k. Una cosa va notata, ovvero come sull'argomento si riescano a fare cose in cui ci perdono tutti: ci ha perso Telecom, che per settimane non ha potuto vendere la propria flat; ci perde Assoprovider, perchè l'AGCOM torna a dare ossigeno a Telecom togliendolo ai piccoli provider che già  ne son clamorosamente senza; ci perde doppiamente Assoprovider, perchè esce sconfitta da una situazione in cui già  aveva evidenziato palesi sbavature; ci perde, soprattutto, l'utenza che si trova una flat che sa tanto di buono uscita: accontentatevi, perchè tanto il convento non passa altro...

Continua a leggere Torna la flat Telecom per l’utenza a 56k

Categoria: Eventi e segnalazioni

di

Una ricerca del CNR sciorina una ingente quantità  di numeri da cui si può trarre una conclusione di assoluta rilevanza. Il ragionamento finale è semplice: le aree italiane più lontane dal web non possono giovare dei benefici che il web può apportare e quindi continuano a rimanervi lontane. Al contrario le aree più sviluppate vi accedono ed aumentano il proprio status socio/economico. In pratica, dunque, l'esistenza di internet e la sua irraggiungibilità  da talune comunità  (geografiche, economiche o sociali che siano) determina differenti ritmi di sviluppo ed un differenziale che tende ad autoalimentarsi. Se ne è parlato su WebNews, se ne è parlato su La Repubblica. Senza stare a riportare ulteriori dati in questa sede, rimando direttamente al file .pdf (circa 600 Kb) distribuito direttamente dall'ufficio stampa del NIC. Vale la pena rifletterci su un attimo, perchè a volte le dinamiche dello sviluppo non sono così dirette quanto potrebbe apparire. Se nel frattempo dovessi trovare un link diretto al file provvederà ad aggiornare il riferimento.

Continua a leggere Il digital divide si autoalimenta

Categoria: Eventi e segnalazioni

di

C'è un digital divide provincia/città . Assolutamente condannabile, se ne andrà  quando finalmente la banda larga sarà  disponibile a tutti coloro i quali, propri di una certa consapevolezza informatica, ne vorranno fare uso.C'è un digital divide bianchi/neri. Assolutamente condannabile, riflette differenti culture, differenti status sociali, differenti approcci storici, differenti possibilità . Negli Stati Uniti soprattutto è una piaga pesante che deve far meditare.C'è un digital divide ricchi/poveri. Assolutamente condannabile, è figlio della differente possibilità  di accesso tanto agli strumenti informatici quanto alla cultura informatica (e di conseguenza ai servizi, ai privilegi ed a quelle speranze per il futuro che l'informatica è in grado di aprire).C'è un digital divide giovani/anziani. Ma questo non lo si può condannare. Secondo gli ultimissimi dati Eurostat "l'85% degli studenti utilizza il web, contro una media del 13% tra i pensionati". Chi è nato con il telefono, è cresciuto con la radio ed è invecchiato con la tv, probabilmente ne ha già  viste troppe ed il web è ora tanto affascinante quanto lontano e inconcepibile. Almeno mia nonna la pensa così, e penso di non dovergliene certo fare una colpa.

Continua a leggere Tutti i modi del digital divide

Categoria: Eventi e segnalazioni

di

Isola del Giglio. 20 Km di mare dal continente, luogo di villeggiatura, zona senza ADSL. Almeno fino a poco tempo fa. Infatti leggo che ora l'ADSL sta per arrivare ed il primo "riscontro concreto" è la stipula di.... 25 contratti. (more...)

Continua a leggere ADSL: beati loro, però qualcosa non mi torna

Categoria: Eventi e segnalazioni

di

Prendo in prestito il geniale slogan di Giobbe Covatta per segnalare una interessantissima iniziativa targata Anti Digital Divide. Il gruppo, dopo aver iniziato a mappare l'Italia della non-connettività , vuole ora fare di più e tentare di avere una mappatura reale della connettività  nostrana senza passare per associazioni e per risultati quantomeno opinabili. (more...)

Continua a leggere Basta poco, che ce vò?

Categoria: Eventi e segnalazioni

di

Un interessante editoriale di Pierluigi Di Bartolomeo tira le somme di quello che, nascosto dietro i festosi annunci di Telecom Italia, altro non è se non un aumento del digital divide imperante in Italia. L'associazione Anti Digital Divide si occupa da tempo dello sviluppo dell'ADSL in Italia e con una sorta di mappatura del territorio sta ora tentando di capire la reale entità  del problema (spesso nascosto dietro statistiche fuorvianti, dati parziali e report incompleti).Nell'editoriale viene riportata un'intervista all'AD di Telecom Italia, Riccardo Ruggiero, nella quale si palesa la possibilità  di un prossimo nuovo aumento della capacità  di banda della ADSL nostrana (8 mega, forse di più). Così Giuseppe Turani spiega per Repubblica.it le parole di Ruggiero: [...] è solo l'antipasto. Infatti il sistema è in grado di decollare nel giro di un anno o poco più addirittura verso i 20 mega, una volta sistemate tutte le procedure per le autorizzazioni e le tariffe. Si tratta cioè solo di una questione commerciale. Ma il sistema della IPTV è pronto per spostarsi sui 20 mega. E, a quel punto (forse nel 2007, in Italia) la IPTV cambierà  di nuovo faccia perché diventerà  una tv a alta definizione. E sempre, ovviamente, con la possibilità  di navigare in Internet e di telefonare. (more...)

Continua a leggere Telecom aumenta ADSL e digital divide

Categoria: Software e Servizi