Ne aveva già  parlato Simone un anno fa raccogliendo timide risposte.Ci riprovo io oggi. Quello che vi voglio chiedere è: vi capita mai di fare una ricerca su del.icio.us con Url History per cercare di capire quanti hanno salvato la homepage del vostro sito? E vi soffermate a guardare i tag che vengono utilizzati più spesso? Personalmente la trovo una cartina di tornasole davvero interessante, se non altro perché dà  indicazioni, proprio attraverso i tag, di quello che è il sito "percepito" dai lettori rispetto a quello che "credavamo" di aver realizzato. Argomento delicato soprattutto per blog che trattano di argomenti disparati, dove questo strumento si può rivelare un buon modo per capire cosa viene apprezzato e cosa, con tutta probabilità , lo è meno.

Continua a leggere Quanti su del.icio.us?

Categoria: Contenuti e Web Writing

Non so se si tratta di una vera e propria "sindrome delle sidebar", come evidenzia Bilal Hameed in Read/WriteWeb, ma sicuramente quest'anno alcuni storici strumenti di produttività  si aggiornano e possono ora essere inclusi nella finestra del browser.Come per esempio la bella versione di Google Talk che gira in una finestra indipendente, ma che con qualche accorgimento condivide lo spazio con la normale navigazione.Tra le migliori integrazioni c'è sicuramente da segnalare la nuova versione della toolbar di del.icio.us per Firefox, che con un colpo solo permette di salvare i preziosi link in locale e di trovarli organizzati e navigabili, per l'appunto in uno spazio ricavato nella finestra del browser. Unica controindicazione: non usatela con Pc o Mac datati (come i miei), a meno che non amiate aspettare una decina di secondi ogni volta. Chi sarà  il prossimo? A me piacerebbe qualche esperimento con Gmail, ma lo spazio sullo schermo è prezioso, non mi va di sprecarlo quando un CTRL+TAB potrebbe essere sufficiente.

Continua a leggere L’anno delle sidebar

Categoria: Software e Servizi

Appuntamento dedicato ai bookmark Javascript. Cominciamo con due risorse molto valide che provengono da due firme importanti. Su IEblog, il blog di casa Microsoft dedicato ad Internet Explorer, è stato da poco pubblicato IE+JavaScript Performance Recommendations Part 2: JavaScript Code Inefficiencies che è il seguito della prima parte. Anche Opera ha trattato l'argomento performance in Efficient Javascript, un corposo articolo che presenta molti tips utilissimi.Andrea Giammarchi ha da poco pubblicato My DOMContentLoaded Final Solution, l'ultima soluzione in fatto di onload appena l'albero DOM della pagina è pronto. Sempre realizzato da Andrea, vale la pena di citare anche byteson, il fratellino di bytefx, per avere scambio di dati grazie a JSON. A proposito di JSON: sintetico ma interessante l'articolo CSS JSON che presenta un modo per rappresentare regole CSS mediante JSON. Tornando in tema di librerie e soluzioni nostrane: il mootools primer di Aaron Newton è una valida e corposa introduzione all'ottima mootols di Valerio Proietti. Passando ai form: Improving HTML forms with Javascript presenta alcuni link a soluzioni per manipolare, elaborare e validare form mediante Javascript.Concludo con una segnalazione che riguarda del.icio.us: Christian Heilmann ha da poco pubblicato Dishy, un wrapper per manipolare le sue API.

Continua a leggere Bookmark Javascript

Categoria: Scripting

Volete farvi un sito/servizio tipo digg a costo zero? Su questa pagina trovate una lista di cloni del celebre sito da scaricare e installare sui vostri server. Ci sono anchi i cloni di del.icio.us e dei servizi di social bookmarking in genere, oltre che altri social software vari (e open source) rubricati come al solito sotto l'etichetta Misc.

Continua a leggere Mi faccio il mio Digg

Categoria: Software e Servizi

Mi sono accorto che nell'ultimo mese sono diminuiti i link che aggiungo al mio account del.icio.us. Nel cercare le cause di questo comportamento mi sono ricordato che è proprio da un mese che sono passato all'uso di Google Reader come aggregatore, trovandolo decisamente migliorato tanto da farmi abbandonare il caro FeedDemon.Da quando c'è la possibilità  di evidenziare (con la stellina) gli interventi di interesse, sento meno la necessità  di aggiungere il link a del.icio.us. Non è che poi non ne aggiunga, ma Google Reader mi aiuta a fare da filtro, così da limitare il database di del.icio.us solo alle risorse davvero importanti.Più che concorrenza, quindi, potremmo parlare di simbiosi. Quali criteri adottate per stabilire se una risorsa merita un posto in del.icio.us, piuttosto che come preferito nel browser o nell'aggregatore? Avete qualche suggerimento?

Continua a leggere Il concorrente di del.icio.us si chiama Google Reader?

Categoria: Software e Servizi

The Guardian ha realizzato una serie di interviste ai protagonisti del web 2.0 per il proprio inserto del fine settimana, e le ha anche pubblicate online. Nulla di clamoroso per chi utilizza del.icio.us tutti i giorni o da anni ha aperto il proprio weblog, ma sicuramente un modo per conoscere più da vicino (e per vedere in faccia, visto che sono stati fotografati) Jimmy Wales di Wikipedia, Sam Schillace di Writely, Kevin Rose di Digg e molti altri. E per scoprire il lato umano di queste persone. Lo sapevate per esempio che Matt Mullenweg di Wordpress ha sottoscritto un contratto che ha permesso la comparsa di search engine spam sul sito di Worpress e che per "farsi perdonare" ha messo in piedi il famoso filtro Akismet?

Continua a leggere La vera faccia del web 2.0

Categoria: Eventi e segnalazioni

Da qualche giorno è tornato attuale un tema riguardante del.icio.us che sollevai quasi per sfogo ad aprile.Molti blogger sfruttano alcuni servizi offerti da FeedBurner o script automatici per inserire ogni giorno nel proprio feed la lista di tutti gli URL aggiunti nel proprio account del.icio.us. Sebbene io sia un felice utente di del.icio.us, trovo frustrante dover passare decine di minuti a segnare come letti questi post che, nella maggior parte dei casi, altro non sono che una lista di link senza istruzioni.Recentemente bayle ha rispolverato la questione coinvolgendo numerosi componenti della blogosfera in una discussione molto interessante.C'è chi sostiene che questi post siano del tutto inutili dato che del.icio.us dispone di un feed per ogni utente al quale, chi vuole, può iscriversi, altri invece ritengono che i post possano essere utili così come sono, altri ancora solo a patto che ogni URL contenga una descrizione.Luca ha preso la palla al balzo lanciando un sondaggio.Voi di quale schieramento fate parte?

Continua a leggere Inserire del.icio.us nei propri feed

Categoria: XML/RSS

Tags: ,

Taggly

13 Jul

Taggly è il servizio di social bookmarking creato da Raffaele Rasini. Ha tutte le maggiori funzioni dei fratelli maggiori tipo del.icio.us compresa l'integrazione con i principali e un bel set di API. Compimenti a Raffaele e in bocca al lupo ;).

Continua a leggere Taggly

Categoria: Software e Servizi

Il termine web 2.0 è sempre più diffuso e sfuggente... ma al di là  di AJAX e simili, una delle maggiori rivoluzioni del nuovo web è proprio la sua natura sociale e il potere di condivisione dell'informazione: chi non conosce siti come Digg o del.icio.us? I siti di social bookmarking esclusivamente dedicati ai tutorial credo però siano una novità  piuttosto recente: segnalo quindi i primi due che ho scoperto proprio in questi giorni, ovvero Tutorialism e Pixel Groovy, utilissimi per scoprire, conservare e condividere link a tutorial sui CSS, Photoshop e molto altro.

Continua a leggere Tutorial in stile Web 2.0

Categoria: Software e Servizi

A marzo avevo segnalato una nuova funzionalità  di del.icio.us utile per verificare la cronologia di un URL. In questi mesi ho condotto un po' di esperimenti tentando di sfruttare in modo alternativo alcune funzionalità  messe a disposizione da vari tool, da FeedBurner a del.icio.us ed ho scoperto come si possano ottenere informazioni interessanti.Ad esempio, per quanto riguarda del.icio.us, la cronologia di un URL mi risulta utilissima per comprendere la popolarità  di un articolo ma soprattutto per migliorarmi. Ho preso l'abitudine, in principio per altri motivi, di salvare su del.icio.us ogni articolo che scrivo su questo blog e periodicamente curioso tra i profili di quanti altri hanno aggiunto lo stesso articolo tra i propri preferiti.àˆ interessante scoprire la personalità  di questi utenti ma soprattutto è utile verificare quali tag e quali commenti sono associati ad ogni singolo URL. Si possono ricavare utili informazioni per migliorarsi ed analizzare gli argomenti che suscitano maggiore interesse.Anche i tag possono essere determinanti. Se io scrivo un articolo su un argomento ed i tag rispecchiano questo argomento allora vuol dire che sono stato sufficientemente chiaro. Ma non solo, se i tag che i diversi utenti hanno associato allo stesso URL sono similari vuol dire che l'articolo è scritto in modo tale da consentire a tutti una linea di comprensione equivalente.E voi avete mai provato? Curiosate tra i vostri preferiti, verificate gli URL che sono stati salvati da più di un utente e potreste trovare materiale di studio.

Continua a leggere Misurare la popolarita’ di un articolo con del.icio.us

Categoria: Contenuti e Web Writing