Se sai sviluppare applicazioni per il Web e vorresti iniziare a lavorare in un'azienda in cui il futuro, la tecnologia e l'innovazione si uniscono per creare un luogo di lavoro unico e all'avanguardia allora devi partecipare assolutamente all'OPEN DAY for WEB DEVELOPERS che si terrà martedì 6 marzo 2018 a Milano dalle 10:00 – 13:00. L'appuntamento è organizzato da Triboo Group, società leader nei settori del commercio elettronico, dell'advertising e della publishing online. (more…)

Continua a leggere Il 6 marzo a Milano è OPEN DAY for WEB DEVELOPERS

Categoria: Eventi e segnalazioni

Quando si parla di usabilità /accessibilità , la saggezza popolare invita ad usare con molta cautela i test automatici di valutazione. Lo stesso discorso vale per le funzionalità  e le prestazioni delle applicazioni web? Mentre qualcuno potrà  dire la sua al riguardo, magari sulla base delle proprie esperienze di sviluppo, altri potranno segnarsi il link a questo post di WebResources Depot. Elenca 15 strumenti gratuiti per i test, suddivisi in due categorie: test di script e funzionalità  (SeleniumHQ e WebDriver di Google tra gli altri) e test delle prestazioni e del carico.

Continua a leggere Test automatici per applicazioni web

Categoria: Software e Servizi

Dopo il progetto openasp, i ragazzi di BrokenIce si spostano dall'ambito CMS a quello dei framework per applicazioni web con Nitrogen. Il progetto è ancora in fase di sviluppo, ma sul sito ufficiale è già  possibile avere un assaggio delle potenzialità  e delle funzionalità  offerte attraverso una prima lista di features rilevanti e un video di presentazione appositamente realizzato per raccogliere critiche e commenti. buy autocad 2010 in hk

Continua a leggere Nitrogen, un framework per web apps tutto italiano

Categoria: PHP e Open Source

Non è il primo e non sarà  certamente l'ultimo regalo di Google agli sviluppatori web. Questa volta da Mountain View arriva il rilascio di Ratproxy, un tool usato internamente proprio da Google per testare diversi aspetti problematici in tema di sicurezza per le applicazioni web. Per i dettagli si possono leggere il post di presentazione su Google Online Security Blog e la pagina di documentazione.

Continua a leggere Testare la sicurezza delle applicazioni web con Ratproxy

Categoria: Sicurezza

Visual WebGui è un progetto attivo ormai da qualche tempo che però solo di recente ha raggiunto una maturità  tale da renderlo un prodotto degno di attenzione. àˆ sostanzialmente un framework open source per lo sviluppo rapido di applicazioni web .NET facenti uso di interfacce AJAX e Silverlight. Con il suo designer si integra perfettamente in Visual Studio ed estende in maniera stupefacente i controlli ASP.NET aggiungendone di nuovi. La sua particolarità  risiede però nella possibilità  che offre di sviluppare applicazioni ASP.NET (quindi Web) utilizzando metodologie che sono invece tipiche dello sviluppo Windows Forms. Questo significa la possibilità  di sviluppare applicazioni web anche molto complesse in un tempo molto minore e preoccupandosi meno di tutte le problematiche tipiche dello sviluppo web. Non resta quindi che provarlo. Sul sito ufficiale di Visual WebGui trovate tutte le informazioni che possono esservi utili, compresa tanta documentazione e video esplicativi del suo utilizzo, oltre naturalmente agli indirizzi per effettuare il download delle varie versioni.

Continua a leggere Visual WebGui

Categoria: Microsoft Dev

Nuovissime tecnologie stanno per venire alla ribalta tentando di realizzare la migrazione dei contenuti web sul desktop. Primo su tutti il nuovo prodotto di casa Adobe, AIR, che permette di utilizzare tecnologie che normalmente girano su di un browser, come Ajax, HTML, Javascript e cosi via, per creare applicazioni da installare direttamente sul nostro desktop. Slingshot è un runtime desktop che consente alle applicazioni realizzate con Ruby di funzionare sul desktop. Dekoh è un'altro ottimo tool da installare sul desktop che permette di ospitare determinate applicazioni web e di includere un server web. Anche se non proprio simile ai precedenti, Windows Presentation Foundation di Microsoft, basandosi su XAML (un'espressione di XML), mira alla creazione di applicazioni desktop con supporto simile a quello del web. Oltre alla caratteristica principale di portare i contenuti web sul desktop (con tutti i vantaggi che ne derivano), queste applicazioni ne hanno un'altra in comune: il supporto per l'offline. Per usufruire di certe applicazioni AIR, ad esempio, non abbiamo l'occorrenza né di un browser né di una connessione. Come sappiamo inoltre, anche Firefox 3 offrirà  un notevole supporto per lavorare offline. L'obiettivo offline quindi, è sempre più preso in considerazione. Secondo voi qual è il futuro delle applicazioni che necessitano di una connessione e di un browser? Saranno messe in ombra o continueranno sempre a brillare di luce propria?

Continua a leggere Il futuro é online oppure offline?

Categoria: Software e Servizi

Credo che molti di voi siano a conoscenza dell'ultima (a mio parere geniale) aggiunta a Google Docs: la possibilità  di usare il modulo Spreadsheet per realizzare moduli da inviare via mail perché vengano compilati da chi li riceve per poi salvare automaticamente i dati raccolti in un foglio di lavoro. La dimostrazione che persino chi come me si è fermato più o meno al teorema di Pitagora può trovare un'utilità  in un foglio tipo Excel :). So che non è la prima soluzione di questo tipo rispetto alla compilazione e gestione di moduli, ma averla in questa forma, su un applicazione gratuita, etc, etc, è una gran cosa.Om Malik prende spunto dalla novità  introdotta da Google per lasciare in coda a questo suo post una frase che secondo me riassume nei termini più appropriati la questione applicazioni web vs. applicazioni desktop di cui tanto si è discusso negli ultimi mesi, e che in un certo senso chiude la discussione: Non abbiamo bisogno delle versioni web delle nostre applicazioni desktop. Abbiamo bisogno di applicazioni web che sfruttino al meglio il vantaggio di essere online.

Continua a leggere Una frase da segnare

Categoria: Software e Servizi

CNet ha appena elencato quelle che, secondo le nomination stabilite dai voti degli utenti, sono le 100 migliori applicazioni del web. La classifica prenderà  il nome di Webware 100 ("Cool web apps for everyone") e ne uscirà  un vincitore solo tra tutte quelle che sono le applicazioni oggi divise per comodità  in 10 categorie. Un po' di pronostici, dai: chi vincerà  la Webware 100? Qual è la miglior applicazione web tra quelle elencate sul sito ufficiale? Update: OK, troppo tardi per i pronostici, visto che la classifica dei vincitori suddivisi per categorie è stata appena pubblicata. Rimane l'invito a dire la vostra :)

Continua a leggere Webware 100: chi vincerà ?

Categoria: Software e Servizi

Di questi tempi sembrerebbe davvero difficile non trovare un'applicazione web che faccia al caso nostro per questa o quella esigenza. Eppure, personalmente, non sono ancora riuscito a trovare quella ideale, quella cioè tagliata su misura delle mie abitudini, delle mie necessità  in fatto di produttività  personale, etc. Sono arrivato alla conclusione che se la voglio quell'applicazione ideale devo farmela da solo, magari mettendo insieme in locale tanti pezzi separati: un po' di Digg, un po' di del.icio.us, un po' di Mediawiki, un po' di Netvibes o Bloglines...So bene che non avrà mai il tempo di portare a termine il tutto come vorrei, ma intanto, partendo da quello che offre il mercato, installo, assemblo, provo, alla ricerca del mix perfetto. Ho quindi una curiosità . Giocate pure voi con queste applicazioni web da far girare sul localhost? Lo fate per semplici test o come me per risolvere un certo problema nel vostro flusso di lavoro quotidiano al computer? Avete per esempio piegato un Wordpress o un Drupal a specifiche esigenze personali?

Continua a leggere Cosa hai sul localhost

Categoria: Software e Servizi

Ogni tanto avvisto nella blogosfera belle discussioni di scenario. L'ultima è quella nata a partire da un post di Ted Leung con un titolo che non poteva non attirare l'attenzione: Adobe wants to be the new Microsoft of the Web. Sintetizzo i passaggi più importanti.In realtà  il discorso non verte direttamente su Adobe, ma parte da un assunto di base più generale: il futuro sarà  sempre più fatto di Rich Internet Applications. E qual è oggi la scelta più in voga per lo sviluppo di questo tipo di applicazioni? Ajax.Nella prospettiva di Leung, però, Ajax presenta due problemi: se si va oltre semplici ed accattivanti effetti di animazione e si vuole costruire qualcosa di appena più sostanzioso, lo sviluppo in un'ottica cross platform può diventare un incubo (più browser per ogni piattaforma e se non bastasse più e differenti versioni dello stesso browser); performance di Javascript. I vantaggi di Ajax? Uno su tutti: non appartiene a nessuno, non c'è nessun singolo protagonista del mercato che può da solo controllare il set di diverse tecnologie che compone il mosaico. Sempre secondo Leung ci sono solo due possibili alternative. (more…)

Continua a leggere La piattaforma RIA ideale per il dopo Ajax

Categoria: Software e Servizi