di Alessandro Fulciniti Commenta

Dare una visione d'insieme dei Web Standards che sia semplice ma allo stesso tempo minuziosa è un progetto molto ambizioso per la vastità di argomenti da trattare. Russ Weakley, uno dei miei autori preferiti, ci riesce benissimo in Basic webstandards Workshop, un vero e proprio manifesto del webdesign moderno. Meritano una lettura attenta anche i suoi molti tutorial. Un articolo di livello simile a quello del workshop, anche se con un approccio un po' diverso, è Developing With Web Standards di Roger Johannson. È un peccato che entrambe le pubblicazioni non includano una sezione relativa a Javascript: tre letture che possono costituire un ottimo complemento sono Unobtrusive Javascript di Chris Heilmann, Ten Good Practices for writing javascript in 2005 di Bobby Van Ders Luis e Creating Accessible Javascript di Jared Smith.

La Microsoft pubblica sul suo sito una pagina ricca anteprime librarie; infatti troverere numerosi capitoli (in formato pdf) estratti dai tanti libri in circolazione su SQL Server 2005 e tecnologie correlate. Il mio consiglio è quello di scaricare e stampare i capitoli che più interessano per poter valutare un eventuale acquisto. Alcuni di questi libri (come quello di Peter DeBetta's già recensito da Html.it ) sono già stati localizzati per il mercato italiano. Robert Dewson and Julian Skinner's - SQL Server 2005 Assemblies Revealed - Chapter 5: User Defined Functions [PDF] Bob Beauchemin's - A First Look at Microsoft SQL Server 2005 for Developers - Chapter 15: SQL Server Service Broker [PDF] Peter DeBetta's - Introducing Microsoft SQL Server 2005 for Developers - Chapter 5: User-Defined Data Types [PDF] Tom Rizzo's - Pro SQL Server 2005 - Chapter 15: Database Mirroring [PDF] Rodney Landrum's - Pro SQL Server 2005 Reporting Services - Chapter 1: Architecture and Overview [PDF] Don Farmer's - The Rational Guide to Scripting with SQL Server 2005 Integration Services - Chapter 7: Your First Script Component [PDF] Roger Wolter's - The Rational Guide to SQL Server 2005 Service Broker - Chapter 2: Conversations [PDF] Tony Mann's - The Rational Guide to SQL Server 2005 Express - Chapter 3: SQL Server 2005 Express Tools [PDF] Mike Otey's - Microsoft SQL Server 2005 New Features - Chapter 4: Programmability Features [PDF]

Tags:
di Francesco Caccavella Commenta

All'Università neozelandese di Otago, il 40 per cento dei computer ha installato Mac OS X. È più stabile, è più carino ed è anche più sicuro di Windows. Più sicuro, non inviolabile. Per questo gli utenti dovranno cominciare a fare i conti con virus e worm.L'ultimo bollettino di sicurezza di Apple ha corretto 44 errori di programmazione in diverse decine di software Mac, compreso il browser Safari. Almeno 6 delle 44 vulnerabilità potevano condurre ad attacchi pericolosi (sono quelle divulgate dal Cert). (more...)

di Alessandro Fulciniti Commenta

Credo che una delle più grandi rivoluzioni da quando esiste Internet sia l'RSS, ormai divenuto un potentissimo mezzo di informazione e aggiornamento. Se questo formato è ormai diffuso e supportato anche dai principali siti di informazione, è grazie ai blog che ha trovato modo di esprimere tutte le sue potenzialità.Recentemente, oltre ai feed reader online (tra cui Bloglines e Rojo), si stanno diffondendo diversi motori di ricerca RSS e/o in grado di indicizzare con particolare cura i contenuti della blogosfera.Mentre i motori 'tradizionali' come Google, Yahoo e MSN si stanno attrezzando, ho pensato di fare un piccolo test sui motori di questo tipo attualmente disponibili e di metterli a confronto. Oltre a cercare keywords, è possibile in tutti i servizi che ho analizzato trovare quali siti linkano una determinata pagina.Così ho preso come url campione uno degli siti caldi degli ultimi giorni, ovvero Mint (la nuova applicazione per statistiche realizzata da Shaun Inman) e ho stilato una mini-classifica dei motori ordinata per risultati trovati (i link puntano direttamente alla ricerca per url) : Feedster dà 369 risultati Bloglines dà 297 risultati BlogPulse dà 214 risultati IceRocket dà 187 risultati Clusty dà 181 risultati Gigablast dà 76 risultati BlogDigger dà 28 risultati DayPop dà 20 risultati Technorati dà 15 risultati nell' ultimo giorno Findory dà 0 risultati Ovviamente i risultati non si possono generalizzare dato che si tratta di una ricerca su una caratteristica specifica, ma credo che siano abbastanza indicativi, e io che finora ho usato Technorati... Concludo con un invito a dare uno sguardo ai motori che ho appena indicato: molti offrono anche classifiche per popolarità, grafici di diffusione e tante altre caratteristiche interessanti che spesso sono un buon modo per tenersi aggiornati in particolare su temi quali il webdesign. Buona ricerca!

Tags: ,
di Francesco Caccavella 1 Commento

Se non ancora fosse chiaro, dietro gli attacchi di phishing, e dietro ad alcuni worm, non ci sono i soliti "kiddies" cui abbiamo anche dato un volto a partire dal caso Sasser. Ci sono veri e propri sistemi economici fatti di compratori, venditori, distributori, consulenti, operai. Uno studio sul campo di First Monday (grazie Cesare), ha il merito di aver dato un'occhiata dall'interno di questo mondo. (more...)

di Gabriele Farina 1 Commento

Ormai abbiamo tutti sentito parlare di Template Engine. C'è chi esalta la loro capacità di dividere logica da presentazione (con effettivi guadagni in termini di tempo ed organizzazione) e chi invece li vede solamente come uno dei tanti strumenti che complicano la vita dello sviluppatore di siti web.Nel panorama PHP questa differenza si fa ancora più marcata: difatti c'è chi ritiene che lo stesso linguaggio sia un sistema avanzato di templating (se utilizzato nel modo corretto) e quindi ritiene inutile, nella maggior parte dei casi, l'utilizzo di sistemi alternativi o pralleli. A dir la verità non sono affatto d'accordo con questa opinione (ricordiamoci sempre che di opinioni si tratta, chiunque sia la fonte!): sarà pur vero che sistemi troppo avanzati come Smarty tendono a lasciare troppa libertà al designer esulando dal contesto dei template engine; ma ci sono sistemi veramente validi che riescono a semplificare la vita in moltissime situazioni senza necessità di conoscenze avanzate o capacità di programmazione. Prendiamo per esempio PHPTAL: non l'avevo mai usato prima di qualche giorno fa, quando stavo sviluppando un template engine per lavoro e mi sono trovato a navigare su internet e scoprire che il mio template engine funzionava proprio come questa implementazione delle ZTP in PHP. Il sistema è ottimale: nella sua semplicità offre un ambiente completo con il quale occuparsi di svariate situazioni. Che dir si voglia io con i template engine mi trovo bene, ed ormai difficilmente riuscirò a separarmene ...

di Francesco de Francesco 6 Commenti

Tutte le più grandi aziende di software, i proprietari di importanti siti di brand, i realizzatori di sistemi che devono emulare una realtà o controllare dispositivi, hanno capito da tempo che la loro progettazione non può essere un fatto meramente tecnico. È fondamentale che siano ben conosciuti i meccanismi psicologici legati allÂ’apprendimento, al coordinamento, allÂ’interpretazione ed al riconoscimento a chi deve disegnare interfacce tra uomini e macchine. La facoltà di Scienze Cognitive dellÂ’Università degli Studi di Trento (polo di Rovereto) ha da qualche anno istituito un corso di laurea in scienze e tecniche di psicologia cognitiva applicata alle interfacce uomo / macchina. (more...)

Pochi minuti fa Google ha dato l'annuncio ufficiale con un comunicato stampa: Vinton Cerf è a tutti gli effetti assunto nel gruppo e dal 3 Ottobre ricoprirà il ruolo di "Chief Internet Evangelist". Dubito che Cerf abbia tenuto un regolare colloquio (bisogna ricordarlo? Co-inventore del TCP/IP, attuale portavoce dell'ICANN, definito da molti il "padre di Internet", bla bla bla), ma certo è che si è presentato immediatamente sul blog di Google firmando un post pieno di entusiasmo e di sfide per il futuro. (more...)

di Gabriele Farina Commenta

Spesso mi capita di dover testare delle librerie o il funzionamento particolare di alcune funzioni in determinate circostanze. Solitamente creo il mio file PHP e lo faccio eseguire dal mio webserver e poi controllo il risultato. Pratica comune, direi, ma da quando ho iniziato ad utilizzare Python mi trovo spesso a rimpiangere la sua comoda command line.Stamattina, visto che avevo qualche minuto di tempo, mi sono messo con il mio iBook alla mano ed ho creato un semplice script che emula una shell per PHP.Lo script è molto semplice e sfrutta la funzione eval per valutare l'espressione immessa dall'utente. Purtroppo soffre di alcuni problemi (lascio a qualcun altro il compito di risolverli) dovuti al motore di PHP o a piccole inesattezze che possono essere corrette facilmente. La shell accetta in input un'espressione valida PHP, la esegue e restituisce in output il valore restituito dall'espressione. In caso vegano scritti costrutti sintattici particolari, quali classi, cicli, istruzioni condizionali, la shell si occupa di immagazzinare in memoria l'intero blocco di istruzioni e di eseguirlo. La shell indenta automaticamente il codice se trova una parentesi graffa alla fine della riga, quindi è necessario seguire delle semplici regole sintattiche per far funzionare correttamente la shell. Siete liberi di modificare e correggere il codice. (more...)