di Cesare Lamanna 3 Commenti

Il titolo del link con cui l'ho scovato su del.icio.us era di quelli ambigui: The coolest DHTML/JavaScript Calendar. Boooom! Sarà vero? Ci vado o non ci vado? Sono andato e devo dire che questo calendario è davvero il più bello e funzionale che abbia finora visto in questa categoria di widget per pagine web. Offre tutte le possibilità di personalizzazione desiderabili, sia nella gestione delle date sia nell'aspetto grafico. Ha un ottimo supporto cross-browser. Last but not least, è un progetto open source. La pagina della demo è il punto di partenza ideale per scoprirne tutti i possibili usi e gli scenari di implementazione (provate anche a cambiare la skin dal menu in alto a destra...).Il sito di DynArch è comunque pieno di altre sorprpese, a partire dal menu a tendina principale, e offre altri prodotti (per lo più commerciali). La cosa fastidiosa è che per aprire certi link richiede di disattivare il blocco delle popup.

La Francia non ci sta: dopo aver istituito un progetto alternativo a Google Print ed aver rilanciato la cosa anche in seguito all'apertura del progetto in Europa, oltralpe ora intendono fare qualcosa di ben più radicale: lanciare un motore di ricerca in grado di proporsi come alternativa ai motori statunitensiLa battaglia francese non è prettamente anti-Google, ma più specificatamente contro l'egemonia culturale che gli States impongono a tutto il mondo filtrando la conoscenza tramite i propri algoritmi di ricerca. La Googlepédie (così avevamo a suo tempo chiamato con un neologismo l'idea francese) si estende dunque ora a "Quaero", nome usato oggi per identificare l'idea del motore europeo. (more...)

Tags: ,

La bustina blu del Notifier GMail arriva anche sui Mac. Google ha infatti lanciato una versione apposita per gli utenti Apple ed il download è ora duplice: uno per ambiente Windows e uno per "Mac OS X 10.3.8+ (including Tiger)". Con questa novità sarà molto più accessibile agli utenti Mac il servizio GMail, che con il Notifier riesce ad andare ben oltre una semplice webmail.Sul sito dell'Help Center del servizio Google preannuncia ulteriori novità per il piccolo tool che segnala le mail in arrivo (peraltro sostituito recentemente da una analoga funzione predisposta dall'instant messenger Google Talk). Nell'elenco si evidenziano il supporto per più account sullo stesso pc, l'uso di connessioni HTTPS e la possibilità di cambiare il browser predefinito in uso dal servizio.

Tags: , ,

SQL Server 2000 non ha integrato nessun meccanismo per prevenire l'eliminazione di una tabella. Questa situazione non è del tutto remota, un bug all'interno di uno scripts SQL, un collega troppo sicuro di sè, un click "allegro" su Enterprise Manager o Query Analyzer e voilà il gioco è fatto! Per evitare simili situazioni, ecco un semplice suggerimento su come proteggere una tabella da una DROP non prevista: CREATE VIEW dbo.V_ProteggiAutori WITH SCHEMABINDING AS SELECT COUNT(*) AS Count FROM dbo.Authors GO La creazione della vista V_ProteggiAutori con l'opzione WITH SCHEMABINDING implica la creazione di una dipenza diretta tra la vista e la sottostante tabella dbo.Authors a cui fa riferimento.A questo punto l'eliminazione diretta della tabella Authors non è più possibile se non dopo aver eliminato la vista dbo.V_ProteggiAutori oppure dopo aver modificato la stessa rimuovendo l'opzione SCHEMABINDING.Non rimane che ricorrere alla saggezza popolare: Uomo avvisato mezzo salvato!

di Cesare Lamanna Commenta

Dai browser ai client di e-mail, dagli anti-spyware alle utility per rinominare file, dai programmi di grafica a quelli per navigare anonimamente in rete.Sono le 46 categorie di applicazioni rigorosamente free per le quali Gizmo ha assegnato i suoi personalissimi Oscar.Rimanendo in tema, segnalo anche TinyApps, un curiosissimo sito che elenca solo programmini leggeri leggeri per ogni esigenza. La categoria Internet la trovate qui.

Per molti anni abbiamo accettato la regola non scritta della tipografia sul web. Ovvero: i font Sans-Serif sono più adatti per i testi più piccoli a schermo, mentre i Serif sarebbero dei caratteri più orientati alla stampa.Ma quali sono i pro e i contro nell'uso di queste due macrofamiglie di font?La cosa positiva dei Serif è che dovrebbero essere letti più facilmente anche da persone dislessiche e anche su schermo.La cosa negativa sta nel fatto che queste famiglie di caratteri, possono risultare illeggibili sotto una dimensione di 12pt. Con XP dovrebbe essere tutto risolto da ClearType, una nuova tecnologia che consente una migliore leggibilità sul web. Ma quanti utenti hanno XP? Parlando di Sans-Serif invece possiamo dire che possono essere letti anche se settati a piccole dimensioni, ma questi ultimi sono poco leggibili per le persone dislessiche.In questo post (in lingua inglese) sono trattati i due argomenti, puntando anche lo sguardo all'accessibilità. Il mio consiglio è di dargli un'occhiata.

di Alessandro Fulciniti Commenta

Un articolo piuttosto recente e divenuto ormai famoso tra gli appassionati di CSS è Creating a Star Rater using CSS, un tutorial in cui si spiega come ottenere un meccanismo di votazione con i CSS: il risultato è molto accattivante e decisamente intuitivo per l'utente. Due parole sull'implementazione: per la comprensione della tecnica ci sono alcuni elementi chiave: il fast CSS rollover, i posizionamenti assoluti, il cambio di dimensioni dei link in stato :hover e soprattutto l' uso sapiente dello z-index. Il CSS è semplice, anche se un po' lunghetto. Komomedia, il sito che ospita l'articolo mi era già noto per la sua menzione su uno dei miei siti preferiti: Devil's detail, che si occupa di evidenziare soluzioni e dettagli di interfacce e widget di siti web. In effetti, il menu laterale che combina tabs e scroller con CSS e Javascript è sorprendente. Ho un po' di dubbi sulla sua usabilità con Javascript disabilitato... Tornando ai menu con rollover, un altro articolo recente degno di nota è Running with Sprites (su un altro sito davvero spettacolare) in cui un menu con rollover viene assegnata anche un'immagine per lo stato attivo. Il risultato è davvero interessante, mi raccomando non perdetevi l'esempio con Gundam. Infine, per un ripasso sui menu con rollover via CSS ricordo la serie sui Menu grafici e semigrafici con i CSS nella sezione omonima di PRO. Ecco i link agli articoli: Parte I: menu semigrafici Parte II: fast CSS rollover Parte III: rollover su immagini Parte IV: fast CSS rollover rivisto Parte V: navigation matrix In particolare da non perdere l'ultimo della serie, il mio preferito.

Quando si arriva ai livelli dei Conspiracy Brothers, non serve più proporsi per prendere ingaggi. Solo due nomi: Gabriel Suchowolski e Jean Duprez. Il primo è il famoso creatore delle tanto agognate e usate chromeless, il secondo è un illustratore di grandissimo talento.Unendo sinergicamente le loro menti e soprattutto le loro grandissime capacità, nasce Cocoe. Chi ancora non ha mai sentito parlare di loro, dopo una visita a questo sito, sicuramente se ne ricorderà.Da vedere assolutamente la sezione video. Per capire le capacità di questa agency, ve ne consiglio uno in particolare che troverete su: works/video/The Cocoe Conspiracy Vol.1. Questo lavoro è stato creato rivisitando una vecchia pubblicità della Coca Cola degli anni 30. Simpatica l'idea di associare alla bottiglia l'etichetta Cocoe. Buona visione.

di Cesare Lamanna Commenta

Il nostro Alessandro Fulciniti esamina in un post su Webgraphics uno dei problemi più sentiti da chi sviluppa in Javascript: i limiti nell'utilizzo dell'evento window.onload.Si tratta, in sintesi, di due limiti principali:È possibile richiamare con questo evento una sola funzioneÈ necessario attendere il caricamento di tutta la pagina prima di eseguire gli script collegatiIl post contiene quindi un ottimo prospetto delle soluzioni attualmente adottate per superare il problema, con un'analisi dei pro e contro di ciascuna. Da bookmarkare.