di Marco Casario Commenta

Da pochi giorni è terminato il MAX 2005e Macromedia rende finalmente disponibili i video dei momenti più interessanti dei vari seminari che si sono tenuti.Se non siete stati presenti, quindi, non potete perdervi questa sezione : Max 2005 Video Summary.

Tags:
di Alessandro Fulciniti 4 Commenti

Sono davvero molti i link interessanti in cui mi sono imbattuto negli ultimi tempi e ho pensato di riassumerli in questo post. Partiamo da Javascript. àˆ stato annunciato la scorsa settimana il vincitore dell'AddEvent Recording Contest. Dean Edwards, uno dei tre giudici e conosciuto a molti per lo script IE7, ha proposto... la sua soluzione. Via del.icio.us scopro Moo.fx una liberia veramente piccola ed efficace per avere effetti di transizione su opacità  e dimensioni con Javascript. Davvero un buon lavoro, e mi fa molto piacere che sia stata sviluppata da un italiano. Per quanto riguarda i CSS, avrei voluto segnalare da un po' la CSS table Gallery, come un CSS Zen Garden ma dedicato esclusivamente alle tabelle. Il numero dei lavori è in costante aumento, e ce ne sono alcuni davvero belli. Mi raccomando di visualizzare gli esempi con Opera, Mozilla o Safari dato che ci sono degli effetti molto interessanti che usano selettori non supportati da IE5.x o IE6.Ripassare o approfondire la teoria è sempre utile, soprattutto se le fonti sono scritte bene. Roger Johannson ha appena pubblicato la terza e ultima parte sui selettori CSS (qui i link alla prima e alla seconda parte). Dustin Diaz presenta una guida agli shorthands, le scorciatoie tanto preziose per scrivere CSS efficienti e leggeri.Un risorsa non recentissima ma molto utile: i Cheat Sheets. Sono da stampare e tenere a portata di mano sempre: ciascuno viene presentato in una pagina unica come immagine PNG o documento PDF. Troverete i cheat sheets su CSS, Javascript, entità  HTML e molti altri.Ben otto layout liquidi usando markup davvero minimale in One clean HTML markup, many layouts.... Anche se il CSS degli esempi è davvero conciso ed efficace, è un peccato che l'autore abbia usato il workaround display:inline-block che impedisce la validazione CSS di livello 2 (anche se è un valore lecito per la proprietà  display nei CSS 2.1) per sistemare le cose su IE. Ho la sensazione che forse si poteva evitare...Per concludere un po' di anticipazioni. CSS Beauty, il noto sito showcase, sta per lanciare il CSS Shuffle, che sarà  come CSS Zen Garden ma sotto forma di contest con dei premi: speriamo che nel markup di partenza ci sia un vero e proprio menu da personalizzare con i CSS.Scopro ora che il CSS Reboot versione autunnale conta ben 930 partecipanti che il primo novembre presenteranno i redesign dei loro siti. Una previsione scontata: mi aspetto un vero e proprio boom delle gallerie CSS la prossima settimana.

Nel prossimo futuro arriverà  Atlas, ma nell'attesa possiamo creare applicazioni flessibili e rispondenti (vedi GMail) con altri strumenti di uguale efficacia ma molto più semplici. àˆ il caso di Sarissa una libreria Javascript che unifica, per la maggior parte dei browser, l'accesso all'oggetto XMLHttpRequest (che è poi il cuore delle applicazioni Ajax).Leggendo la documentazione di Sarissa possiamo renderci conto di come sia semplice creare script che accedano a servizi remoti (in modalità  sincrona/asincrona) che restituiscono dati in formato XML (quindi compatibili con il modello DOM), ecco un esempio: var xmlHttp = new XMLHttpRequest(); xmlHttp.open("GET", "http://milansistemi.it/nomeservizio.ashx", false); xmlHttp.send(null); alert(Sarissa.serialize(xmlHttp.responseXML)); Per vedere le potenzialità  di Sarissa ho creato un'applicazione di prova con il framework .NET 1.1, un traduttore italiano/inglese istantaneo, che traduce ogni parola (o parte di essa) in quella/e corrispondente in lingua inglese (solo 25 risultati per pagina). Il database dei vocaboli contiene oltre 140000 termini. Ovviamente non è testata su tutti i browsers, ma funziona decentemente sui più moderni. Nel caso voleste avere maggiori informazioni sull'architettura dell'applicazione fatemelo sapere tramite i commenti e in un prossimo post sarà lieto di farlo.

Tags: , , ,
di Francesco de Francesco 5 Commenti

In questi anni sto facendo molti esperimenti di posizionamento dei siti sui motori di ricerca, ma il mio lavoro procede con obiettivi e metodi un poÂ’ diversi da quelli impiegati e studiati da molti altri.Da quanto sto sperimentando, vorrei tirare fuori qualche indicazione per chi non essendo esperto di posizionamento vuol vedere il suo sito sui motori di ricerca. Si tratta di indicazioni abbastanza diverse da quelle che trovereste sui forum, persino diverse dai miei stessi post. Iniziamo. (more...)

In un articolo ho analizzato in breve i risultati del "Quinto rapporto Censis-Ucsi sulla comunicazione in Italia 2005" appena pubblicato. Il rapporto, però, contiene una marea di dati e curiosità , ben oltre quelli elencati velocemente nella prima disanima: sarebbe francamente un peccato non citare almeno alcuni di questi. (more...)

Tags:

Stamattina la segnalazione di quanto proveniente dalla UE: Telecom Italia potrebbe presto entrare nel mirino della Commissione Europea. Un breve comunicato ha infatti reso pubblico il risultato di una indagine conoscitiva condotta dall'Autorità  per le Garanzie nelle Comunicazioni (AGCOM), ed il testo non lascia adito ad interpretazioni: "L'Autorità  per le Garanzie nelle Comunicazioni, ha recentemente eseguito una analisi di mercato ed ha scoperto che Telecom Italia ha il 100% del mercato dell'ultimo miglio. Tale mercato è caratterizzato da alte barriere all'entrata per gli operatori alternativi e cià in quanto Telecom Italia controlla una infrastruttura di rete difficile da replicare".Poche ore più tardi il crollo in borsa: Brusca accelerazione al ribasso a Piazza Affari e sulle Borse europee apparentemente senza una ragione concreta, ma dettata solo dal nervosismo che sta dilangando fra gli investitori. Pesanti tutti i settori. In particolare Telecom Italia sulla scia del forte calo di France Telecom. "Sulle borse c'è molto nervosismo con forti movimenti sui telefonici", osserva un trader. [...] TELECOM perde il 3,6% sulla scia del calo del 6% di France Telecom a Parigi dopo il taglio delle stime di ricavi.Il VoIP emergente da una parte, un monopolio nel mirino dall'altra, e Telecom Italia paga più di altre aziende una situazione di grave difficoltà  che galleggia su un debito da quasi 50 miliardi di euro. Non sono buone notizie per nessuno queste: ogni rischio è proporzionato ad una opportunità , ma l'Italia è famosa nel prendere al volo i rischi, non le opportunità ...

di Francesco Caccavella 6 Commenti

Uno spyware è definito come un software che illegittimamente installato nel computer ne monitora le attività  e le invia ad un server per l'elaborazione. Ma se un software spia viene installato con tanto di licenza e di spiegazione, scritta in quelle spesso illegibili End User License Agreement (EULA) che siamo abituati ad ignorare? Forse è spyware, forse no.Il problema, riportato da SecurityFocus, è stato sollevato da Greg Hoglund, un esperto di sicurezza che ha notato come un piccolo software installato assieme al gioco World of Warcraft monitorava l'attività  di tutte le applicazioni installate sul computer, anche quelle che con il gioco non avevano nulla a che fare.Blizzard, la produttrice di World of Warcraft, si difende dicendo che lo spyware non è un vero e proprio spyware: viene utilizzato solamente per rilevare alcuni hack del gioco che, nel gaming online, potrebbero favorire gli utenti più smaliziati. Per fare questo tuttavia Warden, questo il nome dell'applicazione, deve scansionare il computer alla ricerca degli hack, rintracciando i nomi delle finestre aperte e le proprietà  di alcuni processi in esecuzione.Secondo Hoglund, che ha anche scritto un software in grado di rilevare le attività  di Warden, resta comunque uno spyware: "scansionare le attività  di altre applicazioni che nulla hanno a che fare con il gioco stesso è una violazione della privacy".

Tags:

Le selezioni di Photoshop possono ancora rappresentare per molti una sorta di campo minato. A volte, conoscendo a fondo questo utile strumento, si evitano perdite di tempo non indifferenti. Su GFX Team ci sono due tutorial molto interessanti sul tema Photoshop Selection Secrets, ovvero: tutto quello che non sappiamo sulle selezioni di Photoshop. I tutorial sono articolati in due appuntamenti ed per ognuno di essi abbiamo anche la possibilità  di scaricare il PDF corrispondente. Ecco i link:Selection Secrets 1File PDF (43kb)Selection Secrets 2File PDF (38kb)Sempre all'interno dello stesso sito vi segnalo altre due utili risorse: Keyboard Shortcuts, ovvero tutte le scorciatoie di tastiera (utilissime), e gli Extended HotKeys. Anche queste risorse sono accompagnate dal proprio PDF.

di Gabriele Farina 10 Commenti

Ieri sera ero in pizzeria con un amico che ha iniziato a programmare molto prima che io decidessi di dedicarmi a questa attività . Tra i vari argomenti di cui abbiamo dibattuto quello affrontato più frequentemente riguardava l'utilizzo di editor testuali per lo sviluppo di codice oppure l'utilizzo di IDE.La discussione è nata dopo la lettura degli articoli di DEV che preannunciavano le feature della nuova versione di Visual Studio che, a quanto pare, integrerà  in un'unica suite una serie di strumenti necessari a coprire in modo più o meno completo l'intero processo di sviluppo di un software. Secondo gli ingegneri Microsoft (cosa con cui mi trovo parzialmente d'accordo) il software attualmente non si può più permettere lunghi periodi di sviluppo, altrimenti rischia di essere obsoleto al momento del rilascio. Per questo motivo, a loro parere, un IDE dovrebbe integrare una serie di strumenti che facilitino l'organizzazione e la produzione e, di conseguenza, diminuiscano i tempi di ricerca e sviluppo. (more...)