di Francesco Caccavella 10 Commenti

Gli allegati dei messaggi di Gmail verranno controllati da un antivirus. Il sito americano riporta che dal 30 novembre Gmail non tenterà  di prevenire la diffusione dei virus solo impedendo la ricezione e l'invio di allegati potenzialmente pericolosi, come i file .exe, ma li scansionerà  con un vero e proprio antivirus. Non sono emersi dettagli su chi fornirà  a Google il database dei virus e la tecnologia di scansione. Ma un antivirus non è un programma che si mette su in poco tempo: serve un team di programmatori e un team di ricercatori che individui i virus e aggiorni le protezioni. Insomma, è anche possibile che su Gmail sia stato usato un software terzo, magari l'open souce Clam.Tuttavia rimane il dubbio che emerge dai primi commenti sulla rete: Google, che ormai si presenta sempre più come una software house, sebbene atipica, si prepara a papparsi il mercato degli antivirus?

di Alessandro Fulciniti 7 Commenti

Due articoli decisamente interessanti su Javascript sono stati pubblicati di recente. Il primo è Top 10 custom JavaScript functions of all time, che contiene la classifica delle dieci funzioni più utili secondo Dustin Diaz. Come afferma l'autore, si tratta di una scelta personale, ma credo che almeno la metà  sia utilissima per chi programma in Javascript. Personalmente, anche se le ritengo utilissime, non avrei messo le funzioni di manipolazione dei cookie ai primi tre posti. Restando in tema snippets: un po' più datato, ma comunque utilissimo, è l'articolo My Favorite Javascripts for Designers.Merita una lettura la recente Quick Guide to Prototype: davvero un'ottima introduzione a Prototype, il framework che costituisce la base di partenza di molti progetti Ajax-based.Passando ai CSS: ho pubblicato su web-graphics la Single Image Multi Replacement (SIMR), più che una tecnica una metodologia per rimpiazzare diversi titoli con una sola immagine. Se tra i lettori c'è qualcuno che ha difficoltà  con l'inglese, preparo volentieri il post in italiano da mettere qui sul blog.Tantek, in un post molto corposo, parla di storia e futuro degli hack CSS, e ammette di aver aperto il famoso vaso in Pandora's Box (Model) of CSS Hacks And Other Good Intentions.Il codice semantico è alla base della progettazione con i web standards: lo dimostra egregiamente Mark Boulton in Semantic Typography. Ieri è stata lanciato 24 ways (to impress your friends) un sito che posterà  un'articolo inerente il webdesign al giorno, fino al 24 dicembre. Davvero un'ottima idea: visti i primi due articoli (prototype e em) sembra molto promettente. Passando all'accessibilità : la scorsa settimana è stato pubblicato il working draft delle Web Content Accessibility Guidelines 2.0: a detta di molti si presenta molto più sintetico, leggibile e meglio organizzato rispetto alla precedente versione.Segnalo pure la recente e ormai nota a tutti uscita della versione 1.5 final di Firefox. Molte le novità  e i bug fixes introdotti, tra cui la risoluzione del famoso one pixel rounding error.Restando in tema di bug, da seguire il post di Andy Budd Common CSS Bugs in Safari, Firefox and Opera e soprattutto i commenti.

di Gabriele Farina 9 Commenti

Ogni linguaggio ha un campo ottimale nel quale riesce ad esprimenre il massimo delle funzionalità  e della completezza. PHP non fa differenza, basti guardare il successo avuto nello sviluppo web e lo scarso seguito dell'estensione PHP-GTK. E questo non è un caso: lo stesso Python, che ritengo uno dei migliori linguaggi in circolazione per la risoluzione della maggior parte dei problemi, risulta poco utilizzato sul web. (more...)

di Francesco de Francesco 3 Commenti

Ok, ormai avete capito che in questo periodo mi sto occupando della navigabilità  di alcuni tipi di siti tramite un cellulare ed in particolare dei blog. Non mi interessa gestire i miei post o rispondere ai commenti tramite il cellulare. Mi serve solo sapere se vi sono nuovi post e magari leggerli o se ci sono nuovi commenti ai miei post. LÂ’idea è che quando sono in giro, nei molti momenti morti di attesa, do una sbirciata. Senza spendere! (more...)

La curiosità  suscitata da Google Talk, l'instant messenger di Google, non accenna ad esaurirsi, anzi. Google rincara la dose aprendo un blog dedicato al piccolo software (il blog è stato denominato Google Talk About) e già  il tutto si apre a diventare il punto di riferimento relativo agli add-on che stanno emergendo dal mondo degli sviluppatori.Un interessante link inserito tra i "fan sites" è Customize Talk, blog che da tempo segue le vicissitudini dell'instant messenger. Tra le ultime novità  di Customize Talk figura la segnalazione di Gtalkr, instant messenger web-based in grado di dialogare tanto con Google Talk quanto con Yahoo Maps (e pronto nel prossimo futuro ad affrontare tanto il supporto audio quanto l'opzione file-sharing). Un ulteriore link interessante è quello a Mobmee, sito dal quale è possibile connettersi al messenger tramite telefonini cellulari.

Tags:
di Francesco Caccavella 7 Commenti

L'istituto SANS (SysAdmin, Audit, Networking, and Security) ha inserito nella TOP 20 delle "vulnerabilità  più critiche" per la sicurezza della rete Internet l'intero sistema operativo Mac OS X. La scelta di includere il sistema nella sua totalità  è dovuta più alla mancanza di informazioni sul dettaglio delle vulnerabilità , che Apple non rilascia con la dovizia di particolari di Microsoft, che alla pericolosità  dell'intero sistema operativo. Tuttavia, come ha dichiarato Brian Martin a SecurityFocus, editor dell'Open Source Vulnerability Database "Apple si sta guadagnando l'attenzione della comunità  dei ricercatori di sicurezza".Dall'inizio dell'anno, secondo i dati raccolti nello stesso articolo di SecurityFocus, sono 81 le vulnerabilità  corrette da Apple sui sistemi Mac OS X. Microsoft ne ha collezionate solo otto di più (89). (more...)

di Alessandro Fulciniti 12 Commenti

L'anno che si sta per concludere è stato senza dubbio ricco di moltissime novità  nel web design. Come sarà  l'anno prossimo? Quali saranno le tendenze che lo segneranno? Premesso che non ho ancora comprato la sfera di cristallo, proverà a fare alcune previsioni. (more...)

di Gabriele Farina 4 Commenti

Per chi non lo sapesse (penso moltissime persone) uno dei campi che mi attraggono di più dell'informatica è quello dello sviluppo di compilatori o interpreti. In questi anni ho sviluppato qualche semplicissimo linguaggio di scripting per diletto, ed ho avuto modo di testare e studiare moltissimi linguaggi di programmazione (o presunti tali!).Per qualche tempo ho avuto il piacere di interloquire via email con Marco Pantaleoni, uno sviluppatore che ha inventato qualche anno fa un linguaggio di programmazione chiamato ElastiC. Il linguaggio ha delle feature interessantissime, prese dai linguaggi più interessanti presenti in circolazione (si vedano Python o C) e viene distribuito con un bel po' di librerie interessanti, tra cui una versione di yacc con target il linguaggio stesso ed un porting delle librerie GTK.Il progetto non rilascia più versioni ufficiali da un po' di tempo (la data dell'ultima versione rilasciata sul sito internet risale a qualche anno fa!) ma il progetto su CVS è ancora vivo. Spero non cada nel dimenticatio come moltissimi altri progetti validi. Purtroppo non sono più in contatto con l'autore, ma ritengo il linguaggio veramente interessante e potente, da provare anche solo a livello hobbystico.Se continuerà  a crescere e se riceverà  il supporto che si merita, sono sicuro acquisità  prestigio nel mondo informatico. Io ogni tanto lo utilizzo e mi ci trovo molto bene, se qualcuno fosse interessato penso che l'autore accetterebbe un aiuto o qualche consiglio. In caso di altre novità  vi faccio sapere ...

Tags: , ,
di Cesare Lamanna 4 Commenti

Secondo questo articolo di eWeek, l'avvento di IE7 potrebbe portare con sé una nuova minaccia: il feed hijacking (dirottamento di feed RSS, diremmo in italiano).A sostenerlo è David Sancho, un ingegnere della nota software house Trend Micro. In un white paper intitolato The Future of Bot Worms, indirizza l'attenzione di tutti su una delle nuove funzionalità  del programma di Microsoft, il lettore di feed RSS incorporato, che per il solo fatto di essere presente sul browser più diffuso allargherà  a dismisura la platea di utilizzatori di questa tecnologia.Chi distribuisce virus e worm potrebbe allora sfruttare una nuova, invitante piattaforma di lancio. Il pericolo è rappresentato soprattutto dalla funzionalità  che consente il download automatico e ad intervalli regolari degli aggiornamenti dei feed. L'obbiettivo, invece, potrebbe essere quello di 'dirottare' il download da un feed legittimo ad un sito pericoloso, da cui, invece che nuovi item, ci troveremmo a scaricare virus e worm a go-go.Nota a margine. Ho cercato sul sito americano di Trend Micro il white paper per approfondire l'argomento, ma sono stato puntualmente 'dirottato' sul sito italiano (la cui sezione white papers risulta del tutto vuota). Non c'è stato verso, con Safari, di arrivare alle pagine americane, per cui ho abbandonato l'impresa al quarto/quinto tentativo. Ci proverà con Firefox, che ho installato in versione originale in inglese, ma mi si consenta lo sfogo: odio i siti che ti sbattono sulle versioni localizzate in base alle impostazioni di lingua del browser o del sistema operativo o alla tua localizzazione. So che ha un senso, specie per una società  che si occupa di sicurezza, ma io questa cosa non la tollero. Voglio scegliere, sempre.

Tags: , , , ,