di Simone Carletti 5 Commenti

No, tranquilli, non è un annuncio pornografico contrariamente a quanto l'utenza (in particolare quella lombarda) potrebbe pensare.SES indica il Search Engine Strategies, nello specifico il riferimento è all'evento a Milano già  anticipato la settimana scorsa da Francesco.Il motivo di questo intervento è duplice. In primo luogo vorrei cogliere l'occasione per segnalare l'intervento di Mauro Lupi sul suo blog.Negli ultimi giorni sono state diverse le richieste di informazioni ed approfondimenti che ho ricevuto, sia privatamente sia sul forum di HTML. Nel suo post Mauro illustra le caratteristiche fondamentali dell'evento, dettagli sulle sessioni e, argomento molto gettonato, costi e registrazioni.Inoltre, nella scorsa settimana sono stati resi sono i nomi dei relatori ed i dettagli dei singoli interventi. Ecco dove trovare il calendario del 26 Aprile e del 27 Aprile. (more...)

Tags:
di Francesco Caccavella 22 Commenti

George Ou, uno dei blogger di ZDnet, continua la sua personale battaglia contro alcuni "luoghi comuni" della sicurezza informatica. Dopo aver messo a confronto qualche mese fa vulnerabilità  ed Exploit di Firefox con quelle di Internet Explorer, oggi volge il suo sguardo a Mac OS X, messo a confronto con Windows XP. La tabella che ha pubblicato la riportiamo così com'è alla fine del post. Per ora basti dire che secondo i calcoli di Ou, basati sulle schede di Secunia, Mac OS X è molto più vulnerabile di Windows XP. Mac OS X "vince" la battaglia di vulnerabilità  scoperte 5 a 2 per quelle estremamente critiche; 173 a 49 per quelle altamente critiche e 59 a 41 per quelle moderatamente critiche. Windows, per dirla tutta, è prima però per le vulnerabilità  scoperte e non ancora coperte da patch (3 a 1). A voi i dati. (more...)

L'avviso arriva da un provvidenziale comunicato dell'associazione Anti Digital Divide. Il cambio porterà  presumibilmente molti problemi fin dalle prossime bollette in quanto l'utenza ignora la questione in quanto non informata da Telecom. Evito commenti personali sulla questione, che fin dalle prime battute mi sembra andrebbe risolta fin da subito in tribunale piuttosto che non all'AGCOM o chi per essa. L'importante ora è prendere nota della cosa e spargere la voce tra i flattati Telecom: non cambiare numero significa pagare una tariffa a tempo oltre al canone già  versato per la flat. Da oggi 1/3/2006 cambia il numero di collegamento alla flat analogica, isdn di Telecom Italia, Teleconomy internet, per connettersi non si dovrà  più collegarsi al 701.0187.187, che rimarrà  per Alice 1cent con tariffazione a consumo, bensì al 702.0187.187.

di Simone Carletti 30 Commenti

La scorsa settimana stavo chiacchierando con una collega. I soliti problemi: il cliente vuole quel contenuto lì, se lo metto là  Firefox non lo legge, se lo metto su Safari non lo vede, se non lo scrivo Internet Explorer se lo inventa.A un certo punto la frase fatidica... Dannato Firefox che non segue gli standard.Vi lascio immaginare cosa le ho risposto di getto, da amante fedele e costande del browser di casa Mozilla. E da lì la discussione. Firefox è standard, Firefox non è standard, bla bla bla... insomma, le solite affermazioni che oramai imperversano anche sul forum di HTML.it.Dopo qualche minuto ed una rissa sventata ecco che nel mio ufficio comincio a ripensare all'argomento e dopo un po' mi chiedo... ma che cos'è lo standard e chi è che segue gli standard. Chiarisco meglio il concetto. (more...)

di Francesco de Francesco 42 Commenti

"Per assunzione immediata, cercasi web designer completo, con provata esperienza di sviluppo nei principali linguaggi web, geniale e creativo, solido conoscitore dei principali strumenti per la grafica vettoriale, capace di operare in modo autonomo come web master, ottimo coordinatore del team di sviluppo, esperto di SQL e modellazione database, con almeno una certificazione sui protocolli di networking IP.…”Che ne dite? Meglio saper fare un poÂ’ di tutto, col rischio di non saper fare bene nulla, o essere espertissimo di uno ed uno solo dei mestieri, col rischio di dover sempre lavorare in team con altri?Quale vi piace di più?

Tags:
di Gabriele Farina 11 Commenti

Ieri sera ero fuori con un amico e chiaccherando del più e del meno siamo finiti sull'argomento VRML. Tempo fa (penso siano passati circa 3 anni) sviluppammo un semplice editor per VRML in Python a seguito di un corso universitario che trattava l'argomento e ci appassionammo un po' alla tecnologia: VRML è un linguaggio che permette di definire filmati 3D interattivi ad alta risoluzione, fruibili sul web attraverso appositi plugin.Stamattina, leggendo questo post mi è tornato in mente l'argomento ed ho deciso di sapere anche i pareri di qualcuno che segue questo blog.VRML non si è mai affermato. Sono pochissimi i siti che lo utilizzano, ed ancora meno quelli che hanno sviluppato strumenti decenti per seguirne lo sviluppo (mi ricordo di White Dune, ma in giro c'è poco altro) . I fattori che secondo me hanno portato la tecnologia ad inabissarsi senza decollare minimamente sono diversi: Prima di tutto l'hardware richiesto per eseguire filmati 3D interattivi (magari con tanto di suoni e texture dettagliate) non era alla portata di tutti quando la tecnologia è nata (mi pare nel 1994/95); In secondo luogo il plugin per eseguire filmati VRML è abbastanza pesante, poco pubblicizzato (io conosco solo quello della parallelgraphics) e poco ottimizzato; I filmati VRML di un certo livello sono troppo pesanti per essere fruiti decentemente con una connessione lenta: le texture, i suoni, gli script e tutti i comandi per la generazione dei modelli 3D appesantiscono moltissimo l'output; Infine la sintassi non è così semplice o comunque non segue gli standard evolutivi che sta avendo il web in questo periodo. A mio parere VRML avrebbe un posto di riguardo in alcune applicazioni (vedasi chat 3D, mostre interattive e molto altro) ma si dovrebbe iniziare a lavorarci seriamente proponendo strumenti di supporto, plugin multipiattaforma ottimizzati e soprattutto rinnovando la sintassi. Già  X3D è un passo avanti, dato che utilizza XML e quindi si adatta di più agli standard attuali.Se qualche anima pia volesse iniziare qualche progetto potrei essere interessato a dare una mano ... ;)

Tags: ,
di Cesare Lamanna 11 Commenti

Lo scorso mese di novembre sono usciti su PRO tre articoli di Alessandro Fulciniti a cui non ho mancato di affibbiare il titolo di Layout Gala. I link: primo, secondo e terzo. La sfida era quella di realizzare il maggior numero possibile di layout CSS con tecniche diverse ma con lo stesso markup, senza fare uso di hack e workaround, compatibili e cross-browser il più possibile. Ne sono venuti fuori 40. Alessandro ha pensato che fosse necessario presentarli in maniera più efficace e ha preparato allora una semplice pagina indice da cui è possibile: visualizzare in anteprima ciascun layout, accedere alla versione HTML, scaricare il documento HTML completo di CSS da usare come base per i propri lavori o l'intera collezione in un unico file zip. Ha pure pensato, come vedrete, agli amici anglofoni. Insomma, basta chiacchiere:Layout Gala: 40 layout CSS pronti da scaricare!

di Simone Carletti 6 Commenti

FeedBurner, la nota piattaforma di servizi per feed della quale ho già  avuto modo di parlare in altre occasioni, si affaccia sul panorama italiano. Da oggi, per quanti desiderano attivare la versione Browser Friendly del proprio feed è disponibile un template chiamato ClearFeed (Italiano), completamente tradotto ed ottimizzato per la nostra versione linguistica. Pubblico questa segnalazione con particolare riconoscenza verso FeedBurner che da sempre dimostra un continuo e costante desiderio di miglioramento e di evoluzione. Allo stesso tempo, c'è un celato orgoglio personale dato che ho contribuito in prima persona alla traduzione del template. (more...)

di Francesco de Francesco 18 Commenti

Vorrei sapere chi è stato il primo a parlare di “posizionamento organico” e perché tutti gli sono andati dietro.CosÂ’è il posizionamento organico? VediamoÂ…. La prima cosa a cui penso, è il secchio dellÂ’umido, la spazzatura organica che la raccolta differenziata ci chiede di separare. No, non deve trattarsi di questo.Forse si fa riferimento ad una nuova tecnica di ottimizzazione che prevede lÂ’impiego diÂ…boh, patate, cipolle, uova marce, che vengono tirate agli altri siti per farli scappare dalle prime posizioni? Ho qualche dubbio. No, non credo che c'entri. (more...)