di Marco Casario Commenta

àˆ da poche ore stato annunciato Macromedia Labs, un sito dove poter scaricare e acquisire informazioni riguardo alle ultime novità  delle tecnologie su cui Macromedia sta lavorando.Oggi è possibile scaricare l'alpha del Flex 2 Framework, che comprende tutto l'ambiente che ruota intorno al presentation server di casa Macromedia, e il Flash Player 8.5.àˆ la prima volta nella sua storia che Macromedia crea una sezione di contatto diretto con il pubblico nella fase Alpha (molto lontana dal rilascio ufficiale) di una sua tecnologia. Che il recente acquisto da parte di Adobe abbia già  cambiato le cose ?Basta collegarsi al sito http://labs.macromedia.com e accedere ad una miriade di download e informazioni davvero preziose.

di Alessandro Fulciniti 3 Commenti

Il numero di gallerie con siti basati su layout CSS è in costante aumento. In questi giorni ne ho scoperta una davvero differente dal solito: Dark Eye.Rispetto a tutte le altre, cià che si nota subito è che un sito tipicamente Web 2.0: ha una natura collaborativa (i siti sono citati direttamente da visitatori e utenti) e fa un notevole uso di AJAX.àˆ molto piacevole da consultare (stupende per esempio le miniature che compaiono sui link ai siti elencati), ma soprattutto bello da usare. Ho così creato una galleria dei siti che mi piacciono particolarmente, con la speranza di aggiornarla spesso: ecco a voi quindi Design Breakfasts. Buona colazione!

Il notifier Gmail compare e mi solletica: ho appena ricevuto una mail. "Ma guarda un po' chi si risente" quanto in oggetto. L'occhio si lancia subito sul mittente: "Martina", con tanto di cognome Tal dei Tali e indirizzo con Katamail. Uno scatto ormonale lancia immediatamente lo spider della mia memoria interna, ma nessuna Martina Tal dei Tali mi sovviene tra le storie di gioventù. Nessun risultato trovato. Così clicco sull'oggetto e vado a leggermi il testo della mail. Allora? tutto apposto.Scusa se non ti ho chiamato ieri ma ho fatto un po' tardi ed ero stanchissima:Se vuoi ci possiamo incontrare oggi comunque. Peccato, evidentemente questa Martina ha sbagliato indirizzo mail. Eppure non si sbaglia indirizzo mail così di sovente... così continuo a leggere: Guarda questo sms animato che carino. Cliccalo e lo puoi ricevere anche tu sul tuo cellulare :) Se non riesci a vederlo allora vai qui.E sul "qui" scatta un link che porta sul classico indirizzo che probabilmente neppure l'utente più ingenuo cliccherebbe. Peccato, ancora non l'avevo conosciuta e già  capisco che è una storia che non avrebbe potuto avere un seguito. E finisco la mail: Adesso mi faccio una doccia e poi ti chiamo. Saluti e baci. Martina xxx Peccato. Una storia andata in fumo. Addio Martina, è stato bello comunque. E il mouse è andato con fredda sicurezza su "Segnala come spam".

Tags:
di Francesco de Francesco Commenta

LÂ’articolo che vi segnalo (When Web pages Influence Choice: Effects of Visual Primes on Experts and Novice [formato .pdf]), vuole dare l'idea su come il “priming”, inteso in psicologia come fenomeno di “priorità Â”, possa influenzare le preferenze attraverso una selezione di attributi focali.Le variabili che gli sperimentatori manipolano sono lo sfondo delle figure e i colori delle pagine web, ipotizzando che cià influenzi le scelte sui prodotti da parte dei consumatori. (more...)

di Cesare Lamanna Commenta

Non so a chi potrà  servire... comunque. Questo tutorial spiega come creare link da una pagina HTML a pagine specifiche di documenti PDF.Tornando a cose terra terra, qui c'è una bella lista di tip per Gmail.RSSMix è un servizio che consente di fondere fino a quattro feed in un solo. A cosa può servire? L'utilizzo ideale, IMHO, è per creare un super-feed con più fonti da proporre sul proprio sito. Tipo: Le ultime notizie da... 1,2,3,4. Non a caso sul sito trovate anche i link a 3 ottimi parser RSS in grado di trasformare l'XML in HTML. Un consiglio: se avete un server con supporto PHP affidatevi a lastRSS. Non ve ne pentirete.Su TweakGuides c'è una bella guida alla personalizzazione di Firefox con tips & tricks per tutti i gusti. Chi preferisce la via delle estensioni, può invece provare questa FasterFox.Un po' di (Java)scripting per chiudere. Su [brothercake] 3 script (cross-browser) per implementare transizioni ed effetti fade tra immagini. Da Dustin Diaz il codice JS e CSS per creare sweet titles. Dagli autori di Dojo Toolkit arriva ShrinkSafe, una comoda utility per l'ottimizzazione di Javascript complessi e pesanti. Buon week end!

di Alessandro Fulciniti 7 Commenti

Un recentissimo post su IEblog lancia un invito: Stiamo cominciando a notare i primi siti e le prime pagine "rotte" a causa dei fix CSS che abbiamo apportato. Vorremmo chiedervi il vostro aiuto nel fare pulizia degli hack CSS nelle vostre pagine per IE7.Il messaggio è molto chiaro: se avete usato hack o workaround preparatevi a rimuoverli perchè gli effetti con IE7 potrebbero essere disastrosi. Insieme ai molti bug risolti, IE7 avrà  infatti un maggiore supporto dei selettori CSS 2. (more...)

Tags: , ,

La classe HashTable ed in generale tutte quelle che implementano l'interfaccia IDictionary, non può essere serializzata via XmlSerializer. Per poter superare questo ostacolo è necessario ricorrere ad uno stratagemma: definire un processo personalizzato di serializzazione tramite l'interfaccia IXmlSerializable. Questa definisce 3 metodi: public interface IXmlSerializable {   void ReadXml(XmlReader reader);   void WriteXml(XmlWriter writer);   XmlSchema GetSchema(); } Quando viene avviato il processo di serializzazione l'XmlSerializer chiama il metodo WriteXml(). Vicecersa, durante la deserializzazione, chiama il metodo ReadXml(). Il metodo GetSchema() viene usato per identificare lo schema XSD dell'oggetto serializzato ed è chiamato solo in casi particolari. L'utilizzo degli attributi di serializzazione ha poco effetto con IXmlSerializable, in quanto questi servono per gestire la serializzazione automatica delle classi.Avere HashTable serializzabili può essere utile in diversi contesti, ad esempio in un Web service, in Biztalk 2004 oppure in tutti quei progetti dove l'uso della serializzazione XML di oggetti viene fatto in modo massiccio. Per capire meglio l'utilizzo di questa interfaccia allego un progetto C# nel quale ho creato una classe CustomHashTable che implementa IXmlSerializable. CustomHashTable utilizza internamente un dizionario che accetta coppie chiave-valore di tipo stringa, l'esempio è liberamente personalizzabile secondo le proprie esigenze.

Tags: ,
di Francesco Caccavella Commenta

Dopo poche ore dalla diffusione delle recenti vulnerabilità  di Windows ed Explorer sono già  stati preparati due exploit in grado di sfruttare i bug descritti nel bollettino MS05-046 e nel bollettino MS05-051. Gli exploit, un Proof Of Concept e un "trigger", sono stati rilasciati alla comunità  dei clienti e partner di Canvas di Immunity, un prodotto di penetration test in grado di scovare vulnerabilità  presenti su reti e sistemi.Gli exploit sono stati sviluppati dal laboratorio della Immunity e dovrebbero essere utilizzati solamente per testare le proprie macchine. I partner e i clienti di Canvas sono legati anche alla confidenzialità  delle informazioni.Delle due vulnerabilità , Microsoft considera critica solamente quella del servizio Microsoft Distributed Transaction Coordinator (MSDTC) divulgata nel bollettino MS05-51 che coinvolge Windows 2000 (non sono affetti Windows XP Service Pack 2 e Windows Server 2003). L'altra coinvolge solamente quesi sistemi Windows in cui è installato un client Netware, non attivo di default e del tutto assente in sistemi Windows XP Home.Come già  capitato in passato, aspettiamoci nelle prossime ore la distribuzione online di malware che si propagano sfruttando questa vulnerabilità . Update: Eccone altri tre, questa volta disponibili per tutti. Li ha pubblicati FrSIRT: Microsoft Collaboration Data Objects Buffer Overflow PoC Exploit (MS05-048), Microsoft Windows Network Connection Manager Local DoS Exploit (MS05-045) e Microsoft Windows FTP Client File Location Tampering Exploit (MS05-044).

di Marco Casario Commenta

Se ne è parlato diffusamente in rete ed anche sul nostro blog. Entro la primavera del 2006 dovrebbe uscire la nuova versione di Flex e del Flash Player.Ma tra poco tempo sarà  possibile scaricare una prima versione alpha dei prodotti per usarli e testarli, come è già  successo per esempio con il Flash Media Server 2.Se volete essere avvisati non appena sarà  messa online la versione alpha di Flash Player 8.5 e Flex 2, non dovete far altro che lasciare il vostro recapito email sul form presente su questa pagina: Flex 2 e Flash Player 8.5 Public Alpha Notification