di Simone Carletti 8 Commenti

Dopo l'introduzione del sistema di cronologia di un URL torniamo ancora una volta a parlare di del.icio.us, il servizio di social bookmarking più famoso al mondo.àˆ innegabile: qualcuno lo ama, qualcuno lo detesta, altri ci giocano ed altri ancora non possono farne a meno, tuttavia del.icio.us rappresenta una delle novità  più importanti di quella "nuova epoca del web chiamata web 2.0" e resta un prodotto che ha registrato uno trai più rapidi tempi di diffusione.Ancora una volta senza troppa pubblicità , del.icio.us ha introdotto una tra le più importanti novità  che molti aspettavano per trasferire definitivamente in un punto unico tutti i propri preferiti: l'importazione dei bookmark. Lo strumento permette l'upload di un file contenente la lista dei preferiti, successivamente analizzato ed importato all'interno del proprio account. (more…)

Tags:
di Cesare Lamanna 2 Commenti

Ottavo appuntamento della serie. Ecco i 7 tutorial scelti per questa settimana. un classico, magari un po' kitsch: silhouette al tramonto; un buon esempio di come con un pizzico di creatività  si possano sfruttare anche foto venute male o poco interessanti; idee per la copertina di una brochure; mini serie sul disegno di logo: 1, 2 e 3; barra di navigazione 'plastica'. Buon week end!

di Cesare Lamanna 7 Commenti

Tra le novità  più sfiziose della recente versione 2.0 della Google Toolbar per Firefox, c'è un pulsante 'Subscribe to Feed' che consente, una volta rilevato un sito con feed RSS, di sottoscrivere il feed in questione usando uno dei cinque aggregatori web presenti nella lista. Non solo: se un sito serve una versione ATOM accanto a quella RSS, è possibile scegliere quale delle due adottare. Ecco lo screenshot:Tutte le nuove feature le potete vedere su questa pagina.

di Cesare Lamanna 5 Commenti

Le leggi e le tendenze della demografia sono difficilmente eludibili. Che si parli di pensioni e welfare state o di siti internet, la sostanza non cambia: nei paesi occidentali si va incontro ad un invecchiamento della popolazione. Su Sitepoint si ragiona su come di tutto cià si debba tenere conto anche nel web design. Ecco il link: Improve Usability for Older Users.Oltre alla lista di consigli finale, l'articolo riporta i risultati di 16 sessioni di test di usabilità  svolte con persone anziane (oltre 65 anni di età ) e più giovani (meno di 40).

Tags:
di Cesare Lamanna 5 Commenti

Chissà  se avverrà  mai in una delle nostre università  (o magari è già  avvenuto?): una tesi sui CSS. Se a qualcuno interessa, qui c'è quella fatta per l'Università  di Oslo da Hakon Wium Lie, uno che ne capisce un po', visto che i CSS li ha praticamente... inventati! àˆ distribuita con licenza Creative Commons, ma mi raccomando, non copiate :).

Tags: ,

moo.dom

6 Apr
di Alessandro Fulciniti 7 Commenti

Valerio Proietti di Mad4Milk, noto per l'ottima moo.fx, ha da poco annunciato la sua ultima creazione: moo.dom, una piccola e utilissima libreria Javascript che si occupa di: individuare attraverso un selettore CSS elementi di pagina. I selettori accettati sono quelli di tag, di id, di classe, discendente e di gruppo, che costituiscono un sottoinsieme adeguato praticamente nella totalità  dei casi; applicare funzioni e assegnare eventi agli elementi così individuati; In sostanza combina in un unico script di circa 3kb (più i 4kb per la versione lite di Prototype inclusa anche in moo.fx) due funzionalità  in grado di agevolare molto il compito di codifica Javascript e finora separate in molte librerie e script: per citarne alcune getElementsBySelector e CSSQuery da una parte e Behaviour e la recente CSS event:Selectors dall'altra.

di Cesare Lamanna 3 Commenti

Segnalo questo articolo di Stephanie Sullivan perché mi ha chiarito bene la faccenda del parametro wmode usato nell'inserimento di filmati Flash in una pagina HTML e perché mi ha fatto scoprire una cosa che non sapevo.Riguardo a wmode, l'autrice prende le mosse da un problema noto: i menu DHTML che se posti nelle vicinanze di un movie Flash vanno a 'nascondersi' dietro di esso risultando così inusabili (ecco l'esempio). La soluzione consiste, come molti sanno, nell'uso dei valori opaque (esempio) e transparent (esempio) per il parametro.Quello che non sapevo è che usando questi due valori si ottiene un risultato importante in termini di accessibilità : il filmato viene nascosto agli screen reader che così saltano direttamente ai contenuti rilevanti della pagina (ottimo nel caso di animazioni/banner o di amenità  varie create con il programma di Adobe). Vi lascio alla lettura dell'articolo per i dettagli.

Stavo leggendo un lancio Reuters secondo cui la famosa Getty Images crede che nel breve periodo aumenterà  di ben il 15% il mercato delle immagini per i telefonini. A parte il fatto che non ne comprendo direttamente la ragione, quello che chiedo ai grafici di oggi è: dove cercate le immagini per i vostri siti web? Siete sempre sicuri di non aver problemi di copyright? Pagate per le vostre immagini, tentate una auto-produzione o vi fornite presso quale servizio gratuito?

di Francesco de Francesco 1 Commento

Molti aspettavano di saperlo ed ecco, è stato annunciato. Al SES 2006 di Milano, per Google vi saranno Douwe Osinga, Software Engineer e Pierre Lebeau, Sales Product Specialist EU.Si rafforza molto, quindi, la presenza dei Motori al Search Engine Strategies.Chi non ha seguito la cosa, può avere maggiori dettagli sullÂ’ agenda del 27 aprile.Technorati Tag: sesit2006

Tags: