di Alessandro Fulciniti 1 Commento

Le tab sono sempre state un elemento di navigazione molto accattivante, piuttosto seguito e recentemente tornate alla ribalta con diverse soluzioni Javascript e AJAX.Ma prima una piccola introduzione ad alcune risorse sulle tab con i CSS: Sliding Doors of CSS e Sliding Doors of CSS part 2 (rispettivamente qui e qui i due articoli tradotti in italiano) sono gli articoli che maggiormente hanno contribuito a rendere le tab così famose; Centered Tabs with CSS è la variante centrata, mentre nell'articolo Un menu a tab con i CSS, uno tra i miei preferiti tra i molti che ho scritto, trovate la versione senza immagini.Ecco quindi le versioni con un pizzico di Javascript: risale a circa due anni fa Tabtastic, che spiega come, partendo da un markup ben strutturato sia possibile trasformare la navigazione interna alla pagina con tab e DOM; stessa idea, ma forse più versatile, il recentissimo DomTab di Chris Heilmann.Segnalo infine AJAX tabs in cui AJAX viene usato per caricare contenuto a richiesta all'interno della pagina.

Tags: , , ,
di Marco Casario 3 Commenti

Attualmente Adobe, oltre ad essere la quinta società  di software al mondo, detiene due tra i formati che dominano il mercato dei contenuti elettronici : l'Acrobat PDF e il Flash SWF. Ora, Bruce Chizen, il CEO di Adobe, afferma in un'intervista che Adobe sta lavorando per produrre un formato universale compatibile con qualsiasi device che abbia uno schermo.L'affermazione è molto ambiziosa ma, secondo me, affatto utopistica, anzi. Microsoft farebbe bene a guardarsi le spalle in quanto il suo strapotere sulle quote di mercato subirà  probabilmente un netto calo. Che il grande colosso di Redmond sia in parte già  corso ai ripari, è un segnale ormai visibile. Recentemente è stato fondato un nuovo team di sviluppo, Windows Presentation Foundation, per andare a competere proprio con prodotti come Acrobat e Flash.Se volete capire meglio come potrebbe evolvere il mercato di Adobe, quindi, non mancate di leggere questa illuminante intervista a Bruce Chizen.

Tags:
di Cesare Lamanna 5 Commenti

Ci ho pensato per la prima volta quando ho provato Newsvine (sorry, il servizio è in beta a inviti e non posso linkare una pagina interna perché possiate verificare). Su ogni articolo, su ogni post degli utenti, è possibile, oltre che commentare, aprire una sessione di chat con gli altri lettori in quel momento collegati. Tutto è fatto con una bella chat in Flash che si può visualizzare direttamente nella pagina o in una popup.Ci ho ripensato oggi leggendo questo post di Antonio Troise di Levysoft. Antonio elenca e presenta sinteticamente una serie di servizi (4) "che permettono di chattare con le persone che visitano la stessa pagina web". Tre sono estensioni per Firefox, il quarto, 3Bubbles (pure lui in fase di beta a inviti), potete vederlo in azione sul blog della stessa 3Bubbles. In fondo ad ogni post si trova il link alla Live chat, a cui è possibile aggregarsi in pochi secondi per iniziare a scambiare due parole con altri utenti. La cosa interessante del servizio, è che sulla home page sono elencate le principali discussioni in corso, per cui è possibile entrare in chat anche da lì.Dicevo prima che 'ci ho pensato'. A cosa? Ovviamente ad implementare qualcosa di simile anche su questo blog. In realtà  ho più di una perplessità . La principale è che uno strumento del genere dovrebbe servire, come i commenti, ad arricchire la conversazione e i contenuti del post. Ma per ottenere questo obbiettivo il log della chat dovrebbe essere salvato, reso pubblico e magari linkabile come i commenti. Insomma, se è per divertirsi e basta, non credo valga la pena. A quel punto vado su Bunchball e in fondo ad ogni post ci metto un bel giochino alla Asteroids...

Tags: ,
di Cesare Lamanna 14 Commenti

Un po' perché inaccessibile ogni volta che ho provato a usarlo, un po' perché non morivo davvero per la curiosità , non avevo finora testato Google Page Creator. Mi ha convinto la lettura di questo post. Insomma, c'è una funzione che consente di uploadare sui server di Google ogni tipo di file necessario alla realizzazione di un sito completo (o quasi, visto che, come è facile aspettarsi, documenti tipo PHP o ASP non 'girano', e che non è possibile creare una struttura di directory). A dire il vero io ho provato pure a metterci un paio di MP3, senza problemi... Vuoi vedere che nessuno si fila le strabilianti performance dell'editor AJAX?

di Cesare Lamanna 1 Commento

ReCSS è una piccola bookmarklet da inserire sulla barra dei preferiti del browser e che consente di ricaricare (refreshare mi pare orribile...) il CSS collegato alla pagina nel caso quest'ultimo sia stato in qualche modo modificato. Ottimo per estenuanti sessioni di test, insomma. àˆ compatibile con Safari, Internet Explorer e Firefox. Ha però un difetto: funziona solo con CSS collegati tramite <link>, niente supporto per @import, quindi.

Stallman sarà  a Napoli. Il filosofo della Free Software Foundation viene in Italia in un momento importante, soprattutto alla luce di tutto il dibattito sviluppatosi attorno alla nuova GPL 3. Per chi avesse tempo e disponibilità , insomma, è un'occasione da non perdere. La città  di Napoli si prepara ad ospitare un grande evento: il 23 ed il 24 marzo infatti Richard Stallman, fondatore del Progetto GNU e della Free Software Foundation, sarà  ospite del Linux Users Group napoletano. L'evento è stato organizzato congiuntamente da HackLab Cosenza, ISF-Napoli (Ingegneria Senza frontiere Napoli) e NALug (Napoli GNU/Linux Users Group) e sarà  sponsorizzato da Abstract, web agency campana attiva nel campo dell'Open Source. Stallman raggiungerà  Napoli dopo aver tenuto un seminario a Cosenza, presso l'Università  della Calabria, e affronterà  due giornate di dibattiti sui più recenti temi del Software Libero. Libertà  di ricerca, opportunità  di sviluppo e tutela dei diritti civili sono gli argomenti cui sarà  riservato maggior spazio. Il programma del primo giorno di manifestazione sarà  dedicato a studenti, docenti ed appassionati: i seminari avranno l'obietttivo di promuovere l'adozione del Software Libero all'interno di enti pubblici e privati, di imprese, scuole ed Università . Il target previsto per la prima giornata è quello che ha motivato fin dall'inzio gli organizzatori, che hanno pensato ad una sorta di festa della cultura scientifica, in grado di segnare in modo positivo e costruttivo il percorso formativo di studenti, laureandi, dottorandi e ricercatori. La giornata sucessiva sarà  invece maggiormente indirizzata ad aziende, enti e ricerca. Lo scopo sarà  spingere le società  a sviluppare modelli di business basati sul Software Libero e ad adattare ad esso quelli esistenti, incoraggiando l'evoluzione verso l'Open Source.

di Simone Carletti 4 Commenti

co.mments è un eccezionale servizio per tracciare i commenti scritti nei post dei blog. Il funzionamento ricorda, nello stile e nel nome, il collaudato del.icio.us. L'utilizzo di co.mments è molto semplice. Basta inserire un nuovo post alla lista personale degli interventi da monitorare ed il servizio verificherà  automaticamente l'inserimento di nuove risposte (un click sulla miniatura per ingrandire). (more...)

Tags:
di Gabriele Farina 2 Commenti

àˆ tempo di cambiamenti per SourceForge.net, il sito internet che è ormai diventato un punto di riferimento per tutti gli sviluppatori che necessitano di strumenti professionali per gestire e distribuire il proprio progetto ma non hanno abbastanza fondi per pensare a soluzioni private (a dir la verità  la visibilità  che potrebbe donare SourceForge a qualunque progetto difficilmente potrebbe essere raggiunta da una soluzione personale ...).Dopo il cambiamento dell'interfaccia grafia e delle funzionalità  del sito web, finalmente hanno introdotto il supporto a Subversion come alternativa a CVS per il controllo dei sorgenti di tutti i progetti hostati. Dico finalmente perché mi trovo molto meglio con SVN rispetto a CVS (anche se qualche mese fa ero ancora indeciso) e comunque mi pare corretto fornire alternative quando esistono due strumenti validi per effettuare le stesse operazioni.

Tags: , ,
di Alessandro Fulciniti 2 Commenti

L'ordinamento delle tabelle è uno dei casi in cui Javascript può contribuire molto a migliorare la consultazione di dati. Segnalo così due pietre miliari, ovvero SortTable di Stuart Langridge e Table Sort di Mike Hall, a cui si aggiunge il recentissimo Standardista Table Sorting, di Neil Crosby: davvero notevole sia lo script che l'articolo stesso.