di Francesco de Francesco 2 Commenti

Quando facciamo riferimento ai siti web, dovremmo fare una distinzione tra tue categorie:sistemi di pubblicazione di contenuti;applicazioni di trattamento o altro genere.Il primo esempio è il classico sito che presenta informazioni di qualunque natura fruibili dal visitatore con diversi livelli di interattività . Lo assimiliamo in qualche modo ad un libro, ad una brochure, ad una rivista o ad un articolo. (more...)

Tags:
di Cesare Lamanna Commenta

Questa mancava. Grazie a SearchEngineWatch scopro che Microsoft si è inventata la ricerca a tempo. Se dalla pagina di MSN Search si cerca un termine su Encarta, si potrà  ora consultare l'intera scheda dedicata a quel soggetto e non più un semplice estratto. Cliccando su uno dei risultati, in pratica, viene automaticamente attivato (con un cookie) un account temporaneo della durata di 2 ore. In questo periodo sarà  possibile fare altre ricerche e navigare liberamente all'interno dell'enciclopedia. L'account è rinnovato ad ogni nuova ricerca effettuata.Il servizio è attivo anche sul sito italiano di MSN. Su questa pagina tutti i dettagli dell'offerta.

Una piccola riflessione è d'obbligo. Si cancelli ogni pregiudizio e si guardi ai fatti: Mozilla dice che Firefox è più sicuro di Explorer, Microsoft dice che Explorer è più sicuro di Firefox. O meglio, Microsoft diceva che Firefox era un embrione che avrebbe svelato la propria insicurezza appena raggiunta una certa popolarità  (Gartner confermava). Ora sembra che Microsoft avesse le sue ragioni, perchè le falle di Firefox spuntano come funghi (qui, qui, qui e qui). àˆ pur vero, però, che dalla parte opposta Microsoft continua a non risolvere vecchie falle e a rinviare a domani quello che potrebbe aggiornare oggi.Ora ci si mette pure Symantec a riportare dati che bocciano Firefox e promuovono Explorer, non fosse che pochi giorni dopo quel report si scopre che Symantec e Microsoft stanno imbastendo una importante partnership che troverà  modo di esprimersi in Internet Explorer 7. Secunia, intanto, per le falle gravi di Firefox consiglia di fare più attenzione, mentre per le falle gravi di Explorer consiglia di cambiare browser (una stonatura che si sente).A prescindere da chi possa avere ragione o meno: in questo marasma fatto di interessi di parte, dove stanno le certezze sulle quali dovrebbe basarsi l'utente?

di Francesco de Francesco 76 Commenti

La progettazione di siti ed interfacce applicative richiede conoscenze che ormai da tempo sconfinano dai temi prettamente tecnici. Psicologia dei visitatori, risvolti sociali, comunicazione e marketing sono aspetti che devono essere tenuti presenti e che possono determinare il successo del prodotto realizzato.Il corso di laurea triennale in Informatica Umanistica ha un piano di studi che vuol formare una figura con forti competenze informatiche ed al contempo umanistiche. Questa professione può essere lÂ’anello mancante tra gli utenti e gli sviluppatori.LÂ’Università  di Pisa ha nel calendario dellÂ’anno accademico 2005/2006 un corso che potrebbe essere estremamente interessante. Se siete interessati, vi invito a fare un giro alla pagina che lo descrive: Corso di laurea triennale in Informatica Umanistica.

Un interessante editoriale di Pierluigi Di Bartolomeo tira le somme di quello che, nascosto dietro i festosi annunci di Telecom Italia, altro non è se non un aumento del digital divide imperante in Italia. L'associazione Anti Digital Divide si occupa da tempo dello sviluppo dell'ADSL in Italia e con una sorta di mappatura del territorio sta ora tentando di capire la reale entità  del problema (spesso nascosto dietro statistiche fuorvianti, dati parziali e report incompleti).Nell'editoriale viene riportata un'intervista all'AD di Telecom Italia, Riccardo Ruggiero, nella quale si palesa la possibilità  di un prossimo nuovo aumento della capacità  di banda della ADSL nostrana (8 mega, forse di più). Così Giuseppe Turani spiega per Repubblica.it le parole di Ruggiero: [...] è solo l'antipasto. Infatti il sistema è in grado di decollare nel giro di un anno o poco più addirittura verso i 20 mega, una volta sistemate tutte le procedure per le autorizzazioni e le tariffe. Si tratta cioè solo di una questione commerciale. Ma il sistema della IPTV è pronto per spostarsi sui 20 mega. E, a quel punto (forse nel 2007, in Italia) la IPTV cambierà  di nuovo faccia perché diventerà  una tv a alta definizione. E sempre, ovviamente, con la possibilità  di navigare in Internet e di telefonare. (more...)

àˆ delle ultime ore l'ennesimo problema causato da Google Print al gruppo di Mountain View. Un gruppo di autori (non ben disposti verso il mondo digitale, visto che il sito ufficiale alle ultime due notizie riporta una denuncia ad Amazon ed una a Google...) ha infatti contestato presso la Corte Distrettuale di Manhattan il processo di scannerizzazione con cui Google porta sul proprio servizio i contenuti depredati nelle biblioteche consenzienti. Prima di oggi i problemi erano arrivati dall'Europa e dalla Francia in particolare, con l'Italia subito pronta ad allinearsi al progetto di una biblioteca digitale. (more...)

di Cesare Lamanna 4 Commenti

Io le ho trovate assolutamente splendide. Sono le mini-icone create da Mark James e scaricabili gratuitamente dalle pagine del suo sito personale, famfamfam.I set disponibili sono al momento tre. Flags (bandiere di tutto il mondo); Mini (140 micro-gif con i più comuni elementi di interfaccia); Silk (le più belle, oltre 500, formato .png, 16x16px). Ecco l'anteprima.Il ragazzo, tra l'altro, si dà  molto da fare. Pensate che avevo scaricato una decina giorni fa la versione 1.0 di Silk, con soltanto 300 icone....

Tags: ,

Motoricerca.net segnala l'avvio della versione italiana di Start.com, quello che nelle intenzioni di Microsoft dovrebbe divenire la pagina predefinita a cui si collega il browser appena aperto. Quella che una volta era la pagina riservata ai grandi portali, oggi è destinata ad essere occupata da motori di ricerca (Google in primis); si fanno però avanti, forti della loro utilità  e della loro struttura snella, gli aggregatori online. Pochi giorni fa Yahoo! aveva lanciato Mio Yahoo! ed oggi la risposta di Microsoft è sollecita. ANSA.it, Repubblica.it, Corriere.it, Mtv.it e Gazzetta.it sono le fonti precaricate di default. Da segnalare come Google non abbia ancora offerto un prodotto all'altezza della concorrenza: la pagina personalizzata non può certo considerarsi tale.

Tags: , ,
di Alessandro Fulciniti 2 Commenti

È la notizia più hot del momento: Opera diventa free. Non più licenza, nè banner. Le interpetazioni della mossa sono diverse: una partnership più forte con Google, per esempio, o il voler concentrarsi su uno dei prodotti di punta della casa, ovvero Opera for mobile.Qualunque sia il motivo, da oggi uno dei browser più competitivi decide finalmente di entrare in gioco, e lo fa alla grande. La versione 8.5 è disponibile per il download da subito in molte lingue, italiano compreso. Se posso fare una piccola previsione: Opera guadagnerà percentuali di visitatori su molti siti. Avete quindi un motivo in più per testare i vostri lavori su uno dei browser più moderni e attinenti agli standard in circolazione.A proposito di Opera: questa è una intro che vale davvero la pena di vedere. Sembra Flash... ma in realtà è Javascript.Concludo segnalando un'estensione certamente molto utile per i web designer: il W3-Dev menu. Buon download!