di Cesare Lamanna 7 Commenti

Attenti, web designer. Il frutto del vostro duro lavoro e l'appeal visuale del sito che avete appena realizzato, viene quasi sempre giudicato in una frazione di secondo.Almeno così sostiene uno studio condotto da Gitte Lindgaard, ricercatrice presso l'università  di Carleton, Ontario. Un fatto, quindi, che dovrebbe portare a non trascurare mai l'impatto emozionale del design. Resoconti della ricerca sono apparsi un po' dovunque negli ultimi giorni, ma vi rimando a questa ottima sintesi di WebSiteOptimization.com. Oltre ad una carrellata di link finali di approfondimento, contiene anche una serie di domande alla Lindgaard, una tabella riassuntiva e gli screenshot, rispettivamente, delle tre pagine con il maggiore e minore visual appeal secondo i risultati emersi dal test. Giusto per sapere a cosa non ispirarsi...

Google ha annunciato la disponibilità  della nuova Google Toolbar 4.0 per Internet Explorer (a cui seguirà  presumibilmente paritetica versione per Firefox). Le novità  di maggior rilievo: Custom button: permette di effettuare ricerche esclusivamente dai propri siti preferiti; Bookmarks: permette di gestire un bookmark accessibile da qualsivoglia computer (particolarmente interessante per chi lavora su più postazioni o per chi deve comunque lavorare lontano dal proprio abituale pc); Enhanced search box: permette di affinare la ricerca seguendo, ad ogni singola lettera digitata, i suggerimenti proposti da Google; Send to: permette di inviare una pagina tramite GMail, SMS o direttamente sul proprio blog. Per il download: www.google.com/tools/toolbar/T4/index.html.

di Marco Casario 14 Commenti

L'altro giorno stavo mostrando un prototipo ad una società  per la quale pensavo che AJAX potesse rappresentare un'ottima soluzione. Avevano la necessità  di validare molti form e di popolare textareas e combobox.Volevo allora mostrare come tecniche di remote scripting potevano fare al caso loro. Inserisco il cd con i miei prototipi e lancio i file HTML. Si apre Internet Explorer ma non succede nulla. Nessun file HTML fa quello che deve. Superati i primi secondi di panico chiedo di poter accedere ad Internet e mostrare qualcosa online.Solo a quel punto le cose erano più chiare. I sistemisti avevano disabilitato gli ActiveX nelle Security Settings.Questo banale equivoco mi ha fatto riflettere molto anche perchè non è la prima volta nella mia carriera che vado in una società  e trovo questo settaggio imposto dal reparto dei Sistemi Informativi. In questi scenari è d'obbligo percià fare un passo indietro e tornare a programmare il Remote Scripting con l'uso del vecchio buon IFrame.In fin dei conti, anche se l'oggetto XHR (XMLHttpRequest) espone la possibilità  di accedere agli headers ed ad altri dettagli del protocollo HTTP, a fronte di una maggiore compatibilità  sui browser l'uso dell'IFrame rappresenta ancora una scelta validissima.Nel caso, per esempio, di questa società  dovrà necessariamente perseguire questa strada.Leggiamo quotidianamente post del tipo : Ajax contro Flash, Ajax contro Coldfusion, Ajax contro Godzilla... Ma forse dovrebbe essere AJAX o IFrame per il Remote Scripting ?

di Francesco Caccavella 6 Commenti

Si chiama BlackWorm (CME-24) ed è un worm distruttivo e pericoloso. Il 3 febbraio è programmato per cancellare tutti i file con estensione Doc, Xls, Mdb, Mde, Ppt, Pps, Zip, Rar, Pdf, Psd e Dmp presenti sul computer infetto. Non sembra molto diffuso dalle nostre parti anche se il server mail di HTML.it ne ha intercettati, con il nome VB-9 e VB-8, più di 400 nelle ultime 15 mila mail ricevute, collocandolo al secondo posto dei virus più diffusi nell'ultima giornata, dietro solo il sempre vivo Netsky.P (vedi la mappa più avanti). Un consiglio: sarebbe bene controllare se si è infettati. (more...)

Tags: , ,
di Cesare Lamanna 2 Commenti

Avendo una conoscenza non approfondita delle tematiche relative all'accessibilità , non so se una cosa del genere possa essere davvero utile o semplicemente sensata. Mi limito a segnalare, allora, da questo post di Roger Johansson, due soluzioni che consentono all'utente di personalizzare a suo piacimento i tasti di accesso definiti dall'autore tramite l'attributo accesskey.La prima è una classe PHP (c'è pure la versione ASP) creata da Gez Lemon e Rich Pedley. La seconda (di Jacques Distler) è basata invece su Javascript: navigando fino al footer della pagina con l'articolo potrete verificare direttamente il funzionamento.

di Alessandro Fulciniti 19 Commenti

Gli articoli teorici sui CSS sono molto utili a chi vi si è avvicinato da poco, soprattutto se approfonditi, accompagnati da screenshot ed esempi, perchè sono spesso più assimilabili delle specifiche W3C. àˆ il caso di Vertical-Align Misuse, un articolo decisamente sfizioso su una proprietà  poco conosciuta e usata spesso in maniera inadeguata: il vertical-align. Per chi ha difficoltà  con l'inglese, ho ripescato un piccolo estratto sul tema da questo articolo di PRO che contiene le due informazioni indispensabili su questa proprietà . (more...)

SkimCSS

27 Jan
di Cesare Lamanna 1 Commento

Certi aspetti del meccanismo di funzionamento e dell'interfaccia possono ricordare da vicino quelli del sito di news tecnologiche più hot del momento, Digg. Al momento, però, non mi pare che ne abbia adottato il processo editoriale, quello per cui è il complesso di voti e commenti degli utenti a stabilire la gerarchia delle segnalazioni. Parliamo di SkimCSS, un catalogo di risorse sui CSS inizialmente compilato dagli autori e aperto ai contributi degli utenti, che hanno l'opportunità  di aggiungere le proprie segnalazioni, i voti e i commenti. Di certo, se c'è qualcosa di interessante che riguarda questo linguaggio lì si troverà . Da seguire.

Tags:
di Gabriele Farina 17 Commenti

In questi giorni sto girando un po' la rete alla ricerca di un programma gratuito per gestire la posta via email. A parte il famoso Squirrel (che sinceramente non gradisco molto), ho trovato un progetto che mi pare interessante e che proporrei di provare.Il progetto in questione si chiama Roundcube Webmail Project e si presenta come un progremma interessante con un aspetto simile a quelli sviluppati su piattaforma Macintosh. àˆ interamente sviluppato in PHP e permette di appoggiarsi a diversi database (MySQL, PostgreSQL e SQlite) per il caching delle informazioni ed il salvataggio delle impostazioni. Roundcube gestisce correttamente MIME ed i messaggi in HTML e le sue skin sono state sviluppate per adattarsi agli standard del web attuali.Il progetto è ancora in via di sviluppo, e per questo motivo alcune funzionalità  interessanti (come quelle di crittografia) non sono ancora state implementate.Rimango comunque alla ricerca di client alternativi ... qualche consiglio ?

di Francesco de Francesco 4 Commenti

Stavo navigando il post sul Mobile Search Marketing di Marco Loguercio ed ho pensato che anche da queste parti dovremmo parlarne.Allora. Intanto che “ciaccoliamo” sullÂ’opportunità  di fare siti per cellulari e che discutiamo di nuove forme di grafica e impaginazione, che ne dite se pensiamo anche allÂ’advertisement?Che ci piaccia o no, i dispositivi mobili iniziano ad essere usati e, se leggete il post che vi ho citato, vi trovate un mio commento col quale mi identifico anchÂ’io tra gli “user”. Se gli utenti ci sono, non possiamo far finta di non sapere che anche loro sono “mercato”.Si dia inizio allo show, quindi. A voi la palla :-)