di

OpenOffice 2.0 è disponibile fin da ora anche in Italiano. Per provarlo il da farsi è molto semplice: qui la pagina per il download gratuito.OpenOffice.org 2.0 è la seconda generazione della suite libera per ufficio nata nell'ottobre del 2000 con la donazione del codice sorgente di StarOffice alla comunità  da parte di Sun Microsystems. In soli cinque anni, OpenOffice.org si è affermato come l'alternativa più valida alla suite commerciale leader di mercato, con un successo che è testimoniato da circa 100 milioni di utenti e da una quota di mercato intorno al 10% (dati Forrester, IDC e Soreon Research).OpenOffice 2.0 è facile da usare e dialoga senza problemi con le altre suite per ufficio, grazie alle nuove funzionalità  di importazione ed esportazione. Caratteristica principale è l'uso di un formato dei documenti libero ed aperto (ODF, Open Document Format) definito dal consorzio OASIS e riconosciuto da molti governi, tra cui l'Unione Europea e il Massachusetts, come il formato di riferimento per i documenti da ufficio. ODF, che utilizza lo standard XML, è in fase di esame dal parte dell'ISO, l'ente internazionale per la standardizzazione. Sviluppato da una comunità  che include Sun Microsystems, lo sponsor principale, Novell, Red Hat, Debian, Propylon, Intel e Google, e da un gruppo di programmatori, traduttori, redattori e uomini di marketing volontari e indipendenti, OpenOffice.org 2.0 dimostra le potenzialità , l'impegno e la professionalità  della comunità  open source.Vola e fai volare con i gabbiani di OpenOffice.org: usalo, copialo e regalalo, è legale!

Continua a leggere Disponibile OpenOffice 2.0 in italiano

Categoria: Software e Servizi

Tags:

L'annuncio ufficiale dovrebbe avvenire in giornata. Microsoft e Yahoo! avrebbero stretto un accordo per garantire l'interoperabilità  tra i rispettivi programmi di instant messenging. I primi commenti parlano di una mossa anti-AOL.Riferimenti: The Register, cNet, BetaNews.

Continua a leggere Yahoo! IM parlerà  con MSN Messenger

Categoria: Software e Servizi

Via Blogger Buzz scopro che Google ha appena lanciato il suo nuovo servizio: Google Reader, ovvero un feed reader web (stile Bloglines, per intenderci). C'è da premettere che per poter accedervi dovrete disporre di un account GMail, e che il login va fatto con i dati del vostro account di posta Google.Ho provato ad usarlo, ed ecco le mie prime impressioni. Una volta entrati è possibile fare ricerche tra siti che hanno una syndication: con la parola chiave CSS la ricerca mi restituisce una ventina di risultati. Pochini, ma tra questi risultati di rilievo quali Alistapart, CSSZenGarden e il sito del W3C.Subito dopo mi incuriosisce la possibilità  di importare file OPML: vado allora su Bloglines ed esporto le mie sottoscrizioni attraverso la mia pagina pubblica (per chi ha un account bloglines ricordo che la pagina pubblica si trova su http://www.bloglines.com/public/tuoUsername). Torno su Google reader, carico il file XML che mi ha generato Bloglines, e in meno di tre minuti mi ritrovo tutti i miei 388 feeds.Ci sono alcune cose interessanti che vale la pena di citare e che chi ha un account Gmail conoscerà : la possibilità  di assegnare labels ai feeds (che sono poi categorie multiple e funzionano come i tags) e le stars ovvero la possibilità  di bookmarkare le entry. Per il resto l'interfaccia sembra abbastanza intuitiva. Unico punto un po' negativo è lo scrolling, possibile solo attraverso link. Devo ancora prendere confidenza con la navigazione da tastiera, che dovrebbe essere molto utile.Per concludere ecco il link all'introduzione di Google Reader. Buon divertimento!

Continua a leggere Google lancia il Google Reader

Categoria: Software e Servizi

di

In seguito ad una curiosa indagine di Gary Price, è emerso pochi giorni fa il fatto che Google avrebbe acquisito, mediante una società  satellite, alcuni domini, tra i quali GCalendar.com. Pochi giorni dopo alcuni movimenti strani sono stati notati sul server abbinato (ormai tenuto sott'occhio da chi vuole carpire l'anteprima di una eventuale novità  in proposito). Ieri una mossa da parte della diretta concorrenza scatena quella che è quantomeno una coincidenza: Yahoo! ha infatti reso pubblicamente nota l'avvenuta acquisizione di Upcoming.org, servizio che funge da "calendario collettivo" per eventi e manifestazioni interessanti (in base a quanto ottenuto dall'interazione degli utenti).Facendo uno più uno, aggiungendo tutte le evoluzioni che un progetto simile potrebbe assumere, considerando i "rumor" degli ultimi giorni, innaffiando il tutto in una buona dose di audace fantasia, son pronto a scommettere 1 Euro (e non un centesimo di più) che GCalendar possa prima o poi prendere forma.

Continua a leggere Scommetto 1 euro su GCalendar

Categoria: Software e Servizi

Tags: ,

Il comando diff, comunissimo per chi lavora in ambiente Unix, consente di comparare due file evidenziandone le differenze in tutti i dettagli.In questi giorni sto lavorando su Windows e in diverse occasioni mi sono trovato nella necessità  di avere per le mani proprio qualcosa di equivalente a diff. Per un po' ho traccheggiato facendo la spola in rete tra il PC dove gira Windows e quello dove sta Linux... poi ho vinto la mia ritrosia (credo giustificata) ad installare programmi non indispensabili su macchine Windows, e ho fatto una ricerca su Google: "diff for windows".Mi aspettavo di trovare la solita caterva di trials destinati ad essere usati finché durano e poi a fare gli zombi in Start-Programmi e a intasare la RAM (diciamocelo, spesso l'uso di crack è un'attività  inutile che non prenderemmo neppure in considerazione se non fosse per un ingenuo gusto del proibito) e invece....Dopo un po' di 'ravanamenti' ho trovato alcuni freeware niente male.Spero di fare cosa gradita suggerendovi WinMerge che tra l'altro non è freeware ma open source.

Continua a leggere Diff per Windows

Categoria: Software e Servizi

di

Nel momento in cui si scrive una mail su Gmail e la pagina si chiude per motivi vari (non da ultimo il crash del browser), la mail scritta viene solitamente perduta senza possibilità  alcuna di ripristino. Google ha deciso di risolvere il problema e comunica nell'apposita pagina delle novità  del servizio il nuovo salvataggio automatico delle mail: qualsiasi testo può essere recuperato in caso di problemi incorsi prima dell'invio. Non avendo fatto una prova sul campo non saprei quantificare i minuti dopo il quale scatta la funzione di autosalvataggio (tempo non specificato nella descrizione proposta da Google).Altra novità  Gmail proviene dalla Google Toolbar: il piccolo tool potrà  d'ora innanzi avere anche un pulsante per accedere automaticamente alla propria casella di posta direttamente dal browser (come già  in precedenza era possibile realizzare cliccando su "inbox" da Google Talk).Ultima novità  proprio da Google Talk: rilasciata una nuova versione (identificativo 1.0.0.72). Nessuna modifica sostanziale, la nuova versione corregge solo alcuni non meglio specificati bug.

Continua a leggere Aggiornamenti per il software Google

Categoria: Software e Servizi

Paparazzi! è una fantastica utility per Mac. Consente di fare screenshot di pagine web semplicemente digitandone l'URL nell'interfaccia (come mostrato qui sotto). L'utilità  nasce soprattutto da un fatto: il programmino riesce a catturare per intero la pagina, non solo la porzione visibile nella finestra del browser. L'immagine può essere salvata in formato .png, .jpg o .tiff.Per dare i giusti crediti, va detto che Paparazzi! non è altro che un'interfaccia grafica creata intorno a webkit2png, un tool da linea di comando basato su PyObjC e webkit, il motore di rendering di Safari. Potete scaricare lo screenshot di questa home page [formato .png, 1mb] per verificare il risultato.Qualcuno conosce strumenti simili per Windows? Non programmi come SnagIt, ma tool che abbiano la stessa impostazione e che siano magari free.

Continua a leggere Fare screenshot con Paparazzi!

Categoria: Software e Servizi

Kahuna è il nome in codice del nuovo front-end di Hotmail. Le prime indiscrezioni su questa versione rinnovata e ajaxificata del servizio di posta di Microsoft risalgono a questa estate. àˆ invece di giovedì scorso l'annuncio della Milestone 3 e il lancio della nuova URL di riferimento mail.start.com.Se volete seguire tutte le novità  sul progetto vi consiglio 2 blog. Quello personale di Omar Shahine, uno dei Program Manager, e quello del team di sviluppo al completo ospitato su MSN Spaces. Qui potrete anche dare una sbirciata ad una serie di screenshot della beta, sempre che non siate tra i fortunati capaci di accaparrarsi uno dei pochi inviti distribuiti.

Continua a leggere La nuova Hotmail

Categoria: Software e Servizi

La progettazione di siti ed interfacce applicative richiede conoscenze che ormai da tempo sconfinano dai temi prettamente tecnici. Psicologia dei visitatori, risvolti sociali, comunicazione e marketing sono aspetti che devono essere tenuti presenti e che possono determinare il successo del prodotto realizzato.Il corso di laurea triennale in Informatica Umanistica ha un piano di studi che vuol formare una figura con forti competenze informatiche ed al contempo umanistiche. Questa professione può essere lÂ’anello mancante tra gli utenti e gli sviluppatori.LÂ’Università  di Pisa ha nel calendario dellÂ’anno accademico 2005/2006 un corso che potrebbe essere estremamente interessante. Se siete interessati, vi invito a fare un giro alla pagina che lo descrive: Corso di laurea triennale in Informatica Umanistica.

Continua a leggere Laurea in Informatica Umanistica

Categoria: Software e Servizi

di

Un interessante editoriale di Pierluigi Di Bartolomeo tira le somme di quello che, nascosto dietro i festosi annunci di Telecom Italia, altro non è se non un aumento del digital divide imperante in Italia. L'associazione Anti Digital Divide si occupa da tempo dello sviluppo dell'ADSL in Italia e con una sorta di mappatura del territorio sta ora tentando di capire la reale entità  del problema (spesso nascosto dietro statistiche fuorvianti, dati parziali e report incompleti).Nell'editoriale viene riportata un'intervista all'AD di Telecom Italia, Riccardo Ruggiero, nella quale si palesa la possibilità  di un prossimo nuovo aumento della capacità  di banda della ADSL nostrana (8 mega, forse di più). Così Giuseppe Turani spiega per Repubblica.it le parole di Ruggiero: [...] è solo l'antipasto. Infatti il sistema è in grado di decollare nel giro di un anno o poco più addirittura verso i 20 mega, una volta sistemate tutte le procedure per le autorizzazioni e le tariffe. Si tratta cioè solo di una questione commerciale. Ma il sistema della IPTV è pronto per spostarsi sui 20 mega. E, a quel punto (forse nel 2007, in Italia) la IPTV cambierà  di nuovo faccia perché diventerà  una tv a alta definizione. E sempre, ovviamente, con la possibilità  di navigare in Internet e di telefonare. (more…)

Continua a leggere Telecom aumenta ADSL e digital divide

Categoria: Software e Servizi