di

àˆ quantomeno curioso spulciare quella che può essere definita come l'etica di lavoro in casa Google. Una apposita pagina elenca i punti principali di quello che non è un vero e proprio regolamento, ma una sorta di "codice di condotta". Questi alcuni dei punti più interessanti: Google respinge il mobbing e respinge altresì ogni tipo di avance, minaccia o ricatto sessuale sul luogo di lavoro; Google ammette usi limitati di alcool ma non transige nel caso in cui se ne facesse un uso improprio. Fermamente respinto l'uso di ogni qualsivoglia tipo di droga da parte dei "googler" (così vengono definiti i dipendenti del gruppo); Google respinge armi e violenza. Un apposito numero è previsto affinchè eventuali trasgressioni vengano segnalate e represse; Google ama i cani e prevede per loro una particolare linea di condotta: sia pure in via temporanea, è anche ammesso il fatto che un dipendente possa portare il proprio cane sul posto di lavoro, e tutto cià perchè i cani sono una parte importante della vita dei dipendenti e possono migliorare la qualità  del loro impegno lavorativo; I gatti non sono proibiti, ma nemmeno benvenuti. Qualcuno si stupisce? Ho cercato se i gatti sono ammessi presso Yahoo!, ma l'apposita pagina non sembra voler affrontare l'argomento.

Continua a leggere Google: virtù senza vizi. E niente gatti…

Categoria: Motori di ricerca

Tags:

Gli amici e colleghi che operano nella rete sanno che da qualche tempo, dopo anni di onorata attività  come programmatore lato server (ok..ok, non sono così vecchio :-)), ho iniziato ad occuparmi di motori di ricerca, ottimizzazione e strategie di posizionamento.Mi sono avvicinato a questo mondo affascinante più con la curiosità  del principiante che con la volontà  di diventare un professionista del settore, la stessa filosofia che mi ha portato a imparare quanto più potevo nel campo dei linguaggi server-side.A dire il vero cià che maggiormente mi attrae è l'estenuante sfida in cui gli specialisti SEO e i motori di ricerca si misurano da anni, a colpi di spamming e ban, sotterfugi e conseguenti penalizzazioni nelle SERP.àˆ vero, ci sono anche i SEO's cosiddetti "etici"...ma che gusto c'è a fare tutto come dice la mamma? Potete quindi immaginare come mi abbia sorpreso questa notizia. A quanto pare "mamma Google" ultimamente è diventata particolarmente severa, ma al tempo stesso ha deciso di mostrarsi più disponibile al dialogo. Dopo anni in cui i bambini cattivi erano soliti lamentarsi per punizioni "incomprensibili" e per l'impossibilità  di comunicare con chi li puniva (d'altronde quando ti beccano con le dita nella marmellata c'è sempre una scusa valida, no?), Google sembra intenzionato ad intraprendere una campagna di dialogo con chi è sospettato di utilizzare tecniche che violano le ben note linee guida.I siti che presentino trucchetti poco ortodossi non verranno più bannati da un giorno all'altro senza preavviso, al contrario, prima di procedere alla definitiva penalizzazione, verrà  inviato un messaggio di avviso agli indirizzi reperibili sul sito: una mail abbastanza dettagliata informerà  chi di dovere sulle violazioni riscontrate. Il progetto è ancora in fase sperimentale, ma a quanto pare sono già  fioccati i primi "Warning". (more…)

Continua a leggere Fai il furbo? Google ti avvisa!

Categoria: Motori di ricerca

Tags: ,
di

Una interessante ricerca portata avanti da Gary Price di Searchenginewatch.com è andata a scovare tutti i domini registrati da Google. Alcuni di essi hanno tempo fa lasciato intuire in anticipo quali sarebbero state le prossime mosse del motore di ricerca. Altri sembrano essere registrati con il semplice scopo di evitare che qualcuno li utilizzi a fini fraudolenti (Google1.com, Google2.com e Google3.com non sembrano granchè utili).La ricerca ha inoltre scoperto come alcuni domini siano "concessi" alla fantomatica Data Docket (della quale non si sa molto più del semplice nome), azienda che in pratica fa da deposito domini per Google. Dalla lista (tenuta continuamente aggiornata) spuntano nomi stuzzicanti come GoogleBox, 466453 (scrivendo "Google" su un cellulare con il sistema T9 si ottiene tale numero), Gbrowser (.com, .net e .org), Gcalendar, Gchat, Googlebuy, Googlewifi, eccetera. Largo alla fantasia per interpretare come e se questi domini verranno un giorno sfruttati. Ah, dimenticavo: ci sono anche Porngoogle e Googleporn.

Continua a leggere Tutti i domini di Google

Categoria: Motori di ricerca

Tags: ,

Google assume

29 Sep
di

Oggi l'ANSA ci ricorda come negli ultimi 3 mesi Google abbia assunto una media di 10 nuovi dipendenti al giorno. Non male. Il gruppo conta oggi 4.100 dipendenti circa e sembra non avere intenzione di fermarsi. Se a qualcuno interessasse entrare a far parte del mondo Google non resta che mandare una mail, non prima però di aver controllato di rientrare in una delle professionalità  cercate da Google Italia: Associate Product Marketing Manager European Product Training Specialist European Sales and Operations Management Rotation Program Product Marketing Manager - Europe Quality Rater, Italian Language Senior Manager, Strategic Partnerships Vertical Client Services Vertical Head Finance/Business Service Vertical Relationship Manager Travel Wireless Strategic Partner Development Manager, Europe & Middle East Ulteriori posti sono disponibili all'estero per italiani. Requisiti necessari: dinamicità , ottime capacità  relazionali e di vendita, ottima conoscenza delle lingue italiana ed inglese.

Continua a leggere Google assume

Categoria: Motori di ricerca

Tags:
di

Addio Sir Jeeves. Il maggiordomo più famoso del web è infatti ormai destinato alla pensione in quanto la sua figura è stata giudicata antiquata dai nuovi proprietari. La notizia serpeggia da giorni ed ha già  trovato conferma ufficiale nelle dichiarazioni di Barry Diller, amministratore delegato della IAC/InterActiveCorp (gruppo che nel Maggio 2005 è subentrato alla proprietà  del marchio). Chi vorrà  fare ricerche con il noto motore dovrà  dunque rivolgersi idealmente a qualcun'altro, lasciando alla storia il nome e l'icona che ha accompagnato la crescita del gruppo. Il motore è ad oggi raggiungibile sia da askjeeves.com che da ask.com. Probabile, dunque, una semplice scomparsa del nome e dell'icona del maggiordomo, lasciando alla parola "Ask" tutta la semantica del marchio e l'appeal del logo. Nulla è dato però a sapersi circa i dettagli del nuovo "brand" e la data in cui la sostituzione avrà  efficacia formale.

Continua a leggere Addio Sir Jeeves

Categoria: Motori di ricerca

Tags:

Intanto che un SEO si occupa di far arrivare navigatori al sito, qualcun altro pensa a come far rendere al massimo ogni visita proveniente dai motori di ricerca.Varie società  sono da tempo attive su questo fronte. Stabilito un obiettivo (un contatto, una richiesta di preventivo, un acquisto online, lÂ’iscrizione ad una newsletter), quanto incide lÂ’attinenza della pagina dÂ’arrivo o la sua posizione nel percorso sino al click finale? (more…)

Continua a leggere Attinenza della pagina di arrivo alla ricerca sui motori

Categoria: Motori di ricerca

di

Il nuovo logo di Google ci ricorda che oggi il motore di ricerca compie 7 anni. 7 fette di torta dunque per il marchio più in voga del momento. Curioso vedere su Archive.org la prima versione conservata della home del motore, datata 17 Gennaio 1999. Da allora sono scomparsi i colori dei box nella parte inferiore e soprattutto sono scomparsi i link ad una sezione dedicata all'Università  di Stanford (dove Larry Page e Sergey Brin hanno dato vita alla loro creatura) e ad una sezione dedicata a Linux. In più, rispetto ad allora, oggi ci sono 7 anni di successi e 7 miliardi di dollari nel salvadanaio. E proprio oggi è scomparso il numero delle pagine indicizzate dal motore (8 miliardi e rotti): la guerra dei numeri tra Google e Yahoo! era in effetti diventata francamente un po' ridicola (anche perchè basata su semplici dichiarazioni impossibili da verificare). Tutti daccordo, insomma, sul fatto che è meglio puntare sulla qualità  dell'indice piuttosto che sulla sua dimensione.Un piccolo giallo: cercando proprio su Google la data di nascita del motore compare una pagina (irraggiungibile) ove il compleanno ufficiale sembra essere indicato come il 7 Settembre (lo stesso testo è riportato ad esempio su di un blog identificabile con la stessa ricerca).Insomma: auguri, Google. Ma francamente non capisco perchè si festeggi il tutto con due settimane di ritardo. Qualcuno sa spiegarmelo?

Continua a leggere Strano ‘Happy birthday’ Google!

Categoria: Motori di ricerca

Tags:

Questa mancava. Grazie a SearchEngineWatch scopro che Microsoft si è inventata la ricerca a tempo. Se dalla pagina di MSN Search si cerca un termine su Encarta, si potrà  ora consultare l'intera scheda dedicata a quel soggetto e non più un semplice estratto. Cliccando su uno dei risultati, in pratica, viene automaticamente attivato (con un cookie) un account temporaneo della durata di 2 ore. In questo periodo sarà  possibile fare altre ricerche e navigare liberamente all'interno dell'enciclopedia. L'account è rinnovato ad ogni nuova ricerca effettuata.Il servizio è attivo anche sul sito italiano di MSN. Su questa pagina tutti i dettagli dell'offerta.

Continua a leggere Cerca su Encarta… con il timer

Categoria: Motori di ricerca

di

àˆ delle ultime ore l'ennesimo problema causato da Google Print al gruppo di Mountain View. Un gruppo di autori (non ben disposti verso il mondo digitale, visto che il sito ufficiale alle ultime due notizie riporta una denuncia ad Amazon ed una a Google...) ha infatti contestato presso la Corte Distrettuale di Manhattan il processo di scannerizzazione con cui Google porta sul proprio servizio i contenuti depredati nelle biblioteche consenzienti. Prima di oggi i problemi erano arrivati dall'Europa e dalla Francia in particolare, con l'Italia subito pronta ad allinearsi al progetto di una biblioteca digitale. (more…)

Continua a leggere Google Print: ancora problemi

Categoria: Motori di ricerca

di

Mosse finanziarie segrete, incontri segreti, strategie segrete. Ma in tutto ciò di segreto sembra esserci davvero ben poco. La relativa credibilità delle voci che si annidano attorno all'universo Google è conseguenza della marea di ipotesi che gli analisti più zelanti propongono ad ogni soffio di vento. Ma in tutto ciò c'è del merito, non indifferente, da parte di Google stessa.Esemplare il caso dello Zeitgeist '05. Avrebbe dovuto rimanere un summit segreto, ma i summit segreti non si fanno per centinaia di persone (400 gli invitati). I summit segreti, poi, non li si fa in sede. E non si mette neppure una pagina online accessibile a chiunque. E certamente se si deve fare un summit segreto non si invitano pezzi grossi di Yahoo! e Microsoft a sedere di fianco a giornalisti e blogger (che di segreti non vivono, ma vivono di notizie). Nulla di più sbagliato? No, il contrario: nulla di più giusto. Ancora una volta tutti intenti a parlare di Google, e Google è ancora una volta al centro della scena con una semplicità disarmante.L'incontro sarà forse blindato (nessuna telecamera e nessun webcast, tanto per intenderci) e qualche commento giungerà solo in seguito. Ma lo Zeitgeist '05 sarà sicuramente ben di più di un semplice incontro segreto. Quantomeno, sicuramente, già non è più un segreto e mai nessuno ha creduto/voluto che rimanesse tale. Chiamatela Strategia Google e sappiate che funziona con puntualità svizzera.

Continua a leggere Strategia Google

Categoria: Motori di ricerca

Tags: ,