Eufemi-smo

4 Nov
di

Nei giorni scorsi aveva fatto discutere la proposta del senatore Maurizio Eufemi secondo cui la prossima Finanziaria 2006 avrebbe dovuto portare una tassa gravante sulla banda larga. La tassa sarebbe dovuta servire a finanziare il Fondo Unico per lo Spettacolo. AIIP e Assoprovider avevano immediatamente alzato la voce contro il cosiddetto Emendamento Eufemi e la voce sembra essere stata immediatamente accolta: Roma, 3 novembre 2005 – La 5° Commissione Bilancio del Senato ha dichiarato ieri non ammissibile lÂ’emendamento 63.0.187 presentato nei giorni scorsi dal Sen. Eufemi dell'UDC, volto a promuovere lo sviluppo delle attività  cinematografiche e di spettacolo e a favorirne la diffusione, attraverso "prelievi fiscali operati in relazione al fatturato degli Internet Provider derivante dai canoni di abbonamento per le connessioni a banda larga". (Fonte MNItalia. Dopo la famosa tassa sul tubo decade anche questa nuova ipotesi gravante sugli utenti web. Meglio così.

Continua a leggere Eufemi-smo

Categoria: Eventi e segnalazioni

Tags:
di

Ricevo da ManEurope, e volentieri pubblico, un comunicato dal contenuto particolare. Lo rendo noto affinché chi fosse interessato al nuovo Nero7 possa farsi due calcoli prima di procedere all'acquisto del noto software. MAN S.r.l. in qualità  di distributore esclusivo sul territorio italiano del prodotto Nero 7, denuncia l'illegittimità  dell'offerta avente ad oggetto tale prodotto posta in essere da MediaWorld e consistente nell'applicazione di un prezzo al pubblico del tutto scollegato dai listini ufficiali MAN e addirittura sotto costo. Cià sta comportando uno stravolgimento del mercato in palese violazione dei principi che regolamentano lo stesso anche sotto il profilo della leale concorrenza che dovrebbe ispirare gli operatori del settore.Stiamo pertanto ponendo in essere le iniziative legali del caso affinché tutti i responsabili di tale increscioso evento siano perseguiti sia sul piano penale, sia sul piano civile.àˆ nostra preoccupazione con il presente comunicato informare coloro che intendano acquistare il prodotto in oggetto presso MediaWorld, che date le condizioni di assoluta illegittimità  in cui viene commercializzato il prodotto, non saranno forniti i servizi post vendita agli utenti finali che aderiranno a quest'offerta, i quali si vedrebbero quindi privati della garanzia, dell'assistenza tecnica, degli aggiornamenti software e dei download. Qui la pagina MAN (Nero 7 Premium a 79.00 Euro), qui la pagina MediaWorld (Nero 7 Premium a 39.90 euro). (more…)

Continua a leggere Nero 7, nasce un caso MediaWorld

Categoria: Eventi e segnalazioni

Tags:

Credo che la notizia di una lieta nascita nella Casa Reale Spagnola sia nota a tutti. Curioso il fatto che la piccola conti già  (almeno) due blog: Princesa Leonor e Infanta Leonor de Borbon. Mi chiedo se i Reali ne siano a conoscenza o se sia opera loro.. ma ne dubito dato che i due blog vengono ospitati su servizi gratuiti (roba plebea:)) come bitacoras e blogger. Ma non è questo l'argomento del post. All'autore di TorresBurriel, un blog in lingua spagnola che seguo abitualmente, la notizia della nascita ha suggerito una curiosità  interessante, ovvero: come sarà  il sito dei Reali di Spagna? Ebbene, eccolo. (more…)

Continua a leggere Il sito dei Reali di Spagna

Categoria: Eventi e segnalazioni

di

In un articolo ho analizzato in breve i risultati del "Quinto rapporto Censis-Ucsi sulla comunicazione in Italia 2005" appena pubblicato. Il rapporto, però, contiene una marea di dati e curiosità , ben oltre quelli elencati velocemente nella prima disanima: sarebbe francamente un peccato non citare almeno alcuni di questi. (more…)

Continua a leggere Noi, internet e i media

Categoria: Eventi e segnalazioni

Tags:
di

Stamattina la segnalazione di quanto proveniente dalla UE: Telecom Italia potrebbe presto entrare nel mirino della Commissione Europea. Un breve comunicato ha infatti reso pubblico il risultato di una indagine conoscitiva condotta dall'Autorità  per le Garanzie nelle Comunicazioni (AGCOM), ed il testo non lascia adito ad interpretazioni: "L'Autorità  per le Garanzie nelle Comunicazioni, ha recentemente eseguito una analisi di mercato ed ha scoperto che Telecom Italia ha il 100% del mercato dell'ultimo miglio. Tale mercato è caratterizzato da alte barriere all'entrata per gli operatori alternativi e cià in quanto Telecom Italia controlla una infrastruttura di rete difficile da replicare".Poche ore più tardi il crollo in borsa: Brusca accelerazione al ribasso a Piazza Affari e sulle Borse europee apparentemente senza una ragione concreta, ma dettata solo dal nervosismo che sta dilangando fra gli investitori. Pesanti tutti i settori. In particolare Telecom Italia sulla scia del forte calo di France Telecom. "Sulle borse c'è molto nervosismo con forti movimenti sui telefonici", osserva un trader. [...] TELECOM perde il 3,6% sulla scia del calo del 6% di France Telecom a Parigi dopo il taglio delle stime di ricavi.Il VoIP emergente da una parte, un monopolio nel mirino dall'altra, e Telecom Italia paga più di altre aziende una situazione di grave difficoltà  che galleggia su un debito da quasi 50 miliardi di euro. Non sono buone notizie per nessuno queste: ogni rischio è proporzionato ad una opportunità , ma l'Italia è famosa nel prendere al volo i rischi, non le opportunità ...

Continua a leggere Il giorno difficile di Telecom Italia

Categoria: Eventi e segnalazioni

Dopo le prime considerazioni fatte nel post SMAU 2005: prime impressioni, un ulteriore momento di riflessione poco dopo la conclusione della manifestazione.Inizio con una domanda. Ha senso per un web designer visitare lo SMAU? La risposta è ovviamente personale, in base a cosa si cerca in una manifestazione come questa. (more…)

Continua a leggere Considerazioni a chiusura dello SMAU 2005

Categoria: Eventi e segnalazioni

Tags:
di

Secondo alcuni l'offerta determina la domanda, secondo altri la domanda determina l'offerta. Secondo gli economisti trattasi invece di equilibrio dinamico. Viene da riflettere, però, se si bada a cosa Bill Gates è venuto a portare in Italia in occasione della sua presenza allo SMAU. Non ho potuto partecipare direttamente all'evento, ma da quanto leggo sui vari articoli al riguardo, Bill Gates ha innanzitutto parlato del VoIP come della chimera che sta raggiungendo chiunque. Ha parlato poi dei contenuti che Alice porterà  a tutti tramite il proprio portale con un esperimento di IPTV di caratura mondiale. Infine ha declamato con orgoglio il futuro del proprio Media Center, vero ombelico dell'intrattenimento nelle abitazioni del futuro. Windows Vista? Nessuna traccia rilevante. Eppure è quella la grande rivoluzione targata Microsoft, eppure è lì il core business aziendale, eppure manca solo un annetto alla distribuzione del sistema operativo. Forse l'Italia è semplicemente più attenta a telefonini e televisioni che non alle novità  dell'Information Technology. E Bill questo sicuramente lo sa.

Continua a leggere Windows Vista, chi l’ha visto?

Categoria: Eventi e segnalazioni

Tags:

QuestÂ’anno, come altri anni, mi farà allo stand della mia azienda tutto lo SMAU 2005 o quasi. Sono appena finiti i primi tre giorni e vorrei raccontarvi le prime impressioni ed aneddoti. Niente statistiche e numeri. Quelli li lascio ai professionisti.Non ho ancora visto i dati, ma il primo giorno il padiglione era vuoto. Vero è che lÂ’area Business non è tra le più frequentate ed altrettanto vero è che il primo giorno lÂ’affluenza non è mai quella massima, però un confronto con lo stesso giorno nello stesso padiglione dellÂ’anno scorso, vede il 2005 decisamente perdente. Meno gente in giro, meno clienti, pochi contatti. Stesso trend per i successivi due giorni. (more…)

Continua a leggere Smau 2005: impressioni ed aneddoti

Categoria: Eventi e segnalazioni

Tags:
di

L'ultimo comunicato dell'associazione Anti Digital Divide contiene varie annotazioni che meritano un'attenzione particolare. La prima è riferita al CNU (Consiglio Nazionale Utenti), che presso l'AGCOM dovrebbe tutelare gli utenti stessi. L'ADD rileva alcune irregolarità  legate alla nomina dei membri del CNU stesso, sottolineando come troppo spesso tali nomi siano legati a gruppi quali Telecom Italia o Eutelia.Il secondo punto interessante è riferito alla semplice lettura dei dati riferiti alla banda larga in Italia:Non vi è una vera è propria definizione di banda larga o meglio non esiste una velocità  specifica che fa da spartiacque tra banda stretta e banda larga. A tale proposito può chiarire la situazione un documento stilato da Mauro Guerrieri segretario dellÂ’associazione Anti Digital Divide, il quale mette in evidenza come il numero effettivo di linee a banda larga in Italia non sia di 5,6 milioni di unità  ma di circa 1,5 milioni. [...] LÂ’ITU (International Telecommunications Union), nella Raccomandazione I.113 chiarisce che per larga banda si intende la capacità  di trasmissione superiore a un accesso primario ISDN, ovvero 1,5 o 2 Mbit/s. La stessa Unione Europea ha indicato come taglio minimo per la banda larga i 2mbit/s. Questo implica che 4 milioni di connessioni, in Italia, oltre a quelle in modalità  analogica o isdn, NON sono a banda larga!!Questo ed altro nel comunicato (una lettera aperta indirizzata ad AGCOM e allÂ’Antitrust) disponibile online.

Continua a leggere La vera banda larga rimane un miraggio

Categoria: Eventi e segnalazioni

di

SkyTG24 segnala che la l'asta del TamiFlu, al contrario di quanto indicato da una molteplicità  di testate sotto espresso comunicato eBay, è tuttora attiva. Il prezzo è attualmente oltre i 200 euro e a quanto pare è un italiano di Tivoli (Villa Adriana) ad aver dato vita all'affare. Fine dell'asta fissato per il 21 Ottobre. Evidentemente non sono bastate le raccomandazioni della stessa Roche Holding (casa farmaceutica produttrice), evidentemente non sono bastate le notizie secondo cui il farmaco non sarebbe già  più totalmente affidabile, probabilmente non sono bastate le cantonate di cui spesso parla l'esperienza in questi casi. Forse l'allarmismo seminato dai media sull'influenza aviaria è più forte di tutto cià e l'effetto collaterale primo è quello di portare ad offrire oltre 200 euro per una confezione di un medicinale probabilmente inefficace ed acquistato da uno sconosciuto. Qualche distorsione, è evidente, c'è. Per eBay l'impresa è probabilmente ardua e l'idea stessa di controllare tutto appare errata ed inefficace. Certo è che nel momento in cui si scopre che su un simil-eBay si vendono addirittura bambini (con tanto di prezzo differenziato per maschietti e femminucce), allora ecco che anche il caso del TamiFlu diventa irrisorio.

Continua a leggere eBay, vendesi TamiFlu. E bambini.

Categoria: Eventi e segnalazioni

Tags: