àˆ stato lanciata ufficialmente la scorsa settimana clear:left, la nuova web agency fondata da tre dei più famosi e stimati blogger, web designer e autori della scena internazionale: Andy Budd, Jeremy Keith e Richard Rutter.Il sito ha già  ottenuto una menzione su CSS Beauty. In effetti la semplicità  e la cura dei dettagli lo rendono davvero unico, sottolineando quello che deve comunque essere l'asset vincente di un sito web: il contenuto.Ma non è il sito in sé il vero argomento di questo post.Se notate, sotto il menu a sinistra c'è il link al client worksheet, un vero e proprio sondaggio (il formato è .rtf) da compilare per un primo contatto con l'agenzia. Il questionario è davvero dettagliato e credo che copra tutto quanto bisogna sapere per identificare necessità , obbiettivi e aspettative del (potenziale) cliente.àˆ insomma un documento che conferma come la definizione sia un aspetto fondamentale in ogni processo creativo. Far precedere la codifica da una buona fase di definizione rende molto più semplice la fase implementativa, a tutto vantaggio del risultato finale. In tal senso il client worksheet [documento RTF] di clear:left potrebbe costituire un ottimo spunto.

Continua a leggere L’importanza della definizione in un progetto web

Categoria: Contenuti e Web Writing

di

Leggendo qua e là  per il web ho notato come uno degli standard più standardizzati che vi fosse è sempre più messo in discussione dalle leggi imposte dal nuovo strumento informatico: la punteggiatura. In particolare vorrei porre l'accento proprio sugli accenti, sempre più spesso trasformati in apostrofi. Le cause possono essere molte: scrittura su editor o copia da fonti per le quali è canonico l'uso degli apostrofi in sostituzione, un'ambigua interpretazione dei caratteri accentati che porta all'uso dell'apostrofo come comodo ripiego, la fretta, etc.Gli standard esistono ma non sono probabilmente ancora sufficientemente assorbiti. E così facendo si corre il rischio concreto di sostituire le regole della vecchia grammatica con una nuova grammatica ordinata non tanto da necessità  chirografiche o interpretative quanto da semplici comodità  tecnologiche. La riflessione dovrebbe però essere un tantino più profonda, per analizzare quanto da questo trend possano scaturire risultati apprezzabili o meno. Una grammatica senza caratteri accentati è cosa buona? Puà uno script ordinare se in questa frase il sottoscritto debba scrivere " può " o " puo' " in base alla piattaforma, all'interpretazione del server o eventualmente al software di lettura? Secoli di Accademia della Crusca possono essere gettati al vento in funzione di una utilità  tecnologica (cosa peraltro largamente e ripetutamente successa nella storia dei vari media)? Non mi assumo la responsabilità  di una risposta tanto impegnativa, soprattutto alla luce delle complicazioni delle lingue latine. Ma voto per gli accenti al posto degli accenti e per gli apostrofi al posto degli apostrofi: devono essere le macchine a capire l'uomo, guai se si autorizzasse deliberatamente il fenomeno contrario.

Continua a leggere Accenti e apostrofi

Categoria: Contenuti e Web Writing

Se c'è un blog che mi sento di consigliare a chi per diletto o professione si occupa di web publishing è quello di Robin Good (il link punta all'edizione italiana curata da Chiara Monetti e Alessandro Banchelli). In uno degli ultimi post, trovate la prova su strada di Egg Video Publisher, un servizio web-based nato per facilitare la vita a quanti desiderano cimentarsi nella pubblicazione di video online.Il giudizio è più che positivo:Quello che posso dire con sicurezza è che questa è la soluzione migliore e più completa di video-publishing che io abbia mai visto.

Continua a leggere Egg Video Publisher

Categoria: Contenuti e Web Writing

Quando facciamo riferimento ai siti web, dovremmo fare una distinzione tra tue categorie:sistemi di pubblicazione di contenuti;applicazioni di trattamento o altro genere.Il primo esempio è il classico sito che presenta informazioni di qualunque natura fruibili dal visitatore con diversi livelli di interattività . Lo assimiliamo in qualche modo ad un libro, ad una brochure, ad una rivista o ad un articolo. (more...)

Continua a leggere Interfacce diverse per applicazioni o siti

Categoria: Contenuti e Web Writing

Tags:

In questo periodo vengo spesso a conoscenza di nuovi siti in fase di progettazione e mi ritrovo sempre ad assistere a ciò che vi descrivo nel seguito. Purtroppo. Lasciamo perdere quei siti che partono senza un vero e proprio progetto iniziale, senza specifiche e senza un piano operativo e concentriamoci, invece, su quelli che apparentemente iniziano bene. (more...)

Continua a leggere Un nuovo sito. Perchè tanti progetti monchi?

Categoria: Contenuti e Web Writing

Tutte le più grandi aziende di software, i proprietari di importanti siti di brand, i realizzatori di sistemi che devono emulare una realtà o controllare dispositivi, hanno capito da tempo che la loro progettazione non può essere un fatto meramente tecnico. È fondamentale che siano ben conosciuti i meccanismi psicologici legati allÂ’apprendimento, al coordinamento, allÂ’interpretazione ed al riconoscimento a chi deve disegnare interfacce tra uomini e macchine. La facoltà di Scienze Cognitive dellÂ’Università degli Studi di Trento (polo di Rovereto) ha da qualche anno istituito un corso di laurea in scienze e tecniche di psicologia cognitiva applicata alle interfacce uomo / macchina. (more...)

Continua a leggere Psicologia cognitiva applicata alle interfacce uomo / macchina.

Categoria: Contenuti e Web Writing

Eye-tracking

1 Jul

Dopo il primo articolo introduttivo, continua su PRO la serie dedicata all'eye-tracking. Daniele Cerra ci propone in questo appuntamento una panoramica sui test e sui tipi di output da essi generati. Quoto dall'articolo:I test di eye-tracking sono, in questo contesto di ricerca estrema dellÂ’efficacia di un progetto di comunicazione Web, uno strumento indispensabile in quanto, come vedremo nelle seguenti righe, forniscono informazioni inerenti sia allÂ’usabilità in senso stretto di un sito, sia dati che, interpretati con una solida metodologia di analisi, danno indicazioni molto precise sulle performance del progetto di comunicazione realizzato e su quanto sia in linea con le finalità del concept da cui è sorto.Sul tema eye-tracking segnalo anche 3 link interessanti:Eyetrack III - È il corposo dossier presentato dal Poynter Institute nel settembre 2004, forse lo studio più esaustivo e stimolante su questa metodologia di analisi.Solo con i tuoi occhi - Il commento alla ricerca del Poynter di Luisa Carrada.Documenti e filmati dai laboratori di SR Labs.

Continua a leggere Eye-tracking

Categoria: Contenuti e Web Writing