Spesso gli sviluppatori definiscono messaggi di errore davvero poco descrittivi e molto criptici che non aiutano nella risoluzione dei problemi rilevati durante l'utilizzo e segnalati attraverso i feedback. Ecco quindi alcuni elementi che ogni messaggio di errore dovrebbe presentare per rivelarsi veramente utile:

  • deve essere breve, limitando il più possibile la verbosità;
  • deve contenere una descrizione dell'errore e di cosa,esattamente, non ha funzionato;
  • deve utilizzare un tono neutro che non dia all'utente la colpa del malfunzionamento manifestato;
  • dovrebbe anche contenere un codice di errore specifico e permettere di accedere facilmente alla posizione del file di log.

Sulla base di quanto detto, e pur nell'estrema semplicità del caso gestito, un esempio di un buon messaggio di errore potrebbe essere il seguente:

"Non riesco a stampare il documento XY, verifica che la stampante sia connessa al PC o che sia accesa"

Il modo migliore per sviluppare un messaggio di errore efficace è poi quello di dialogare frequentemente con il team di sviluppo e con lo staff della quality assurance, cosi da estrapolare dettagli su ciascun errore e su come possa essere notificato e risolto. Una volta elaborate più alternative è anche possibile coinvolgere il team di sviluppo cosi da selezionare il messaggio più adeguato da mostrare all'utente finale.

Via Scott Nesbitt

CommentaDi' la tua

Il tuo indirizzo email non sarà mostrato pubblicamente. I campi obbligatori sono contrassegnati da *