Con SourceLair è possibile programmare usando uno dei 25 linguaggi supportati dalla piattaforma, da Python a Ruby passando per HTML5, JavaScript, C++ e molti altri. E’ inoltre disponibile una console di comandi Linux, oltre all’integrazione con i sistemi per il versioning e la gestione del codice più popolari come l’onnipresente Git.

Oltre alla semplicità dell’interfaccia Web e alla praticità di non dover installare un software in locale, spiega la società SourceLair, l'IIDE permette di condividere facilmente il proprio lavoro tramite URL pubblica nel caso in cui il lavoro sia programmato in un linguaggio compatibile con i browser Web.

E per quanto riguarda i costi? Nulli, almeno finché ci si limita a sviluppare un progetto alla volta. In caso contrario, SourceLair richiede il pagamento di $8,00 al mese per avere acceso a un numero multiplo di progetti.

Via | Lifehacker

2 CommentiDi' la tua

Il tuo indirizzo email non sarà mostrato pubblicamente. I campi obbligatori sono contrassegnati da *

Ho provato il prodotto(che potrebbe essere di notevole interesse) ma ho dovuto disabilitare il mio ACCOUNT. Motivo : quella specie di tutorial non è in italiano e,anche se l'inglese lo "mastico" abbastanza bene, è un CAOS di nozioni che spiegano come attivare il prodotto e come gestirlo (in particolare c++)in modo assolutamente non adeguato. Un tutorial non deve dare nulla per scontato. Con dispiacere e dopo diversi tentativi non mi è riuscito di capirci nulla. Grazie per l'attenzione.

colsoft
colsoft

Prima lo provo e dopo darò un commento.Se vi riferite all'articolo mi sembra esaustivo. Saluti e buon lavoro

petro
petro