Il loro lavoro includeva anche lo sviluppo di una sintassi basata su JSON per i social data, di una API client-side e di un protocollo web finalizzato ad unificare la gestione dei vari tipi di social information, come per esempio gli aggiornamenti di stato. Prima di sciogliersi, nel febbraio del 2018, il gruppo ha quindi concepito un protocollo open source decentralizzato per il social networking chiamato ActivityPub.

ActivityPub è basato su ActivityStreams 2.0, un formato per i dati scritto anche in questo caso dal team del W3C Social Web Working Group. ActivityPub fornisce una API client to server per la creazione, l'aggiornamento e la rimozione dei contenuti e, al contempo, si comporta anche come una API server to server occupandosi della consegna delle notifiche e del subscribing dei contenuti.

Sostanzialmente ActivityPub fornisce allo sviluppatore e all'utente due layer:

  • un server to server federation protocol, che di fatto va a decentralizzare il modo in cui i siti web condividono le informazioni;
  • un client to server protocol, in modo che gli utenti, ma anche ibot e i vari processi automatizzati, possano comunicare con ActivityPub tramite il proprio account, direttamente da uno smartphone o da un PC attraverso delle Web App.

Nel constesto di ActivityPub ciascun utente è rappresentato come un "attore" che corrisponde ad un account sul server. Ogni attore ha a disposizione una "inbox" dove riceve i suoi messaggi ed una "outbox" dove può inviare messaggi. ActivityPub può essere sfruttato implementando solo uno di questi due protocolli, anche se una volta inserito uno di essi nel proprio progetto non è complicato integrate anche l'altro e sfruttare i benefici della loro azione combinata.

Via ActivityPub

CommentaDi' la tua

Il tuo indirizzo email non sarà mostrato pubblicamente. I campi obbligatori sono contrassegnati da *