Mozilla parte dallo scarso appeal – eufemisticamente parlando – che al momento caratterizza Firefox OS, un sistema economico che in definitiva è risultato insoddisfacente secondo i piani della fondazione. Il nuovo obiettivo è caratterizzato quindi dalla realizzazione di una “esperienza di prodotto” e da una piattaforma per sviluppatori unificata, un software in grado di esemplificare i “valori” di Mozilla e della sua “vision” per il Web.

Firefox OS verrà rinnovato, o forse completamente soppiantato, con lo sviluppo della piattaforma Ignite, sistema per terminali mobile “definitivo” con l’appeal giusto per solleticare gli istinti di acquisto delle centinaia di milioni di utenti che già apprezzato Firefox come browser per computer.

Tempi, risorse, progetti concreti? Al momento non se ne sa granché, mentre per quanto riguarda il “vecchio” Firefox OS Mozilla dice di voler continuare a rispettare gli impegni già presi con i produttori OEM di terminali economici.

Via | The Register

CommentaDi' la tua

Il tuo indirizzo email non sarà mostrato pubblicamente. I campi obbligatori sono contrassegnati da *