RAP è un'API che mette a disposizione degli sviluppatori tutti gli strumenti per la manipolazione di grafi RDF, i parser per i formati RDF/XML, N3 e N-TRIPLE e una GUI per gestire i modelli RDF. L'ultima release include moltissime altre feature, e offre due interfacce di programmazione differenti per la manipolazione dei grafi: la prima (Model API) permette di manipolare grafi come un insieme di statements, mentre la seconda (ResModel API) come un insieme di risorse. Vi sono alcune importanti differenze tra i due approcci, che la documentazione del sito principale spiega nei dettagli.

ARC2 è un framework semplice e flessibile che permette di manipolare sistemi RDF. Non usa variabili globali, costanti o altri elementi che potrebbero rendere problematico il processo di integrazione con la web application. Anche in questo caso vi sono due approcci differenti, resource-centric e statement-centric, e possiede un potente storage RDF basato su MySQL per le query SPARQL.

Anche se RAP sembra più noto, ARC2 risulta sicuramente più stabile, grazie anche al supporto attivo della community: proprio da pochi giorni è stata rilasciata l'ultima versione, mentre l'ultima versione stabile di RAP risale al 2008.

3 CommentiDi' la tua

Il tuo indirizzo email non sarà mostrato pubblicamente. I campi obbligatori sono contrassegnati da *

bella segnalazione, da provare, la nuova partita su web é sicuramente quella semantica

Michele
Michele

Interessante, grazie.

Ratamusa
Ratamusa

Le possibilita' che offrono le sorgenti RDF sono notevoli, molto al di la del semplice mashup. Una sorgente di informazione notevole e ben strutturata. Mi studierò presto queste interessanti librerie.

Ramon
Ramon