Supporta Safari o perderai clienti. Così si intitolava (ma ho tradotto dall’inglese) un bel post apparso qualche settimana fa su BusinessLogs. Molto interessante anche la lunga serie di commenti, in cui sono stati in molti a lamentare la difficoltà  di effettuare test probanti con il browser di Apple in mancanza di una macchina con Mac OS X.

Come molti sanno, esistono in rete utili tool in grado di restituire la vista di una pagina con Safari. Mi limito a segnalare questo SafariTest, che per chi utilizza Windows o Linux può essere un buon punto di partenza per verificare la resa visiva delle proprie pagine.

Il limite più grande di questo tipo di strumenti è che sono validi essenzialmente per scoprire problemi a livello di markup e presentazione. Oggi, invece, specie per applicazioni dinamiche, la verifica primaria da svolgere è a livello di supporto del DOM e di Javascript. Per questo i vari SafariTest non servono. Punto. Il test va fatto direttamente.

Che questo sia il cuore del problema, lo dimostrano due post (primo e secondo) apparsi sul blog di Scott Isaacs, uno dei responsabili del progetto Live.com di Microsoft.

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS
7 CommentiDi' la tua

Il tuo indirizzo email non sarà mostrato pubblicamente. I campi obbligatori sono contrassegnati da *

La finestra per inserire login e password funziona su Mac, ma non su SafariTest, ovviamente. Chi sarebbe così pazzo da dare le proprie password a un sito sconosciuto ?

Antonio Madonna
Antonio Madonna

Ho un problema con la finestra di autenticazione sviluppata con codice PHP (classica: login, password) che gli utenti di Macintosh non riescono ad aprire e di conseguenza di entrare nell'area riservata. E' possibile in qualche modo risolvere questo problema. Sviluppo il sito con Dreamweaver e il mio server non supporta altro linguaggio che PHP, non ho trovato nessuna soluzione.

Wladyslawa
Wladyslawa

Prendetelo come un buon motivo per passare a Macintosh!

e del successore di apple, quello di safari2 che non ricordo come si chiami
Webkit :-)

Giorgio Martini
Giorgio Martini

generalmente i problemi che ci sono su Konqueror sono gli stessi che si ripresentano su Safari.. in tal caso andrebbe bene anche una knoppix :) la cosa che odio di khtml (e del successore di apple, quello di safari2 che non ricordo come si chiami) é il non poter gestire i bordi degli input -.-

Francesco
Francesco

Quì in ufficio ho un macmini in rete su cui testo da windows tramite VNC. Molto comodo. Sviluppando prima per FF e poi per IE comunque i problemi sono minimi. ciao, Andrea.

Andrea Paiola
Andrea Paiola

Grazie per il link ;-) La versione emulata é la 1.3 e presto passerà  alla 2.0... Per quanto riguarda la possibilità  di testare in maniera "viva" le proprie pagine (quindi supporto per Javascript, DHTML, ecc) a breve dovrei riuscire ad offrire un servizio di testing tramite VNC, ovviamente con la possibilità  di usare tutti i browser per Mac OS X 10.4, non solo Safari. Molto probabilmente questo sarà  a pagamento però...

Antonio Madonna
Antonio Madonna

Se parliamo di applicazioni web che fanno uso massiccio di javascript sono d'accordo nel testare la pagina direttamente sul browser in questione; ma almeno riuscirò a controllare in anticipo eventuali problemi con i css visto che sviluppo pagine web in ambiente windows e ogni volta sono costretto a "scomodare" i miei colleghi che hanno il Mac per controllare se tutto va bene. :-) Mi sembra un buon passo avanti, peccato non sia specificata quale versione di Safari viene emulata

Fabrizio Calderan
Fabrizio Calderan