Un ostacolo, tuttavia, è rappresentato dalla capacità di raggiungere un numero sufficientemente elevato di follower. Un obiettivo tutt'altro che semplice, soprattutto agli inizi, quando non si dispone di una sufficiente visibilità per raggiungere un grande pubblico. Quali sono, di conseguenza, i consigli per aumentare la propria audience social?

Sono molte le tecniche che possono essere messe in atto per aumentare il numero di follower o di "mi piace" sulle proprie pagine social, tuttavia va tenuto in debito conto sia il target di riferimento che la natura del prodotto o servizio offerto. Non sempre, infatti, è possibile cavalcare i trend e approfittare di un bacino d'utenza mastodontico, i propri obiettivi dovranno essere sempre dimensionati in relazione alle effettive possibilità di crescita.

Evitare sotterfugi

Non capita di rado di imbattersi, navigando sui social network, in vari servizi che promettono più o meno esplicitamente di incrementare il proprio monte follower previo il pagamento di una piccola somma. Per quanto possano risultare veloci nell'aumentare gli apprezzamenti sulle proprie pagine, si tratta di un'utenza abbastanza inutile: è indifferenziata, non orientata al target e probabilmente poco interessata ai propri prodotti. Allo stesso tempo, si eviti l'usanza fin troppo diffusa di "acquistare" pagine social già dotate di un grande seguito, per poi inserirsi con i propri servizi: anche in questo caso, si tratterà di navigatori poco targetizzati.

In caso si volesse investire economicamente nella crescita dei propri follower, meglio allora sfruttare gli strumenti che le stesse piattaforme mettono a disposizione, quali le inserzioni sponsorizzate. Permettono di mettere in evidenza la propria pagina nelle bacheche di quegli utenti che hanno interessi simili, affinché l'eventuale seguito sia di qualità.

Curare il feed

Difficilmente un utente di passaggio potrà decidere di seguire una pagina spoglia, poco interessante, con contenuti tutt'altro che curati o condivisi per casualità. Sin dai primi passi sui social, è necessario che il profilo venga compilato in ogni sua parte, nonché utile è optare per immagini dell'account e di copertina intriganti, tali da attirare l'attenzione.

Il feed dovrà essere nutrito ma con pubblicazioni non eccessivamente frequenti, per evitare di perdere utenti sommergendo le loro timeline di aggiornamenti troppo martellanti, alternando sia contenuti testuali a fotografie e video. Utile sarà produrre elementi multimediali che abbiano ambizioni virali, il più possibile originali, senza condividere video e foto altrui già ben conosciute dal pubblico.

Ancora, si cerchi una certa coerenza negli argomenti condivisi, per evitare contraddizioni tematiche, nonché per aiutare la memorizzazione del feed stesso da parte dei propri follower.

Curare la comunicazione e seguire i trend

Altrettanto fondamentale è curare la comunicazione con il proprio pubblico, rispondendo educatamente a ogni richiesta, dimostrando ironia e interagendo in modo diretto. Gli utenti non dovranno trovarsi di fronte all'impersonalità tipica di un servizio clienti, bensì dovranno essere in grado di approfittare di un luogo virtuale amichevole, privo di fronzoli, dove trovare informazioni senza i colli di bottiglia di altri mezzi di comunicazione.

Utile sarà anche approfittare dei trend virali, ad esempio inserendosi sull'hashtag del giorno quando possibile, oppure creandone di nuovi che possano attirare curiosità e attenzioni.

Ideale sarà alimentare il senso di comunità condividendo gli status più interessanti di alcuni utenti, riportando il parere di esperti o stimolando la partecipazione attiva con sondaggi e piccoli contest.

Sulla natura delle condivisioni, utile affidarsi alla regola "opinions, data & news”. Alcuni studi recenti hanno dimostrato come i navigatori siano poco interessati a pagine dal medesimo tenore comunicativo, o incentrate unicamente sulla condivisione di link esterni. È quindi consigliato alternare gli aggiornamenti con brevi opinioni sui temi della giornata, riportando news di settore e fornendo dati statistici.

Condividere percentuali e cifre, magari in un'ottica simpatica, sembra sia molto efficace sui social. Lo stesso vale per liste e classifiche.

Sfruttare gli strumenti

Le piattaforme social sono in continua evoluzione e, a cadenza quotidiana, rendono disponibili nuovi strumenti di comunicazione. Bisogna approfittarne sin da subito, cavalcandone l'impatto del momento. Su Facebook, ad esempio, l'impiego sempre più diffuso dei live streaming sembra aver determinato una rapida crescita di utenti per le pagine che vi fanno ricorso. Su Instagram, invece, i profili che propongono scatti alternati a filmati sembrano avere la meglio.

Non ultimo, potrebbe essere utile anche affidarsi a un influencer, poiché capace di approfittare di un'utenza vasta ma ben centrata sul target. In ogni caso, qualora si ricorra a sponsorizzazioni, si ricordi come sia ora necessario specificare l'eventuale natura pubblicitaria del messaggio.

CommentaDi' la tua

Il tuo indirizzo email non sarà mostrato pubblicamente. I campi obbligatori sono contrassegnati da *