Accessibility inspector

L'accessibility inspector (di cui abbiamo già parlato) è uno strumento in grado di analizzare una pagina Web e di valutare la sua predisposizione alle tecnologie assistive.

Il tool mostrerà allo sviluppatore le aree di un sito Web (e il relativo codice) che necessiterebbero di interventi migliorativi per poter essere utilizzate da persone con disabilità visive. Mozilla ha implementato da tempo sul suo browser alcune API che permettono ai developer di creare pagine accessibili anche da dispositivi pensati per gli ipovedenti e l'accessibility inspector è uno strumento ideale per adattare il proprio progetto a questa tipologia di device, fornendo soluzioni per l'analisi e il debug del codice.

Tab Warming

Altra novità interessante è il Tab Warming, una nuova feature di Firefox 61 consente di spostarsi tra le schede aperte in modo molto più fluido e rapido rispetto alle build precedenti. Il Tab Warming è l'implementazione del pre-emptively loading tab: sostanzialmente il browser sfrutta gli istanti passati tra il passaggio del mouse su una scheda e il clic effettivo per aprire la scheda stessa e dar via al rendering del contenuto di pagina.

Sempre per quanto riguarda la gestione delle tab i developer del panda rosso hanno realizzato una nuova extension API che da la possibilità di nascondere e ripristinare le schede direttamente dalla browser tab bar. Le tab nascoste saranno sempre caricate in memoria, semplicemente non verranno mostrate a schermo, in questo modo l'utente potrà evitare di tenere fissate le tab, risparmiando spazio su schermo, e ripristinandole solo quando necessarie.

CSS

Novità anche per il Quantum CSS engine, ovvero quel componente che permette l'esecuzione del codice delle pagine Web tramite processi paralleli tra più CPU sfruttando al meglio le potenzialità delle architetture hardware moderne. È stato infatti migliorato il supporto al Parallel CSS Parsing capability, che permette di ottenere migliori livelli di performance su siti Web dotati di stylesheet estesi e layout complessi.

Miglioramenti anche per la sicurezza con l'arrivo di ben 18 security patch e del supporto al protocollo di criptazione dei dati TLS 1.3. Questa specifica per la Web encryption garantisce una maggiore protezione agli utenti che affidano i loro dati sensibili ai siti Web e alle Web App, offrendo una criptazione di tali dati più robusta e rapida.

Sicurezza

Il team di Mozilla ha anche inserito una nuova policy setting che va a bloccare tutti gli accessi alle sub-resources FTP nascoste all'intero della pagina Web. Il protocollo FTP, per quanto efficiente per le reti locali, è ritenuto generalmente insicuro, ecco perché adesso Firefox (di norma) bloccherà l'accesso alle risorse FTP in modo da evitare che utenti malintenzionati possano sfruttare tali connessioni per carpire i dati sensibili dell'utente.

Mozilla ha dunque seguito l'esempio del team di Chrome che segnala all'utente le pagine e le connessioni FTP come "non sicure".

Via Mozilla

CommentaDi' la tua

Il tuo indirizzo email non sarà mostrato pubblicamente. I campi obbligatori sono contrassegnati da *