Endless OS, giunto di recente alla versione 3.2, è una sistema basato su Debian che include al suo interno più di 100 applicazioni, ben 50 mila articoli di Wikipedia e svariati GB di video. Il file ISO della versione completa pesa ben 16GB. Dunque questa distribuzione si presta perfettamente a tutti quei progetti che puntano alla realizzazione di sistemi isolati da Internet oppure con uno scarso accesso alla rete Dati esterna.

L'interfaccia sviluppata dai developer è particolarmente user-friendly, ricorda per molti aspetti GNOME Shell e per certi aspetti anche Android. Al primo boot ci verrà mostrato il classico pannello di configurazione che permetterà di impostare il nostro account, la lingua di sistema e la Time Zone di riferimento.

Se si desidera espandere i contenuti presenti all'interno del sistema è possibile farlo tramite un comodo App Center, a partire da esso potremo scaricare nuovi video, applicazioni ed altro materiale utile al nostro lavoro.

Purtroppo i developer hanno preferito disabilitare l'accesso alla shell, dunque a parte l'App Center non sarà possibile utilizzare altri gestori di pacchetti né effettuare modifiche al sistema. Questa scelta può risultare controproducente in caso di malfunzionamenti, ma del resto non si tratta di un sistema dedicato ad un target di "smanettoni" ed è più indicato a progetti di didattica e formazione nei paesi in via di sviluppo.

Endless OS è quindi una distro perfetta per essere installata su di un mini-PC o magari su sistemi hardware low cost che poi verranno collocati in scuole o altri edifici disconnessi dalla rete.

Via Endless OS

CommentaDi' la tua

Il tuo indirizzo email non sarà mostrato pubblicamente. I campi obbligatori sono contrassegnati da *