Nella prima build di testing il team aveva finalmente introdotto alcune patch per gestire il boot con le schede madri UEFI. Con questo update gli sviluppatori hanno stabilizzato maggiormente il codice eliminando vari bug riscontrati in precedenza.

Purtroppo nelle distribuzioni BSD tale supporto è stato un po' lento ad arrivare rispetto al panorama Linux, ciò a causa delle varie implementazioni proprietarie adottate dai produttori hardware.

Gli sviluppatori hanno reso disponibile sia la versione con XFCE che quella con Mate, in modo da lasciare liberi gli utenti di testare la distribuzione con il desktop environment che preferiscono. Sempre in questa versione il team ha anche sistemato il supporto a ZFS e ad UFS.

In particolare il modulo che gestisce la ZFS encryption nell'installer ha ricevuto un redesign che dovrebbe renderlo più immediato. Ovviamente, trattandosi di una alpha release se ne sconsiglia l'uso in ambienti di produzione, nella versione sono infatti ancora presenti alcuni bug critici.

Via Eric Turgeon

CommentaDi' la tua

Il tuo indirizzo email non sarà mostrato pubblicamente. I campi obbligatori sono contrassegnati da *