Un'altra tecnica molto in voga è quella di costruire un menu apposito da mostrare sui "piccoli schermi" e costituito da una singola voce che quando attivata dal click del mouse mostra il menu in cascata. Questo tipo di comportamento (il classico effetto toggle) può essere applicato alle voci che contengono sottomenu. In questo caso occorre del codice aggiuntivo e quindi un po' di JavaScript.

Un terzo approccio prevede di costruire due menu paralleli, uno di questi è in realtà  una select box contenente tutte le voci di menu. Il comportamento responsive è presto spiegato: quando la risoluzione dello schermo è sotto un certo limite viene nascosto il menu originale e mostrata la select box. In questo caso uno dei vantaggi è quello di poter sfruttare i controlli nativi dei device mobili.

2 CommentiDi' la tua

Il tuo indirizzo email non sarà mostrato pubblicamente. I campi obbligatori sono contrassegnati da *

Credo che tutti é tre i metodi sono validissimi. In realtà  ho avuto modo di utilizzati tutti in progetti molto diversi tra loro, secondo me dipende dal tipo di lavoro che si sta realizzando. Ovviamente per un menù ricco di voci, il select é comodissimo, mentre invece se ci sono solo 5 link allora il primo é più che valido.

Claudio
Claudio

il terzo, troppo meglio!!, no?

hanz
hanz