PureOS ha le sue radici in Debian e, come accade con la "distribuzione universale", impiega unicamente software rilasciato sotto licenza open source. Si tratta di un progetto foraggiato dalla Free Software Foundation, che ne supporta attivamente lo sviluppo.

I developer di PureOS hanno equipaggiato la distribuzione con le applicazioni più avanzate per la privacy protection. Dunque sono stati esclusi dalla ISO tutti quei programmi che tendenzialmente inviano informazioni ad aziende terze.

Cattura

Il desktop environment predefinito è GNOME, il medesimo di Debian ed Ubuntu, quindi chi ha già utilizzato queste due distribuzioni si ritroverà in un ambiente familiare, che potrà anche personalizzare facilmente tramite l'apposito GNOME Tweak Tool e le migliaia estensioni realizzate dalla folta community dell'ambiente grafico di Red Hat. Sarà possibile poi gestire tutto il software della distribuzione, aggiornamenti compresi, tramite GNOME Software cosi da bypassare quasi del tutto il terminale per la gestione delle App.

PureOS è una distribuzione dedicata agli utenti che cercano un ambiente libero da software proprietari, il suo team ha infatti un target ben definito di utilizzatori disposti privarsi di alcuni strumenti di uso comune come ad esempio Steam o Skype. PureOS potrebbe rivelarsi un'alternativa interessante per l'adozione nelle scuole o magari nelle associazioni culturali che cercano un sistema facile da gestire e libero da programmi commerciali che vincolino gli utenti all'uso di determinati formati.

Via PureOS

CommentaDi' la tua

Il tuo indirizzo email non sarà mostrato pubblicamente. I campi obbligatori sono contrassegnati da *