Nello stesso modo, non parliamo di una feature esclusiva dei dispositivi targati Apple, già da tempo infatti le aziende concorrenti proponevano funzionalità simili; però almeno inizialmente le Live Photos erano state concepite come prerogativa dei device di Cupertino, senza che fossero disponibili degli strumenti con cui condividerle esternamente rispetto al contesto della Mela Morsicata.

Ma i tempi cambiano, e Apple ha finalmente deciso di estendere il raggio d'azione di questa funzionalità anche al di fuori del proprio ecosistema. A seguito di un recente aggiornamento è stato quindi fornito un nuovo tool chiamato LivePhotosKit. A livello tecnico si tratta di un'API basata sul linguaggio JavaScript con la quale integrare le Live Photos anche sulle pagina Web.

Non si tratta di una funzionalità per l'embedding, né di una conversione di tali contenuti in formato GIF (o WebM), ma di qualcosa che il team di Apple ha realizzato "ad hoc" e che si basa sull'inclusione di una libreria.

Dalla pagina del progetto è possibile osservare come tale implementazione funzioni su qualsiasi browser per la navigazione Web, e non solo su Safari. Gli sviluppatori di Cupertino hanno quindi deciso di rendere questa funzionalità realmente cross-platform.

Adesso la palla passa in mano ai Web developer e ai gestori dei tanti siti Internet che potrebbero beneficiare di tale feature. Questa particolare forma di comunicazione basata sulle immagini sta riscuotendo un grande successo all'interno dei social media più diffusi, come per Instagram o Snapchat (tanto per citare due soluzioni tra loro concorrenti), solo il tempo ci potrà rivelare se essa prenderà piede anche sui blog e i siti Web i cui titolari decideranno di condividere questa tipologia di contenuti.

Via Live Photos for Developers

CommentaDi' la tua

Il tuo indirizzo email non sarà mostrato pubblicamente. I campi obbligatori sono contrassegnati da *