OpenStack è un progetto open source nato dal lavoro di Rackspace Cloud e NASA nonché rilasciato sotto licenza Apache, esso è volto a fornire una soluzione IaaS (Infrastructure as a Service) per il Cloud computing. Si tratta di un set di tool, derivati dall'unione delle piattaforme Nebula e Rackspace, che permette la realizzazione e la gestione di cloud computing platform sia pubbliche che private. OpenStack è gestito dalla OpenStack Foundation, che ne guida lo sviluppo, e dalla sua community.

OpenStack funziona tramite macchine virtuali e istanze che l'utilizzatore può sfruttare per gestire le proprie attività e l'intero ambiente Cloud in modo semplice ed immediato. Questa impostazione permette si ottenere una scalabilità orizzontale di livello elevato e le applicazioni possono quindi gestire più utenti e task con maggiore efficienza.

Almeno in linea teorica i Cloud Server di GoDaddy si proponevano come una valida alternativa ad altri servizi simili, come per esempio quelli offerti da alcuni colossi del settore come DigitalOcean, Amazon e Google. Il servizio di GoDaddy grazie ad una partnership con Bitnami disponeva anche di un proprio sistema per installare e gestire le applicazione in modo semplice ed immediato.

Nononostante ciò i GoDaddy Cloud Server verranno spenti entro il 31 dicembre 2017, mentre le applicazioni e le immagini di Bitnami non saranno più disponibili dal giorno 15 novembre.

Via Serverwatch

CommentaDi' la tua

Il tuo indirizzo email non sarà mostrato pubblicamente. I campi obbligatori sono contrassegnati da *